Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il nostro sistema immunitario – il sistema di difesa del corpo. Combatte gli agenti patogeni come batteri, virus e funghi e ci protegge dalle cellule del corpo alterate. Quelli con un sistema immunitario indebolito di solito soffrono di sintomi come la stanchezza e la suscettibilità alle infezioni.

Se vuoi migliorare il tuo sistema immunitario, ti imbatterai rapidamente in farmaci che stimolano il sistema immunitario. Ma quali farmaci sono disponibili e quanto sono efficaci? In questo articolo imparerai tutto quello che c’è da sapere sulle medicine che rafforzano il sistema immunitario. Riassumiamo le scoperte scientifiche più importanti e ti mostriamo a quali aspetti dovresti prestare attenzione.

Sommario

  • Il sistema immunitario gioca un ruolo chiave nella salute. Senza il sistema immunitario, saremmo costantemente esposti agli agenti patogeni.
  • I farmaci che rafforzano il sistema immunitario spesso contengono sostanze come le vitamine A, C e D o oligoelementi come ferro, selenio e zinco. L’effetto di questi preparati non è completamente chiarito dalla scienza.
  • Di regola, se conduci uno stile di vita sano, avrai un sistema immunitario rafforzato. I farmaci per rafforzare il sistema immunitario sono utili se non puoi mantenere uno stile di vita sano o se le malattie lo richiedono.

Cos’è il sistema immunitario?

Il sistema immunitario è il sistema di difesa biologico del nostro corpo. È una rete di diversi organi, tipi di cellule, tessuti e molecole. Il sistema di difesa impedisce a virus, microrganismi e corpi estranei di entrare nel corpo.

Immunsystem stärken mit Medikamenten-1

Il sistema immunitario è una parte importante del nostro corpo. Ci protegge da virus, batteri e altri agenti patogeni.
(Fonte immagine: sweetlouise / unsplash)

Nelle seguenti sezioni abbiamo riassunto per te altre informazioni sul sistema immunitario.

Quali sono i compiti del sistema immunitario?

Il sistema immunitario ha molte funzioni diverse. Abbiamo riassunto le funzioni più importanti per te qui (1)

  • Difesa: Il sistema immunitario è responsabile della lotta contro agenti patogeni come batteri, virus, funghi e parassiti. Impedisce ai corpi estranei di entrare nel corpo o li elimina.
  • Differenziazione: Il sistema immunitario deve essere in grado di distinguere le cellule del corpo dalle cellule estranee in modo da non attaccare il proprio corpo. Nelle malattie autoimmuni come i reumatismi e il diabete mellito di tipo 1, questa funzione è disturbata. Il corpo attacca se stesso. Gli immunosoppressori possono aiutare i pazienti perché il sistema immunitario è indebolito da questi farmaci.
  • Inizio della morte cellulare: il sistema immunitario ha il compito di iniziare la morte cellulare programmata quando le cellule cambiano a causa della malattia. Elimina le cellule morte e cambiate. Questo è il caso delle cellule tumorali.

Il sistema immunitario svolge compiti centrali nel nostro corpo. Ecco perché dovresti assicurarti che rimanga intatto.

Quali sono i componenti del sistema immunitario?

Molti componenti diversi formano una rete per formare un sistema immunitario. I componenti vanno dalla pelle e dalle mucose agli enzimi, agli organi e alle cellule. I vari meccanismi assicurano che i corpi estranei e gli agenti patogeni non entrino nel corpo.

Pelle e mucose

Sia la pelle che le mucose formano una barriera naturale per proteggersi dagli intrusi. La barriera protettiva consiste in meccanismi chimici, meccanici e fisici. (2)

La maggior parte delle reazioni del sistema immunitario avviene nell’intestino.

Ha il contatto più frequente con gli agenti patogeni e quindi gioca un ruolo centrale nella difesa immunitaria. Le cellule di difesa al suo interno attaccano gli agenti patogeni ed eliminano il pericolo.

L’organo più grande del corpo umano – la pelle – contribuisce significativamente alla difesa immunitaria. Impedisce agli invasori di entrare nel corpo sia fisicamente che chimicamente con il suo mantello acido protettivo.

Le membrane mucose della bocca, del naso e degli occhi sono importanti barriere protettive contro gli agenti patogeni e le sostanze estranee. Gli enzimi nella saliva, nel liquido lacrimale e nel tratto respiratorio dissolvono le pareti cellulari dei batteri. Inoltre, i bronchi sono circondati da muco al quale si aggrappano gli agenti patogeni. I tanti minuscoli peli li trasportano fuori dal corpo.

Per mantenere il sistema immunitario che funziona correttamente, dovresti prenderti cura della tua pelle e delle tue mucose.

Organi linfatici

Le cellule di difesa sono prodotte, allenate e moltiplicate negli organi linfatici. Da lì, raggiungono gli agenti patogeni. La seguente tabella (3, 4) spiega gli organi linfatici in modo più dettagliato:

Organi linfatici Descrizione
Midollo osseo Nel midollo osseo, i globuli bianchi (leucociti), i globuli rossi (eritrociti) e le piastrine (trombociti) sono formati dalle cellule staminali.
Linfonodi I linfonodi si trovano in diverse parti del corpo come il collo e la testa. I fagociti situati nei linfonodi puliscono il liquido dei tessuti.
Ghiandola del timo le cellule T si sviluppano e maturano in questo organo. Qui imparano a distinguere tra cellule estranee e cellule proprie.
Milza La milza contiene molti globuli bianchi. La milza ha anche il compito di distruggere le cellule del sangue danneggiate e vecchie.
Fegato I fagociti che si trovano nel fegato distruggono gli invasori e le vecchie cellule danneggiate nel sangue.
Tonsille Le tonsille sono una delle prime barriere per agenti patogeni e sostanze estranee. I globuli bianchi delle tonsille distruggono gli invasori e li segnalano al sistema immunitario.

Gli organi linfatici sono indispensabili per la difesa immunitaria.

Componenti nel sangue

Il sangue è la via di trasporto nel corpo. Trasporta importanti proteine e cellule nel corpo che sono importanti per il sistema immunitario. I componenti più importanti nel sangue per il sistema immunitario sono i seguenti: (4)

  • Linfociti T: le cellule T fanno parte della difesa immunitaria specifica e sono responsabili della protezione a lungo termine contro le infezioni. Le cellule T-helper riconoscono gli intrusi e allertano le cellule B, che poi producono anticorpi. Le cellule T killer distruggono la membrana delle cellule. Le cellule T della memoria sono prodotte quando combattono gli agenti patogeni. Memorizzano come è stato combattuto l’invasore e reagiscono quando c’è un’altra risposta immunitaria.
  • