Ultimo aggiornamento: 29/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

30Commenti raccolti

Quante diete per diabetici ci sono? Dieci? Venti? Forse di più. La verità è che alcuni di essi sono approvati scientificamente, mentre altri sono stati creati da pseudo-professionisti. Un tema ricorrente nella dieta del diabete è il consumo di zuccheri, pane e farine (carboidrati).

Nel diabete non controllato, il corpo non è in grado di utilizzare il glucosio a causa di una mancanza di insulina o di un’azione difettosa dell’insulina. Il glucosio si accumula nel sangue e, se non controllato, può danneggiare vari organi. La dieta diabetica è essenziale per trattare questa malattia e in questa guida ti diciamo come seguirla.

Più importante

  • La dieta per diabetici non esclude i carboidrati, ma è importante che provengano principalmente da frutta, cereali integrali e legumi. L’enfasi è anche posta sulla qualità dei grassi, così come una quantità sufficiente di fibre e proteine.
  • Per ottenere il controllo del glucosio nel sangue, la dieta per il diabete deve essere combinata con i farmaci e l’attività fisica. Ci sono anche integratori che possono aiutare ad abbassare il glucosio nel sangue, per esempio la curcuma, la cannella e il fieno greco, un tipo di seme.
  • I migliori consigli per una dieta diabetica efficace includono: assicurati sempre di avere gli alimenti giusti in casa. Cucina e congela, sii fisicamente attivo, partecipa ai controlli medici e nutrizionali e considera gli integratori.

Dieta per diabetici: la nostra selezione

Tutto quello che devi sapere sulla dieta diabetica

Non è una novità che ci siano molte diete per diabetici. Tuttavia, mangiare correttamente per tenere a bada il diabete può essere molto più semplice di quanto tu possa pensare. In questa sezione daremo uno sguardo più da vicino alla dieta per il diabete e anche ai temuti carboidrati.

La dieta diabetica è una dieta che mira a mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro un range normale, prevenendo sia l’ipoglicemia che l’iperglicemia ed evitando o ritardando l’insorgenza di complicazioni legate al diabete. (Fonte: Adamowicz: 95076494/ 123rf.com)

Cos’è la dieta diabetica?

La dieta diabetica è una dieta che mira a mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro un range normale, prevenendo sia l’ipoglicemia che l’iperglicemia ed evitando o ritardando l’insorgenza delle complicazioni legate al diabete. Questi ultimi includono il piede diabetico, l’amputazione dell’arto e danni ai reni, al cuore, alla vista o ai nervi (1, 2).

Altri obiettivi chiave della dieta per il diabete sono raggiungere un peso sano e mantenere normali i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Verdure, frutta intera, legumi, noci, olio d’oliva, carni magre, pesce grasso e uova sono abbondanti nella dieta diabetica (1).

Quali tipi di diete diabetiche esistono?

Il numero di diete diabetiche è enorme. Mentre alcune diete mancano di basi scientifiche, molte di esse sono state sviluppate da professionisti e associazioni mediche e hanno avuto molto successo. Anche se non esiste un’unica dieta universale per il diabete, ecco tre piani per diabetici sani (3, 4, 5):

Dieta per diabetici Caratteristiche principali Vantaggi Svantaggi
Dieta DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension) Anche se questa dieta è stata progettata per trattare la pressione alta, può essere utile per le persone con diabete.

Si basa sul consumo di cereali e grani interi, verdure, frutta, legumi, latticini scremati, carni magre (preferibilmente pollame e pesce) e noci.
L’assunzione di sodio è limitata a meno di 2300 mg al giorno.

L’uso della dieta DASH per controllare il diabete comporta un miglioramento della glicemia a digiuno (livello di zucchero nel sangue) e dei valori di emoglobina glicosilata (misura le variazioni di glucosio nel sangue negli ultimi 3 mesi).

