Polvere e compresse
Ultimo aggiornamento: 05/06/2020

Il nostro metodo

22Prodotti analizzati

39Ore impiegate

16Studi valutati

132Commenti raccolti

Perché il collagene idrolizzato è diventato così famoso? È vero che ritarda l’invecchiamento della pelle? Chiunque può assumere il collagene idrolizzato? L’interesse della gente a prendersi cura della propria salute ed estetica, a prevenire malattie e a rallentare l’invecchiamento, cresce giorno dopo giorno. Nel mondo degli integratori, il collagene idrolizzato è un indiscusso protagonista.

La struttura della pelle, le articolazioni, i capelli e le unghie dipendono dal collagene, una proteina la cui sintesi inizia a ridursi a partire dai 25 anni. Per ritardare l’invecchiamento, mantenere la bellezza della pelle e proteggere la salute articolare, esistono gli integratori di collagene idrolizzato, che, generalmente, sono di origine bovina o marina.

Le cose più importanti in breve

  • Il collagene idrolizzato è un tipo di integratore alimentare che si ottiene dalla degradazione parziale del collagene (catena lunga di amminoacidi) in peptidi (catene corte, formate da 2 o 3 amminoacidi). L’obiettivo dell’idrolisi del collagene è facilitarne la digestione e l’assimilazione.
  • Esistono diverse forme di presentazione degli integratori di collagene idrolizzato: polvere, liquido, capsule e compresse. Inoltre, il collagene può derivare da diverse fonti di origine animale, come ad esempio carne bovina, pesce e guscio d’uovo.
  • Data l’elevata richiesta, il mercato offre numerosi integratori di collagene idrolizzato. Per scegliere il migliore, è fondamentale valutare i seguenti criteri di acquisto: origine, ingredienti aggiunti, formato di presentazione, allergeni e certificazioni.

I migliori integratori di collagene sul mercato: la nostra selezione

Sul mercato, è possibile trovare una grande varietà di prodotti di collagene idrolizzato. Per soddisfare le elevate esigenze dei consumatori, i produttori hanno sviluppato diverse forme di presentazione e hanno aggiunto altri nutrienti e sostanze. A nostro giudizio, i migliori integratori di collagene idrolizzato sono:

Il miglior integratore di collagene bovino idrolizzato in polvere

Collagene bovino idrolizzato puro, in polvere, presentato in un flacone da 450 g. La razione giornaliera raccomandata è di 10 o 20 grammi. Ha un sapore neutro e si dissolve facilmente in qualsiasi bevanda calda o fredda senza lasciare grumi. Senza glutine, latticini e soia.

Questo integratore di collagene viene rapidamente assimilato. Si raccomanda per rafforzare capelli e unghie e di riguadagnare compattezza della pelle.

Le migliori capsule di collagene marino idrolizzato

Capsule di collagene marino idrolizzato, vitamina C, magnesio e acido ialuronico. Il contenitore contiene 90 capsule e si consiglia di assumere 2 unità al giorno. Ogni porzione fornisce 800 mg di collagene marino, 80 mg di vitamina C, 70 mg di magnesio gluconato e 20 mg di acido ialuronico.

Questo prodotto è privo di glutine e lattosio. Migliora la salute delle articolazioni e delle ossa e ritarda l’invecchiamento cutaneo.

Il miglior collagene idrolizzato liquido per la pelle

Integratore per la salute della pelle presentato in un formato da 15 fiale e 15 bustine. Il trattamento prevede l’assunsione di una unità al giorno la mattina (la fiala con resveratrolo, acido alfa-lipoico, coenzima Q10, estratti di echinacea, tra gli altri) e la sera (la bustina con collagene marino idrolizzato, acido ialuronico, centella asiatica, vitamina C e vitamina D, tra gli altri).

Il sapore è gradevole secondo chi ha acquistato questo integratore che sembra avere un ottimo effetto anche sulle articolazioni.

Il miglior collagene marino idrolizzato in polvere

Polvere di collagene marino idrolizzato, derivato da pesci selvatici che non sono stati allevati in cattività. La confezione contiene 142 g di prodotto e si consiglia di consumare 10 g al giorno, miscelati con acqua o altro liquido. Sapore neutro.

