Ultimo aggiornamento: 27/07/2021

Il nostro metodo

120Prodotti analizzati

11Ore impiegate

13Studi valutati

149Commenti raccolti

Trovi difficile affrontare lo stress e pensi che “quei nervi” non possano fare bene al tuo cuore? Sfortunatamente, lo stress è una costante nella nostra società impegnata e competitiva. Ma c’è un integratore che può aiutarti ad affrontare meglio il disagio causato dai nervi? Conosci il biancospino?

Il biancospino è una pianta che è stata usata fin dai tempi antichi per trattare le palpitazioni, l’ansia e l’insonnia. Ha azioni cardioprotettive e rilassanti, rendendolo un prodotto molto apprezzato dagli amanti della medicina naturale. In questo nuovo post, ti diremo tutto su questo rimedio tradizionale – non perdertelo!

La cosa più importante

  • Il biancospino è un albero con foglie, fiori e frutti ricchi di composti vegetali con proprietà cardioprotettive e ansiolitiche.
  • Puoi usare gli integratori di biancospino per alleviare l’insonnia, le palpitazioni causate dallo stress e l’ansia leggera. Tuttavia, ricorda di usarli sempre sotto la supervisione di un medico.
  • Quando acquisti un integratore di biancospino, controlla il contenuto di allergeni, la presenza di additivi, la confezione, la combinazione con altri ingredienti e il rapporto qualità prezzo.

Biancospino: la nostra selezione

Tutto sul biancospino

Il biancospino è stato usato per anni per proteggere la salute del cuore e tenere i nervi sotto controllo. I buoni risultati di questa pianta, uniti alla sua grande sicurezza, hanno dato al biancospino un “posto d’onore” nel mondo della medicina naturale. Se i tuoi nervi ti stanno facendo degli scherzi, non puoi perdere questo integratore!

Consulta il tuo medico prima di usare il biancospino. (Fonte: Stylephotographs: 122707989/ 123rf.com)

Cos’è il biancospino?

Il biancospino (conosciuto anche come hawthorn) è un albero che cresce naturalmente in Europa, Asia e Nord Africa. Cresce fino a sei metri di altezza e fiorisce in primavera, deliziandoci con centinaia di bellissimi fiori bianchi che danno a questa pianta il suo nome distintivo.

Inoltre, il biancospino produce frutti, bacche rossastre simili alle ciliegie. Anche se commestibili, hanno un sapore poco appetitoso, quindi non li troverai nel tuo fruttivendolo di fiducia! Le foglie, i fiori e i frutti del biancospino sono ricchi di molecole vegetali come flavonoidi, tannini e terpeni.

Questi composti sono responsabili dei molti effetti benefici del biancospino, come il suo effetto rilassante, la sua azione analgesica e il suo effetto cardioprotettivo (1, 2).

Parleremo più in dettaglio dei benefici del biancospino nella prossima sezione, quindi assicurati di controllare!

Anche se gli integratori di biancospino hanno pochi effetti collaterali noti, ti consigliamo di consultare un medico prima dell’uso.

Quali sono i benefici del biancospino?

Ancestralmente, il biancospino è stato usato come rimedio per l’ansia, le palpitazioni, il mal di stomaco e anche l’insonnia. E oggi la scienza sta studiando il potenziale della pianta per combattere i seguenti disturbi:

Pressione sanguigna alta

“L’effetto di abbassamento della pressione sanguigna del biancospino è promettente”, secondo un articolo del 2002 (3). Con pochi grammi di questa sostanza, le arterie e le vene potrebbero rilassarsi e prevenire quei temuti aumenti della pressione sanguigna. In questo modo, potremmo proteggere il nostro corpo dagli effetti nocivi della pressione alta. (danni al cuore e al cervello, tra gli altri)

Ricorda, però, che questi esperimenti devono essere confermati da ulteriori studi prima di poter essere applicati alla vita quotidiana. Se pensi che la tua pressione sanguigna sia troppo alta, non curarti da solo e consulta il tuo medico. Non smettere di prendere il tuo trattamento antipertensivo o passare agli integratori di biancospino.