Questo piano mantiene anche i livelli di pressione sanguigna nella norma e previene le complicazioni cardiache e renali legate al diabete.

Non richiede l’uso di integratori o cibi non convenzionali.

Nessuno. È una dieta molto sana, che può essere seguita anche dal gruppo familiare.
Biggest Loser Questa dieta si basa sul seguire una piramide di 4 livelli che, se visti dal basso verso l’alto sono

  1. Verdure e frutta.
  2. Carne, pesce, latticini, uova e legumi.
  3. Pane, biscotti, cereali, riso e pasta.
  4. Dolci e grassi.

Raccomanda di mangiare quattro porzioni di frutta e verdura al giorno, tre porzioni al giorno di alimenti di livello 2, due porzioni al giorno di livello 3, e infine una porzione al giorno dell’ultimo livello della piramide (grassi e dolci)

La dieta Biggest Loser è ricca di fibre e proteine di buona qualità.

È un piano alimentare di facile comprensione grazie al supporto grafico della piramide.

I diabetici che hanno seguito la dieta Biggest Loser hanno migliorato i loro livelli di emoglobina glicosilata e di glicemia a digiuno.

La dieta Biggest Loser faceva parte di uno show televisivo ed è stata considerata da alcuni professionisti come un contributo alla stigmatizzazione dell’obesità.

Questa dieta può essere troppo povera di calorie (meno di 1200 calorie al giorno) per alcune persone, il che le predispone a rimbalzare e riprendere il peso perso.

Dieta Mediterranea Questo è il modello alimentare tradizionale dei paesi che circondano il Mediterraneo.

È dominato dal consumo di alimenti a base vegetale (frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci e olio d’oliva), latticini scremati e pesce. Il consumo di carne rossa, zuccheri e grassi saturi è basso.

È facile da fare e accessibile alla maggior parte delle persone.

Previene il diabete e aiuta a controllarlo.

Fornisce quantità adeguate di Omega 3, un tipo di grasso sano che aiuta a prevenire le complicazioni del diabete che colpisce il cuore, i reni e i vasi sanguigni.

Per far sì che i diabetici seguano questa dieta, è necessario definire le porzioni giornaliere di ogni gruppo di alimenti, poiché esistono più versioni della dieta mediterranea e questo può causare confusione.

La dieta diabetica deve eliminare i carboidrati?

No, nella dieta diabetica ciò che è importante è come i carboidrati sono combinati con altri nutrienti (proteine, fibre e grassi) e quanto sono consumati. Quest’ultimo dipende dalle caratteristiche fisiche e dallo stile di vita della persona, ad esempio se è sedentaria o attiva. I carboidrati sono necessari nella dieta per il diabete (5).

Numerose analisi e revisioni di diete a basso contenuto di carboidrati per il diabete hanno dimostrato che questo tipo di dieta non è benefica e predispone all’ipoglicemia (glucosio nel sangue inferiore al normale). L’ipoglicemia causa vertigini, svenimenti, palpitazioni, tremori e sudorazione, tra gli altri sintomi (5).

Perché l’indice glicemico degli alimenti è così importante nella dieta per il diabete?

L’indice glicemico (IG) degli alimenti riflette l’impatto che un alimento o un pasto avrà sui livelli di zucchero nel sangue (glucosio). Il numero di IG di un alimento mostra quanto e quanto velocemente aumenterà il glucosio nel sangue. Nella tabella qui sotto, mostriamo esempi di cibi ad alto, medio e basso IG (6, 7). .