Prima di elaborare il pesce per ottenere il collagene, vengono eseguite analisi per garantire l’assenza di metalli pesanti. Questo integratore è privo di glutine e lattosio. Alcuni utilizzatori ci tengo a precisare che il sapore non è neutro e per qualcuno è difficile da buttare giù.

Il collagene marino idrolizzato con il sapore più buono

Polvere di collagene marino idrolizzato, derivato da pesci selvatici che non sono stati allevati in cattività. La confezione contiene 28 bustine monoporzione da miscelare con acqua o altro liquido. Sapore alla pesca.

Le recensioni, oltre a sottolineare il rapporto qualità prezzo e l’efficacia, esaltano il sapore del prodotto che è particolarmente piacevole.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul collagene idrolizzato

Di fronte all’enorme offerta di integratori di collagene idrolizzato, è importante sapere, tra le altre cose, a che cosa servono realmente questi prodotti, come devono essere utilizzati e per quanto tempo. In questa sezione, troverai informazioni aggiornate sul collagene idrolizzato e imparerai ad assumerlo nel modo corretto:

Viso di donna ad occhi chiusi

La perdita di collagene può verificarsi in maniera accelerata, a causa dell’esposizione al sole, dell’assunzione di zuccheri in eccesso o di tabacco, dell’abuso di alcol e dell’inquinamento ambientale. (Fonte: Puhhha: 133496689/ 123rf.com)

Cos’è il collagene idrolizzato?

Il collagene idrolizzato è un integratore che si ottiene dalla degradazione parziale del collagene presente nei legamenti, nei tendini, nelle ossa, nella pelle, nelle cartilagini e nelle squame di diversi animali. Mediante processi enzimatici, le catene lunghe di amminoacidi che formano la proteina collagene vengono frammentate in peptidi, cioè unioni di 2 o 3 amminoacidi (1, 2).

I peptidi di collagene vengono assimilati molto più velocemente della proteina intera, dato che praticamente non richiedono digestione. Il collagene idrolizzato si presenta in formati facili da assumere, come fiale (liquido), polveri e capsule. Dato che la produzione di collagene diminuisce con l’invecchiamento, l’uso di integratori permette di attenuare tale processo (1).

Primo piano su un cucchiaino con polvere

Il collagene idrolizzato è un integratore che si ottiene dalla degradazione parziale del collagene presente nei legamenti, nei tendini, nelle ossa, nella pelle, nelle cartilagini e nelle squame di diversi animali. (Fonte: Acevedo: 110893218/ 123rf.com)

Quali sono i benefici del collagene idrolizzato?

Il collagene è la proteina maggiormente presente nel corpo umano e rappresenta il 25%-30% dell’apporto proteico totale. Esistono più di 20 tipi di collagene, appartenenti a diversi tessuti: pelle, ossa, cartilagini, arterie e tendini. Tale proteina conferisce forza e resistenza e agisce anche come una sorta di cemento che unisce le cellule tra loro (1, 3).

Il collagene presente nelle diverse strutture corporee si degrada e si sintetizza continuamente. Ma, intorno ai 25-30 anni, la produzione di collagene nell’organismo comincia a ridursi e la quantità di proteina sintetizzata non è più sufficiente per compensarne la degradazione. In tale situazione, il collagene idrolizzato può risultare molto utile:

Collagene idrolizzato per la pelle

La pelle e le articolazioni sono le parti del corpo in cui si manifestano i primi segnali della riduzione di sintesi del collagene. La pelle risulta meno morbida, tesa e idratata, e compaiono le rughe. Per mitigare questo invecchiamento della pelle, è possibile assumere collagene idrolizzato (4).

Sia i consumatori che molti partecipanti a diversi studi mirati a valutare l’effetto del collagene idrolizzato sulla pelle riferiscono che questo prodotto:

  • Migliora l’elasticità e la solidità della pelle (5, 6, 7).
  • Riduce la profondità delle rughe, anche di quelle nella piega nasolabiale (5, 6, 7).
  • Aumenta l’idratazione (5, 6, 7).
  • Allevia la secchezza dell’epidermide (lo strato più esterno della pelle) (5).

Collagene idrolizzato per le articolazioni

La perdita di collagene in diversi componenti delle articolazioni (cartilagini, tendini, legamenti) si manifesta con dolore e perdita di mobilità articolare. Gli integratori di collagene idrolizzato possono migliorare la struttura della cartilagine articolare e risultare molto utili in caso di osteoartrite, migliorando la mobilità e riducendo il dolore (8, 9).

È stato anche studiato l’impatto del collagene idrolizzato per sportivi privi di malattie articolari e si ritiene che potrebbe prevenire il decadimento articolare, anche se, per averne prova certa, saranno necessarie ulteriori ricerche. D’altra parte, si sta studiando il potenziale terapeutico del collagene idrolizzato per prevenire l’osteoartrite (10, 11).

Collagene idrolizzato per le ossa

Vari studi associano l’assunzione di collagene idrolizzato ad una maggiore densità minerale ossea e ad un minore rischio di osteoporosi. Tuttavia, anche per confermare questo effetto, saranno necessarie ulteriori ricerche. D’altra parte, il collagene idrolizzato può rafforzare l’effetto della calcitonina, un ormone che aiuta a conservare la massa ossea in caso di osteoporosi (12, 13).

Collagene idrolizzato per i muscoli

Anche se il collagene fa parte dei muscoli, non ha alcuna utilità assumere questo integratore per aumentare la massa muscolare. Tuttavia, è stato dimostrato che il collagene idrolizzato aiuta a mitigare la sarcopenia negli anziani, cioè la perdita di massa e forza muscolare come conseguenza dell’invecchiamento (14).

Collagene idrolizzato per i capelli e le unghie

Il collagene idrolizzato favorisce la crescita di unghie e capelli, altri componenti del corpo che vengono influenzati dalla riduzione della sintesi di questa proteina. Inoltre, combatte la fragilità delle unghie e dei capillari. Questo tipo di integratori va assunto per 4-8 settimane, prima di iniziare a notarne i risultati (15).

Altre proprietà del collagene idrolizzato

I peptidi del collagene idrolizzato possono esercitare effetti antiossidanti e antimicrobici nell’organismo e oggi sono numerosi gli studi che si stanno svolgendo in questo ambito. l collagene idrolizzato inoltre favorisce la cicatrizzazione delle ferite e la riparazione di diversi tessuti (1).

Integratori in polvere su sfondo verde

Il collagene è presente soltanto in fonti di origine animale. I prodotti commercializzati come «collagene vegano» sono mix di vitamina C, zinco, acido ialuronico e amminoacidi, che servono come substrati per la produzione di questa proteina nel corpo umano. (Fonte: Vlasova: 137600670/ 123rf.com)

Quali tipi di integratori di collagene idrolizzato esistono?

Gli integratori di collagene idrolizzato si presentano sotto forma di polvere, liquido, capsule e compresse. Tuttavia, è possibile classificarli anche a seconda dell’origine, cioè in base alle fonti naturali da cui il collagene viene estratto. Secondo questo criterio, i tipi di collagene idrolizzato sono (1):

  1. Collagene idrolizzato bovino puro: il collagene viene estratto dalle ossa, dai tendini e dai legamenti dei bovini e degradato mediante diversi enzimi. Si presenta sotto forma di polvere, liquido e capsule.
  2. Collagene idrolizzato marino puro: si ottiene dalla pelle, dalle squame, dalle cartilagini e dalle lische di diversi pesci, tra cui la tilapia, il merluzzo e il pacu. Viene commercializzato sotto forma di polvere, capsule e liquido.
  3. Mix di collagene idrolizzato: possono contenere collagene derivante da bovini, suini, pollo, pesce, guscio d’uovo e pelle di rana. Generalmente, queste miscele si presentano in polvere.

Quali aspetti bisogna considerare al momento di assumere collagene idrolizzato per la pelle?

La perdita di collagene inizia tra i 25 e i 30 anni e si accentua sempre di più. Si stima che una persona di 80 anni abbia perso il 75% del collagene che possedeva in gioventù. Gli integratori di collagene idrolizzato possono aiutare a mitigare questo processo, ma occorre tenere in considerazione le seguenti raccomandazioni (1):

  • Età: l’età adatta per iniziare ad assumere collagene idrolizzato è a partire dai 35 anni.
  • Dosi: per ottenere una pelle più tesa e ridurre la profondità delle rughe, è necessario assumere tra 2 e 10 grammi al giorno di collagene idrolizzato.
  • Tempo di assunzione: i risultati saranno positivi se si assumerà collagene idrolizzato a medio termine, tra 4 e 24 settimane. Si consiglia di sospendere l’assunzione per un mese ogni 3 o 6 mesi, ma dipenderà dalle dosi che si stanno assumendo.
  • Strategie complementari: integrare il collagene idrolizzato con l’applicazione topica sulla pelle di creme e fiale di vitamina C o retinolo (vitamina A) aiuta ad ottenere eccellenti risultati. Si stimola così la sintesi del collagene sia internamente che esternamente.