Problemi di ritmo cardiaco

Hai mai notato che il tuo cuore “saltava un battito”? Occasionalmente, il ritmo del nostro muscolo cardiaco può essere disturbato e portare a palpitazioni, battiti cardiaci lenti o disturbi del ritmo. Questi problemi dovrebbero sempre essere discussi con un medico, perché a volte possono essere la manifestazione di malattie gravi.

Secondo diversi studi in vitro e su animali, il biancospino può aiutare a controllare alcuni disturbi del ritmo cardiaco, (4, 5, 6, 7) anche se sono necessari più esperimenti prima che questa ipotesi possa essere confermata.

Come integratore, il biancospino è ampiamente utilizzato per alleviare le palpitazioni che possono verificarsi in persone sane in connessione con lo stress o l’ansia. Ricorda comunque di consultare il tuo medico ed escludere qualsiasi altra condizione cardiaca seria prima di usare questi articoli.

Ritenzione di liquidi

Diversi studi hanno dimostrato la capacità del biancospino di alleviare la congestione e la ritenzione di liquidi. Questo ha portato gli esperti a continuare la ricerca sulla pianta e sul suo potenziale per nuovi farmaci per combattere alcune condizioni che causano ritenzione di liquidi (7, 8)

Tuttavia, ricorda che questi studi sono ancora nelle fasi iniziali. Se il tuo addome o le tue gambe appaiono gonfie o infiammate a causa del liquido in eccesso, consulta prima il tuo medico. Se lui o lei ti dà il via libera, allora puoi provare a usare un integratore o un infuso di olivello spinoso per alleviare leggermente i tuoi sintomi.

Ansia e insonnia

Il biancospino è uno dei rimedi naturali per l’ansia più popolari tra gli appassionati di integrazione – e non c’è da meravigliarsi! Secondo gli studi disponibili (effettuati sugli animali), questa pianta può avere un effetto rilassante, riducendo la tensione nervosa e l’ansia (7, 9, 10).

Inoltre, ad una dose leggermente più alta e combinato con altre sostanze come la melatonina o la passiflora, il biancospino può aiutarti ad addormentarti e a riposare meglio. Ricorda, in ogni caso, di consultare il tuo medico se hai difficoltà a dormire o ansia per più di una settimana.

Puoi trovare l’estratto di biancospino sotto forma di tisana, capsule o tintura liquida. (Fonte: Angel_a: 9679294/ 123rf.com)

Come si usano gli integratori di biancospino?

Il biancospino è una pianta molto popolare e conosciuta. È abbondante nel nostro paese e quindi sarà molto facile trovare molteplici presentazioni di questo integratore. Tuttavia, i suoi effetti non sono ancora pienamente compresi, quindi non è stato ancora definito un dosaggio esatto per l’integrazione.

Tradizionalmente, le infusioni sono prese dalle foglie e dai frutti di questa pianta per ottenere un leggero effetto rilassante e anticongestionante. È anche possibile utilizzare l’estratto di biancospino sotto forma di capsule o tintura (liquido). In questo caso, dovrebbero essere utilizzate dosi comprese tra 100-600 grammi, generalmente divise in tre dosi (mattina, mezzogiorno e sera).

Possono essere necessarie dalle quattro alle otto settimane perché gli integratori di olivello spinoso producano il loro effetto benefico. Fortunatamente, questo articolo ha dimostrato di essere sicuro per lunghi cicli di trattamento, fino a sei mesi. Dopo questo periodo di trattamento, è consigliabile fare una pausa e consultare il tuo medico se i tuoi sintomi non sono migliorati.

Quali sono gli effetti collaterali degli integratori di biancospino?

Sai qual è la cosa migliore del biancospino? È molto sicuro! Questa pianta non sembra causare effetti collaterali gravi, secondo le informazioni a nostra disposizione. Tuttavia, se usi dosi troppo alte o superiori a quelle raccomandate dai produttori di integratori, potresti soffrire: (2)

  • Dolore allo stomaco
  • Sonnolenza
  • Mal di testa
  • Fatica
  • Pressione sanguigna bassa

Se uno qualsiasi di questi problemi si verifica durante la tua integrazione di olivello spinoso, smetti di prendere il prodotto e cerca aiuto medico.