Cibi ad alto IG (sopra i 70) Cibi a medio IG (tra 55 e 70) Cibi a basso IG (sotto i 55)
Glucosio (non zucchero normale, ma glucosio puro).
Pane bianco (non integrale).
Riso bianco.
Pasta fatta con farine raffinate.
Anguria.
Patate bollite, al forno (senza buccia) o schiacciate.
Carote bollite.
Crackers (non integrali).
Miele.
Cornflakes.
Pane integrale.
Pane pita.
Farina d’avena.
Riso integrale.
Couscous.
Granola o muesli.
Mais.
Ananas.
Barbabietola.
Banana.
Zucchero semplice.
Legumi (piselli, lenticchie, ceci).
Fragole, mela, arancia, pesca e la maggior parte della frutta intera, non succhi.
Patata dolce.
Verdure a foglia, pomodoro, melanzana, cipolla e quasi tutte le verdure.
Noci.
Pasta integrale.
Latticini.
Carne, uova, pesce e oli non contengono carboidrati e quindi non hanno indice glicemico.

Gli alimenti a basso e moderato indice glicemico sono raccomandati nelle diete diabetiche, ed esiste anche una dieta a basso indice glicemico dove l’attenzione non è né sull’assunzione di energia né sulla restrizione dei carboidrati, ma sulla predominanza di fonti alimentari a basso e moderato indice glicemico (6).

La dieta a basso indice glicemico include carboidrati lenti (cereali integrali, riso integrale, quinoa, legumi, frutta), proteine magre (uova, petto di pollo e tacchino, tagli di manzo a basso contenuto di grassi), pesce e grassi sani. Questa dieta è raccomandata per trattare il diabete gestazionale e può evitare l’uso dell’insulina (6).

È necessario contare i carboidrati in una dieta per il diabete?

Ogni professionista della nutrizione ed esperto di diabete ha la sua opinione. Alcuni raccomandano di contare i carboidrati per porzione di cibo, mentre altri esperti dicono che è importante scegliere alimenti con un basso indice glicemico, poiché due alimenti possono avere la stessa quantità di carboidrati, ma con un IG completamente diverso (8).

Nella dieta per il diabete di tipo 1 e il diabete gestazionale trattato con insulina, è essenziale contare la quantità di carboidrati perché questo determinerà la dose di insulina che deve essere somministrata. Si considera che ogni pasto dovrebbe fornire tra i 45 e i 60 g di carboidrati. Esempi di alimenti comuni che forniscono 15 g di carboidrati per porzione sono (8)

  • ½ frutto grande (mela, pesca, pompelmo) o 1 frutto piccolo.
  • 1/3 di tazza di farina d’avena cotta.
  • 50 g di pane (bianco o integrale è quasi lo stesso).
  • 5 cracker o cracker di crusca.
  • 2 tortillas per taco
  • 1/3 di tazza di riso, couscous o quinoa (cotto).
  • 1 tazza di fragole, mirtilli, mirtilli, more o lamponi.

La dieta diabetica non esclude i carboidrati, ma è importante che provengano principalmente da frutta, cereali integrali e legumi. (Fonte: Kachmar: 115514645/ 123rf.com)

Quali alimenti sono inclusi in una dieta per diabetici?

La dieta per diabetici non deve essere noiosa, insipida o monotona. Le persone con diabete possono mangiare quasi tutti gli alimenti, a patto che sappiano come moderare le porzioni, regolare la frequenza di consumo e combinare gli alimenti correttamente. I migliori alimenti per il diabete sono