Che cos’è il brodo di ossa (bone broth)?

Il collagene abbonda nelle cartilagini, nelle ossa, nei tendini e nella pelle degli animali. Dato che consumiamo raramente questi alimenti, si è ricorsi ad un’antica ricetta per preparare un brodo di ossa (bone broth) e assumere collagene naturale. Il brodo di ossa può essere consumato da solo o può essere aggiunto a piatti dolci o salati, sia liquidi che solidi.

Il bone broth viene assimilato facilmente ed è più salutare della gelatina, dato che quest’ultima contiene zuccheri semplici (tranne la versione light), coloranti e aromatizzanti artificiali. La tecnica per preparare questo brodo consiste nell’immergere in acqua ossa di vitello, pollo o pesce e cuocerle a fuoco lento per diverse ore. Una volta pronto, deve essere colato.

Le proteine Whey possono sostituire un integratore di collagene idrolizzato?

Le proteine Whey posseggono un eccellente profilo di amminoacidi per favorire lo sviluppo di massa muscolare, ma non apportano grandi quantità di amminoacidi maggioritari nel collagene, vale a dire glicina, prolina e idrossiprolina. Inoltre, il collagene idrolizzato contiene ulteriori sostanze che rafforzano il suo effetto sulla pelle e sulle articolazioni (16).

Per porzione di 10 grammi Proteina Whey idrolizzata Collagene idrolizzato
Contenuto di glicina 156 mg 2470 mg
Contenuto di prolina 421 mg 1390 mg
Contenuto di idrossiprolina 213 mg 1160 mg

Come va assunto il collagene idrolizzato per prendersi cura delle articolazioni?

I benefici del collagene idrolizzato per le articolazioni, soprattutto in caso di osteoartrite e lesioni sportive, si osservano tra i 2 e i 6 mesi successivi all’inizio dell’assunzione dell’integratore. Inoltre, è necessario rispettare la dose adeguata di collagene idrolizzato, cioè 8-12 grammi al giorno.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi degli integratori di collagene idrolizzato?

Il collagene idrolizzato può avere un impatto estremamente positivo sulla salute e sull’estetica, se assunto responsabilmente e senza abbandonare altre importanti abitudini nello stile di vita. Nella seguente tabella, presentiamo i vantaggi e gli svantaggi degli integratori di collagene idrolizzato:

Vantaggi
  • Presenta un’ottima biodisponibilità, vale a dire che si assimila in poco tempo e quasi totalmente.
  • È facile da assumere.
  • Si presenta in diversi formati (liquido, polvere, capsule) e sapori, per adattarsi alle preferenze del consumatore.
  • Il collagene idrolizzato in polvere è molto versatile e può essere utilizzato nei frullati e in varie ricette, come ad esempio nei pancake.
  • Il suo prezzo è moderato, accessibile. A titolo di esempio, se si assume una dose quotidiana di 10 g di polvere, costa circa 11-13 euro al mese.
  • È sicuro per la salute e presenta pochissime controindicazioni.
Svantaggi
  • Alcune persone, quando iniziano ad assumere un integratore di collagene idrolizzato, trascurano altre abitudini salutari: uso di protezione solare, dieta equilibrata, idratazione, applicazione quotidiana di creme e fiale facciali.
  • Non è adatto per vegetariani e vegani.
  • Alcuni integratori di collagene dal «sapore neutro o naturale» possono lasciare in bocca un gusto amaro o sgradevole

Quali effetti indesiderati può comportare il collagene idrolizzato?

Il collagene idrolizzato è solitamente ben tollerato e raramente produce effetti indesiderati, per esempio mal di stomaco, anche se assunto a lungo termine. Alcuni prodotti in polvere possono lasciare un cattivo sapore in bocca, dopo l’assunzione, ma per la maggior parte risultano gradevoli per il consumatore (5).

Quali sono le controindicazioni per gli integratori di collagene idrolizzato?