Ricardo Blanco EscuredoFarmacista
“Questa pianta medicinale (biancospino) è stata tradizionalmente utilizzata per regolare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, così come per calmare i nervi, promuovere il rilassamento e aiutare le persone ad addormentarsi.

Il biancospino può interagire con i miei farmaci abituali?

Anche se non sono state riportate interazioni degne di nota tra gli integratori di biancospino e i farmaci comunemente usati, gli esperti temono che gli effetti della pianta su cuore e cervello possano interferire con il trattamento di alcune malattie. Per questo motivo, ti consigliamo di consultare il tuo medico prima di usare il biancospino se stai prendendo uno dei seguenti farmaci (2)

  • Antipertensivi
  • Ansiolitici come le benzodiazepine (Alprazolam, Lexatin, ecc.)
  • Farmaci per regolare il ritmo cardiaco (Bisoprololo o Digitalis, tra gli altri)
  • Diuretici (come Furosemide o Idroclorotiazide, tra gli altri)

Quando sono controindicati gli integratori di biancospino?

I minorenni, le donne incinte e le persone molto deboli o alle prese con gravi malattie non dovrebbero assumere integratori di biancospino (o qualsiasi altro integratore) senza prima consultare il loro medico. Ricorda, la tua salute viene prima di tutto!

Criteri di acquisto

Se vuoi provare l’effetto rilassante degli integratori di biancospino ma non sai “da dove cominciare”, allora sei arrivato nel posto giusto! Se applichi i seguenti criteri di acquisto quando acquisti un nuovo prodotto a base di olivello spinoso, sarai sicuro di fare bene – non perdere questa sezione!

Allergeni

Anche se l’allergia al biancospino è molto rara, sii molto cauto se sei allergico a piante della stessa famiglia (come rose, fragole, lamponi o mele).

Inoltre, ricorda che gli integratori possono contenere altri additivi o ingredienti che possono causare reazioni allergiche, come lattosio, soia o noci.

E se hai la celiachia, fai molta attenzione! Anche se l’olivello spinoso non contiene glutine, i suoi integratori possono essere prodotti in stabilimenti che trattano cereali contenenti glutine – cerca l’etichetta “senza glutine” prima di acquistare!

Gli integratori di biancospino hanno pochissimi effetti collaterali. (Fonte: Miloszg: 40519963/ 123rf.com)

Additivi

Alcuni integratori di biancospino possono contenere additivi come lo stearato di magnesio. La presenza di questi composti è solitamente giustificata (per stabilizzare l’estratto di olivello spinoso o per dare più consistenza alle capsule). Tuttavia, se sei molto sensibile o allergico a questi additivi, cerca di scegliere formulazioni che siano al 100% prive di additivi.

Formato e presentazione

Puoi consumare il biancospino in tre forme diverse, ognuna con i suoi ‘pro’ e ‘contro’, come puoi vedere nella tabella qui sotto:

Presentazione Vantaggi Svantaggi
Infusioni Convenienza Sicurezza Ben tollerato Bassa probabilità di sovradosaggio Effetto più lieve
Capsule Molto efficace Facile da riporre Sovradosaggio possibile Può causare effetti collaterali Può contenere additivi Le capsule possono essere difficili da deglutire
Tintura (liquida) Facile da inghiottire Comodo da usare Efficace Difficile da dosare (uso del contagocce) Molto facile da overdose La tintura può contenere piccole quantità di alcol Prezzo più alto

Scegli il formato che più ti si addice e goditi l’integrazione!

Combinazioni con altri ingredienti

Sapevi che il biancospino può essere combinato con altri composti per migliorare i suoi effetti? Generalmente, troverai che gli estratti di biancospino sono usati in combinazione con altri estratti con proprietà rilassanti, come:

  • Passiflora: Il fiore del “frutto della passione” o passion fruit ha proprietà sedative e rilassanti. Insieme al biancospino, possono aiutarti ad addormentarti se lo stress ti sta facendo degli scherzi (11).
  • Valeriana: Questa pianta ha dimostrato in numerosi studi di avere proprietà ansiolitiche, che possono essere potenziate se usata in combinazione con il biancospino (10).
  • Melatonina: L'”ormone del sonno”, come è anche conosciuto, può aiutare a ridurre la tensione notturna e a ridurre il tempo trascorso a letto prima di addormentarsi. Combinandolo con il biancospino potrebbe fare la differenza “prima e dopo” il tuo riposo notturno (12).
  • Foglia d’ulivo: La foglia d’ulivo è ricca di acidi grassi essenziali e può anche aiutare a controllare gli aumenti transitori della pressione sanguigna causati da nervi, discussioni o stress (13).