  • Cereali e prodotti a base di cereali: farina integrale, pane integrale, cracker di crusca, farina d’avena, muesli, miglio, riso integrale, quinoa, grana di mais integrale, grano saraceno, bordeaux, grano saraceno.
  • Frutta: intera e a pezzi. I diabetici possono mangiare frutta perché, anche se fornisce zuccheri semplici, è una fonte di fibre. Quando è possibile, è preferibile mangiare la frutta con la buccia. I succhi di frutta dovrebbero essere evitati.
  • Verdure: tutte le verdure, crude e cotte. Le carote bollite hanno un alto indice glicemico, ma possono essere mescolate con altre verdure (ad esempio broccoli, piselli, pomodori) in modo da non alzare bruscamente la glicemia.
  • Tuberi: patata con la buccia, patata dolce.
  • Latticini: latte scremato e yogurt, ricotta a basso contenuto di grassi e formaggi duri e semiduri.
  • Uova: possono essere mangiate senza problemi, ma è consigliabile non friggerle.
  • Carne, pesce e frutti di mare: opta per tagli di manzo a basso contenuto di grassi, petto di pollo e tacchino, e pesce azzurro (ricco di Omega 3). Le carni ad alto contenuto di grassi dovrebbero essere evitate perché i grassi saturi dovrebbero essere monitorati anche nel diabete.
  • Legumi: tutti ilegumi sono ammessi perché sono ricchi di fibre e proteine che ritardano la digestione e l’assimilazione dei carboidrati. Ceci, lenticchie, piselli, fagioli.
  • Noci e semi: noci, mandorle, arachidi, pistacchi, anacardi, nocciole, chia, semi di girasole, semi di lino, sesamo.
  • Grassi: olio extravergine d’oliva, avocado, olive, burro di noci, olio di cocco.
  • Edulcoranti: stevia, saccarina, acesulfame K, aspartame, sucralosio, xilitolo. Quest’ultimo con moderazione perché può causare diarrea se assunto in eccesso.
  • Sostituti vegetali della carne: seitan, tofu, edamame e tempeh (7, 8, 9).

Quali sono gli alimenti “proibiti” nella dieta

per il diabete? Gli zuccheri semplici (zucchero semplice, miele, marmellate, gelatine, dolci, dessert, succhi di frutta, bibite zuccherate), le farine raffinate e i loro derivati (prodotti da forno, pane bianco, biscotti dolci) e altre fonti di carboidrati ad alta glicemia come pasta non integrale, riso bianco e patate dovrebbero essere evitati nella dieta per il diabete (7, 8).

I grassi saturi, i grassi trans e il sodio dovrebbero anche essere eliminati dalla dieta per il diabete per prevenire complicazioni associate come l’ipertensione, le malattie renali e i problemi cardiaci. Per questo motivo, il cibo spazzatura, le patatine, il burro, la margarina e i cibi lavorati in generale sono esclusi (7, 8).

Stephen PonderEndocrinologo pediatrico
“Il peso eccessivo è un fattore determinante per il diabete di tipo II”.

Come dovrebbe essere la dieta per i diabetici con obesità?

Uno degli obiettivi principali della dieta per diabetici è quello di raggiungere (o mantenere) un peso sano. Così come il sovrappeso e l’obesità sono fattori di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo II, possono anche promuovere lo sviluppo di complicazioni diabetiche. La dieta per il diabete e la dieta per la perdita di peso vanno di pari passo (9).

Quindi, la dieta per il diabete e l’obesità sarà ricca di carni magre, frutta, verdura, cereali integrali, legumi, grassi sani, latticini a basso contenuto di grassi e uova. Questo regime dovrebbe essere accompagnato dall’attività fisica, che accelera la perdita di peso e aiuta ad abbassare i livelli di glucosio nel sangue. Com

‘è un tipico menù della dieta per il diabete?

Un menù per diabetici non deve differire troppo da quello di una persona che mangia in modo sano. Qui sotto c’è un esempio di menu giornaliero per una persona con il diabete. Gli importi non sono specificati perché variano a seconda delle esigenze dell’individuo

  • Colazione: caffè con latte scremato, dolcificato con stevia. Biscotti al muesli. Fragole.
  • Spuntino di metà mattina: Mandorle.
  • Pasto di mezzogiorno: hamburger di ceci e pomodori secchi. Insalata verde condita con olio d’oliva e aceto. Dessert: Gelatina senza zucchero. Bevi: acqua.
  • Spuntino: Sandwich di pane integrale, formaggio e carne fredda di petto di tacchino. Tè verde dolcificato con stevia o non dolcificato.
  • Spuntino di metà pomeriggio: arancia.
  • Cena: peperoni saltati, cipolle e funghi. Riso integrale. Dessert: Da bere: acqua.