Al fine di evitare effetti indesiderati, le donne incinte e che allattano, così come tutti coloro che assumono farmaci o soffrono di qualche malattia cronica, devono consultare il medico, prima di assumere collagene idrolizzato. In ogni caso, le controindicazioni di questa proteina idrolizzata sono davvero poche:

  1. Minori di 18 anni.
  2. Le persone allergiche al pesce o ai crostacei devono evitare il collagene marino o i mix che lo contengano.
  3. Soggetti affetti da iperuricemia (acido urico elevato nel sangue), gotta, malattie epatiche o renali gravi, per evitare un sovraccarico di proteine.

Gianni Inaudi Nutrizionista

“L’unico modo per apportare collagene all’organismo è consumando ossa, cartilagini, lische e pelle animali”.

Criteri di acquisto

Di fronte a tanta varietà di integratori di collagene idrolizzato, è importante valutare con cura le caratteristiche di ciascun prodotto, al fine di scegliere il migliore per te e non lasciarti influenzare soltanto dalle campagne pubblicitarie. I criteri di acquisto principali per il collagene idrolizzato sono:

Origine

Il collagene idrolizzato può essere di origine marina, suina, bovina o avicola. La maggior parte degli integratori viene realizzata a partire da tendini, legamenti, cartilagini, pelle e ossa di vitello o pesce. In quest’ultimo caso, vengono utilizzate anche le lische e le squame. Tutte le fonti citate possono servire per realizzare un prodotto di ottima qualità.

Tuttavia, è fondamentale scegliere un collagene idrolizzato ecologico, che si ottenga da bovini allevati a pascolo (grass fed), pollame da cortile e pesci selvatici (non allevati in cattività). In tal modo, si ha la certezza che, per il loro allevamento, non siano stati utilizzati OGM (organismi geneticamente modificati), antibiotici, né altre sostanze chimiche sintetiche.

Polvere in cucchiai di legno

Gli integratori di collagene idrolizzato si presentano sotto forma di polvere, liquido, capsule e compresse. (Fonte: Acevedo: 110893048/ 123rf.com)

Formato di presentazione

Il collagene idrolizzato, qualunque sia la sua origine, può essere assunto sotto forma di liquido, polvere o capsule. Anche se la maggior parte delle persone lo assume in polvere, ogni formato presenta i propri vantaggi e svantaggi. Qui di seguito, presentiamo una tabella che mostra le principali caratteristiche e modalità di utilizzo dei diversi formati di collagene idrolizzato:

Collagene liquido Collagene in polvere Collagene in capsule
Sapore Generalmente, ha un sapore fruttato. Neutro o fruttato. Neutro.
Modalità di assunzione Va bevuto da solo, senza bisogno di mescolarlo o diluirlo. Prima dell’assunzione, va sciolto in acqua, frullati o infusioni, o mescolato nell’impasto dei pancake. Deve essere accompagnato soltanto da un sorso d’acqua per facilitare la deglutizione.
Dose giornaliera raccomandata Da 10 a 30 ml. Da 2 a 10 g. Da 1 a 2 unità.
Prezzo medio per dose quotidiana Tra 1,2 e 1,4 euro. Tra 0,34 e 0,99 euro. Tra 0,15 e 0,33 euro.

Ingredienti aggiunti

Le vitamine, i minerali e altre sostanze che si aggiungono al collagene idrolizzato sono destinate a potenziarne l’effetto su pelle, unghie, articolazioni e capelli. Per questo motivo, è importante tenere in considerazione quali sono gli ingredienti aggiuntivi dell’integratore e a che cosa servono:

  • MSM (metilsulfonilmetano): esercita un effetto antinfiammatorio ed è benefico per le articolazioni.
  • Condroitina e glucosamina: alleviano il dolore e la rigidità articolare.
  • Acido ialuronico: aiuta a far sì che la pelle trattenga più acqua e ne migliora l’idratazione. Migliora anche la lubrificazione nelle articolazioni.
  • Coenzima Q10: è un potente antiossidante e ritarda l’invecchiamento associato all’età e anche quello legato all’esposizione al sole (fotoinvecchiamento).
  • Zinco: è un minerale fondamentale per la produzione di collagene.
  • Magnesio: è un minerale essenziale per la salute delle ossa.
  • Vitamina C: è un antiossidante e partecipa alla sintesi del collagene.