I fiori, le foglie e i frutti del biancospino hanno proprietà rilassanti e cardioprotettive. (Fonte: Mazzocco: 121391577/ 123rf.com)

Rapporto qualità-prezzo

Quanto dovrebbe valere un buon integratore di biancospino? Non troppo! Un mese di trattamento con tintura o capsule di biancospino costa circa 10 euro. D’altra parte, gli infusi di questa pianta sono ancora più economici, a circa 6 euro per un sacchetto da 50 grammi (sufficiente per 20 infusi).

Economico, sicuro e con un grande potenziale, cosa potresti chiedere di più agli integratori di biancospino?

Riassunto

Nervi, palpitazioni e malessere. Se sei già stato dal tuo medico e hai escluso una malattia grave, potrebbe esserti stato detto che “lo stress” è la colpa della tua sofferenza. In questo caso, gli integratori di biancospino potrebbero aiutare il tuo corpo a rilassarsi e farti sentire “come nuovo”.

Perché questo integratore è naturale, 100% vegetale, poco costoso e ha un grande potenziale per calmare i tuoi nervi e proteggere il tuo cuore. Rimani sintonizzato per nuovi studi su questa pianta, che potrebbe essere il tuo alleato quotidiano, specialmente se soffri di lieve ansia o nervosismo. Prova il biancospino!

Se hai scoperto il biancospino attraverso questo articolo, per favore lascia un commento e condividi sui tuoi social network – ci aiuterai molto!

(Fonte dell’immagine: Morijn: 27637599/ 123rf.com)

Riferimenti (13)

1. Hawthorne Monograph from Restorative Medicine .
Fonte

2. Pallardo Fernández I. El espino blanco, en el corazón de la salud. Med e Investig . 1 de enero de 2016;4(1):35-41.
Fonte

3. Walker AF, Marakis G, Morris AP, Robinson PA. Promising hypotensive effect of hawthorn extract: A randomized double-blind pilot study of mild, essential hypertension. Phyther Res . febrero de 2002;16(1):48-54.
Fonte

4. Tadić VM, Dobrić S, Marković GM, Dordević SM, Arsić IA, Menković NR, et al. Anti-inflammatory, gastroprotective, free-radical-scavenging, and antimicrobial activities of hawthorn berries ethanol extract. J Agric Food Chem . 10 de septiembre de 2008 ;56(17):7700-9.
Fonte

5. Dalli E, Vallés J, Cosín-Sales J, Santos MT, Moscardó A, Milara J, et al. Effects of hawthorn (Crataegus laevigata) on platelet aggregation in healthy volunteers . Vol. 128, Thrombosis Research. 2011. p. 398-400
Fonte

6. Long SR, Carey RA, Crofoot KM, Proteau PJ, Filtz TM. Effect of hawthorn (Crataegus oxycantha) crude extract and chromatographic fractions on multiple activities in a cultured cardiomyocyte assay. Phytomedicine . 24 de noviembre de 2006 ;13(9-10):643-50.
Fonte

7. Lim DW, Han T, Jung J, Song Y, Um MY, Yoon M, et al. Chlorogenic Acid from Hawthorn Berry (Crataegus pinnatifida Fruit) Prevents Stress Hormone-Induced Depressive Behavior, through Monoamine Oxidase B-Reactive Oxygen Species Signaling in Hippocampal Astrocytes of Mice. Mol Nutr Food Res . 1 de agosto de 2018 ;62(15):1800029.
Fonte

8. Tassell M, Kingston R, Gilroy D, Lehane M, Furey A. Hawthorn (Crataegus spp.) in the treatment of cardiovascular disease . Vol. 4, Pharmacognosy Reviews. Wolters Kluwer — Medknow Publications; 2010 . p. 32-41.
Fonte