Per controllare i livelli di glucosio nel sangue, la dieta per il diabete deve essere combinata con farmaci e attività fisica. (Fonte: Ammentorp: 50750345/ 123rf.com)

Consigli su come fare correttamente la dieta diabetica

Una diagnosi di diabete richiede notevoli modifiche alla dieta. Per alcune persone, attenersi alla dieta per diabetici può essere una sfida, specialmente quando si tratta di pianificare i pasti e di abituarsi al nuovo menu. Se ti trovi in questa situazione, i seguenti consigli possono aiutarti:

Tieni sempre degli alimenti adatti in casa

Avere alimenti adatti ai diabetici come verdure, frutta, legumi, noci, uova, latticini a basso contenuto di grassi, cereali integrali e carni a basso contenuto di grassi aiuta a prevenire le trasgressioni alimentari che possono portare all’iperglicemia (glucosio nel sangue superiore al normale).

Gli alimenti ricchi di fibre, proteine e grassi aiutano ad abbassare l’alto indice glicemico (IG) di alcuni alimenti, per esempio il riso bianco o i noodles. Se la tua famiglia ha intenzione di mangiare pasta fatta con farina raffinata, per abbassare l’IG puoi semplicemente aggiungere una porzione di verdure e cospargere alcune noci e formaggio grattugiato sopra per abbassare l’IG.

I controlli medici sono molto importanti quando si inizia una dieta. (Fonte: Daniel: 54506371/ 123rf.com)

Cuocere e congelare

Nella dieta per il diabete non conta solo quello che mangi, ma anche quando lo mangi. Nel diabete trattato con insulina, è importante attenersi agli orari dei pasti per mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue.

Avere un menu congelato ti permette di avere sempre un’opzione sana a disposizione e ti impedisce di saltare i pasti. Inoltre, dato che le persone che seguono una dieta per il diabete hanno bisogno di imparare a cucinare, è una buona idea cucinare in quantità e poi congelare per evitare di lavare continuamente e risparmiare tempo.

Sii fisicamente attivo

L’attività fisica ha un effetto ipoglicemizzante, cioè abbassa i livelli di glucosio nel sangue. Migliora anche la resistenza all’insulina, favorisce la circolazione e previene le complicazioni del diabete. È quindi importante che qualsiasi dieta per diabetici sia accompagnata da un programma di esercizio fisico (8).

Lucía RocaNutrizionista
“Il diabete può essere trattato e le sue conseguenze evitate o ritardate con una dieta, attività fisica, farmaci e controlli regolari per individuare e trattare le complicazioni”.

Vai a fare i controlli medici e nutrizionali

Visitare il tuo medico è essenziale per tenere il tuo diabete sotto controllo e per conoscere la tua glicemia (a digiuno e post-pasto) e l’emoglobina glicosilata (riflette i cambiamenti della glicemia negli ultimi 3 mesi). Il tuo medico vorrà anche conoscere i livelli ematici di colesterolo, trigliceridi, urea e creatinina, tra gli altri indicatori.

Nella consultazione nutrizionale, viene fornita un’educazione alimentare sulla dieta diabetica, si risponde alle domande e si controlla il peso corporeo. Un peso sano è essenziale per mantenere il glucosio nel sangue entro livelli normali.

Considera gli integratori

Prima di prendere un integratore dovresti consultare il tuo medico, poiché alcuni integratori possono interferire con o potenziare l’effetto dei farmaci utilizzati e abbassare troppo il glucosio nel sangue (ipoglicemia). Alcuni integratori usati nella dieta diabetica sono (10)

  • Fieno greco: migliora la sensibilità all’insulina, cioè aiuta l’insulina a legarsi alle cellule e permette al glucosio di entrare nelle cellule per il metabolismo.
  • Melone amaro e cannella di Ceylon: entrambi i prodotti naturali abbassano i livelli di glucosio nel sangue e aiutano il controllo glicemico.
  • Curcuma: abbassa la glicemia e, grazie alla sua potente attività antinfiammatoria e antiossidante, previene le complicazioni diabetiche (piede diabetico, retinopatia, nefropatia, malattie cardiache, neuropatia).

Riassunto

La dieta per diabetici si basa sul consumo di verdure, frutta, cereali integrali, legumi, carni a basso contenuto di grassi, pesce, uova e grassi sani (olio d’oliva, noci, semi, avocado). I carboidrati non vengono eliminati, ma vengono preferiti quelli ricchi di fibre, come i cereali integrali, i legumi e i grani interi. Il trattamento del diabete poggia su tre pilastri fondamentali: la dieta, i farmaci (metformina, insulina) e l’attività fisica.

Gli integratori naturali come la curcuma, la cannella, il fieno greco e il melone amaro possono integrare in modo sicuro la dieta per il diabete. Se ti è piaciuto il nostro articolo sulla dieta per il diabete, condividilo sui tuoi social network o lasciaci un commento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Yeulet: 33613997/ 123rf.com)

Riferimenti (10)

1. Alfaro J, Simal A, Botella F. Tratamiento de la diabetes mellitus. 2000.
Fonte

2. Durán Agüero S, Carrasco Piña E, Araya Pérez M. Alimentación y diabetes. 2012.
Fonte

3. Campbell A. DASH Eating Plan: An Eating Pattern for Diabetes Management. 2017.
Fonte

4. Yoo J. No Clear Winner: Effects of The Biggest Loser on the Stigmatization of Obese Persons. 2012.
Fonte

5. Díez Espino J, Carillo Fernández L. ¿Cuál es la dieta más adecuada en la persona con diabetes mellitus tipo 2? 2015.
Fonte

6. Moses R et al. Can a Low–Glycemic Index Diet Reduce the Need for Insulin in Gestational Diabetes Mellitus? 2009.
Fonte

7. Koll M. Nutrición en trastornos metabólicos y enfermedades cardiovasculares. En: Rodota L, Castro M. Nutrición Clínica y Dietoterapia. 2012.

8. American Diabetes Association. La Guía de la Diabetes sobre Opciones de Alimentos Saludables. 2010.
Fonte

9. Socarrás Suárez M, Bolet Astoviza M, Licea Puig M. Diabetes mellitus: tratamiento dietético. 2002.
Fonte

10. Deng R. A Review of the Hypoglycemic Effects of Five Commonly Used Herbal Food Supplements. 2013.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo scientifico
Alfaro J, Simal A, Botella F. Tratamiento de la diabetes mellitus. 2000.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Durán Agüero S, Carrasco Piña E, Araya Pérez M. Alimentación y diabetes. 2012.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Campbell A. DASH Eating Plan: An Eating Pattern for Diabetes Management. 2017.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Yoo J. No Clear Winner: Effects of The Biggest Loser on the Stigmatization of Obese Persons. 2012.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Díez Espino J, Carillo Fernández L. ¿Cuál es la dieta más adecuada en la persona con diabetes mellitus tipo 2? 2015.
Vai alla fonte
Studio clinico
Moses R et al. Can a Low–Glycemic Index Diet Reduce the Need for Insulin in Gestational Diabetes Mellitus? 2009.
Vai alla fonte
Libro
Koll M. Nutrición en trastornos metabólicos y enfermedades cardiovasculares. En: Rodota L, Castro M. Nutrición Clínica y Dietoterapia. 2012.
Documento per i pazienti
American Diabetes Association. La Guía de la Diabetes sobre Opciones de Alimentos Saludables. 2010.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Socarrás Suárez M, Bolet Astoviza M, Licea Puig M. Diabetes mellitus: tratamiento dietético. 2002.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Deng R. A Review of the Hypoglycemic Effects of Five Commonly Used Herbal Food Supplements. 2013.
Vai alla fonte
Recensioni