Allergeni

Le fonti di collagene non contengono glutine nella sua forma naturale. Tuttavia, è possibile che, durante l’elaborazione, si verifichi una contaminazione crociata e che il prodotto finale contenga allergeni, come glutine, uovo, soia, frutta secca o latte. In caso di allergie alimentari, è necessario leggere attentamente l’etichetta del prodotto per scongiurare la presenza di qualche allergene.

Le persone celiache devono cercare il simbolo corrispondente che assicuri che il prodotto è privo di glutine. D’altra parte, gli individui allergici al pesce o ai crostacei devono evitare il collagene marino, sia puro che in mix. La glucosamina può derivare dai crostacei e non è adatta alle persone allergiche a questi alimenti.

Roberta RenzoniMedico

“Assumere collagene idrolizzato risulta particolarmente indispensabile nei casi in cui le varianti genetiche determinino un elevato tasso di degradazione di collagene. È anche necessario assumere questi integratori quando sussistono situazioni carenziali, come nell’età della premenopausa, quando iniziamo a presentare minore elasticità nella pelle, nei legamenti, a livello muscolare”.

Certificazioni di qualità

Le certificazioni di qualità HACCP (sistema di analisi dei pericoli e punti di controllo critico), GMP (norme di buona fabbricazione) e ISO 9001 (organizzazione internazionale per la normazione) sono auspicabili in qualsiasi integratore, poiché ne assicurano la non pericolosità. Nel collagene idrolizzato, queste certificazioni garantiscono:

  1. Che gli integratori di collagene marino non contengono livelli nocivi di metalli pesanti.
  2. Che la materia prima usata per realizzare gli integratori di collagene bovino era priva di prioni (proteine anomale) legati all’encefalopatia spongiforme bovina (morbo della mucca pazza).
  3. Che la concentrazione del collagene e di altri ingredienti nell’integratore è sempre costante e non varia da una partita all’altra.

Conclusioni

Il collagene idrolizzato è un integratore principalmente realizzato per la cura della pelle, delle articolazioni, delle unghie e dei capelli. Negli anziani, può anche favorire la salute ossea e muscolare. Si tratta di un integratore alimentare sicuro per la salute, con poche controindicazioni, generalmente di origine bovina o marina.

Attualmente, molte donne sopra i 35 anni assumono collagene idrolizzato per ridurre la profondità delle rughe, migliorare l’idratazione, rendere la pelle più tesa ed elastica e rafforzare le unghie e i capelli. In caso di osteoartrite, l’assunzione di collagene idrolizzato si associa a minor dolore e maggiore mobilità.

Se la nostra guida sul collagene idrolizzato ti è piaciuta, lasciaci un commento o condividila sui tuoi social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Acevedo: 146767472/ 123rf.com)

Riferimenti (16)

1. León López A et al. Hydrolyzed Collagen—Sources and Applications [Internet]. 2019.
Fonte

2. Mohammad A, Suhimi N, Aziz A, Jahim J. Process for Production of Hydrolysed Collagen from Agriculture Resources: Potential for Further Development [Internet]. 2014.
Fonte

3. Sandhu S, Gupta S, Bansal H, Singla K. Collagen in Health and Disease [Internet]. 2012.
Fonte

4. Valenga Baroni E et al. Influence of aging on the quality of the skin of white women. The role of collagen [Internet]. 2012.
Fonte

5. Bolke L, Schlippe G, Gerb J, Voss W. A Collagen Supplement Improves Skin Hydration, Elasticity, Roughness, and Density: Results of a Randomized, Placebo-Controlled, Blind Study [Internet]. 2019.
Fonte

6. Borumand M, Sibilla S. Daily consumption of the collagen supplement Pure Gold Collagen® reduces visible signs of aging [Internet]. 2014.
Fonte

7. Borumand M, Sibilla S. Effects of a nutritional supplement containing collagen peptides on skin elasticity, hydration and wrinkles [Internet].2015.
Fonte

8. Bello A, Oesser S. Collagen hydrolysate for the treatment of osteoarthritis and other joint disorders: a review of the literatura [Internet]. 2006.
Fonte

9. Jiang J et al. Collagen peptides improve knee osteoarthritis in elderly women: A 6-month randomized, double-blind, placebo-controlled study [Internet]. 2014.
Fonte

10. Clark K et al. 24-Week study on the use of collagen hydrolysate as a dietary supplement in athletes with activity-related joint pain [Internet]. 2008.
Fonte

11. Dar Q et al. Daily oral consumption of hydrolyzed type 1 collagen is chondroprotective and anti-inflammatory in murine posttraumatic osteoarthritis [Internet]. 2017.
Fonte

12. Porfírio E. Collagen supplementation as a complementary therapy for the prevention and treatment of osteoporosis and osteoarthritis: a systematic review [Internet]. 2016.
Fonte

13. Kanterewicz Binstock E. Experiencia con calcitonina en la osteoporosis posmenopáusica [Internet]. 2001.
Fonte

14. Zdzieblik D et al. Collagen peptide supplementation in combination with resistance training improves body composition and increases muscle strength in elderly sarcopenic men: a randomised controlled trial [Internet]. 2015.
Fonte

15. Hexsel D et al. Oral supplementation with specific bioactive collagen peptides improves nail growth and reduces symptoms of brittle nails [Internet]. 2017.
Fonte

16. Sinha R, Radha C, Prakash J, Kaul P. Whey protein hydrolysate: Functional properties, nutritional quality and utilization in beverage formulation [Internet]. 2007.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Romina Nutrizionista
Ho una laurea in Nutrizione e sono una Coach in Salute e Benessere. Poco dopo la laurea ho iniziato a scrivere articoli su cibo e nutrizione perché ho notato che le persone leggevano molto su questi argomenti, ma, nella maggior parte dei casi, le informazioni ottenute erano errate o false. Il mio obiettivo è quello di scrivere articoli che siano veri, utili e interessanti per il lettore.
Articolo scientifico
León López A et al. Hydrolyzed Collagen—Sources and Applications [Internet]. 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Mohammad A, Suhimi N, Aziz A, Jahim J. Process for Production of Hydrolysed Collagen from Agriculture Resources: Potential for Further Development [Internet]. 2014.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Sandhu S, Gupta S, Bansal H, Singla K. Collagen in Health and Disease [Internet]. 2012.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Valenga Baroni E et al. Influence of aging on the quality of the skin of white women. The role of collagen [Internet]. 2012.
Vai alla fonte
Articolo informativo
Bolke L, Schlippe G, Gerb J, Voss W. A Collagen Supplement Improves Skin Hydration, Elasticity, Roughness, and Density: Results of a Randomized, Placebo-Controlled, Blind Study [Internet]. 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Borumand M, Sibilla S. Daily consumption of the collagen supplement Pure Gold Collagen® reduces visible signs of aging [Internet]. 2014.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Borumand M, Sibilla S. Effects of a nutritional supplement containing collagen peptides on skin elasticity, hydration and wrinkles [Internet].2015.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Bello A, Oesser S. Collagen hydrolysate for the treatment of osteoarthritis and other joint disorders: a review of the literatura [Internet]. 2006.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Jiang J et al. Collagen peptides improve knee osteoarthritis in elderly women: A 6-month randomized, double-blind, placebo-controlled study [Internet]. 2014.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Clark K et al. 24-Week study on the use of collagen hydrolysate as a dietary supplement in athletes with activity-related joint pain [Internet]. 2008.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Dar Q et al. Daily oral consumption of hydrolyzed type 1 collagen is chondroprotective and anti-inflammatory in murine posttraumatic osteoarthritis [Internet]. 2017.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Porfírio E. Collagen supplementation as a complementary therapy for the prevention and treatment of osteoporosis and osteoarthritis: a systematic review [Internet]. 2016.
Vai alla fonte
Articolo informativo
Kanterewicz Binstock E. Experiencia con calcitonina en la osteoporosis posmenopáusica [Internet]. 2001.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Zdzieblik D et al. Collagen peptide supplementation in combination with resistance training improves body composition and increases muscle strength in elderly sarcopenic men: a randomised controlled trial [Internet]. 2015.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Hexsel D et al. Oral supplementation with specific bioactive collagen peptides improves nail growth and reduces symptoms of brittle nails [Internet]. 2017.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Sinha R, Radha C, Prakash J, Kaul P. Whey protein hydrolysate: Functional properties, nutritional quality and utilization in beverage formulation [Internet]. 2007.
Vai alla fonte