9. Can ÖD, Özkay ÜD, Öztrk N, Öztürk Y. Effects of hawthorn seed and pulp extracts on the central nervous system. Pharm Biol . 2 de agosto de 2010 ;48(8):924-31.
Fonte

10. Savage K, Firth J, Stough C, Sarris J. GABA-modulating phytomedicines for anxiety: A systematic review of preclinical and clinical evidence. Phyther Res . 1 de enero de 2018 ;32(1):3-18.
Fonte

11. Wheatley D. Medicinal plants for insomnia: a review of their pharmacology, efficacy and tolerability. J Psychopharmacol . julio de 2005;19(4):414-21.
Fonte

12. schwartz JRL, Roth T. Shift work sleep disorder: Burden of illness and approaches to management. Vol. 66, Drugs. Adis International Ltd; 2006. p. 2357-70.
Fonte

13. Sun W, Frost B, Liu J. Oleuropein, unexpected benefits!. Vol. 8, Oncotarget. Impact Journals LLC; 2017 . p. 17409-17409.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo scientifico
Hawthorne Monograph from Restorative Medicine .
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Pallardo Fernández I. El espino blanco, en el corazón de la salud. Med e Investig . 1 de enero de 2016;4(1):35-41.
Vai alla fonte
Studio umano
Walker AF, Marakis G, Morris AP, Robinson PA. Promising hypotensive effect of hawthorn extract: A randomized double-blind pilot study of mild, essential hypertension. Phyther Res . febrero de 2002;16(1):48-54.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Tadić VM, Dobrić S, Marković GM, Dordević SM, Arsić IA, Menković NR, et al. Anti-inflammatory, gastroprotective, free-radical-scavenging, and antimicrobial activities of hawthorn berries ethanol extract. J Agric Food Chem . 10 de septiembre de 2008 ;56(17):7700-9.
Vai alla fonte
Studio umano
Dalli E, Vallés J, Cosín-Sales J, Santos MT, Moscardó A, Milara J, et al. Effects of hawthorn (Crataegus laevigata) on platelet aggregation in healthy volunteers . Vol. 128, Thrombosis Research. 2011. p. 398-400
Vai alla fonte
Studio in vitro
Long SR, Carey RA, Crofoot KM, Proteau PJ, Filtz TM. Effect of hawthorn (Crataegus oxycantha) crude extract and chromatographic fractions on multiple activities in a cultured cardiomyocyte assay. Phytomedicine . 24 de noviembre de 2006 ;13(9-10):643-50.
Vai alla fonte
Studi sugli animali
Lim DW, Han T, Jung J, Song Y, Um MY, Yoon M, et al. Chlorogenic Acid from Hawthorn Berry (Crataegus pinnatifida Fruit) Prevents Stress Hormone-Induced Depressive Behavior, through Monoamine Oxidase B-Reactive Oxygen Species Signaling in Hippocampal Astrocytes of Mice. Mol Nutr Food Res . 1 de agosto de 2018 ;62(15):1800029.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Tassell M, Kingston R, Gilroy D, Lehane M, Furey A. Hawthorn (Crataegus spp.) in the treatment of cardiovascular disease . Vol. 4, Pharmacognosy Reviews. Wolters Kluwer — Medknow Publications; 2010 . p. 32-41.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Can ÖD, Özkay ÜD, Öztrk N, Öztürk Y. Effects of hawthorn seed and pulp extracts on the central nervous system. Pharm Biol . 2 de agosto de 2010 ;48(8):924-31.
Vai alla fonte
Revisione sistematica
Savage K, Firth J, Stough C, Sarris J. GABA-modulating phytomedicines for anxiety: A systematic review of preclinical and clinical evidence. Phyther Res . 1 de enero de 2018 ;32(1):3-18.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Wheatley D. Medicinal plants for insomnia: a review of their pharmacology, efficacy and tolerability. J Psychopharmacol . julio de 2005;19(4):414-21.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
schwartz JRL, Roth T. Shift work sleep disorder: Burden of illness and approaches to management. Vol. 66, Drugs. Adis International Ltd; 2006. p. 2357-70.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Sun W, Frost B, Liu J. Oleuropein, unexpected benefits!. Vol. 8, Oncotarget. Impact Journals LLC; 2017 . p. 17409-17409.
Vai alla fonte
Recensioni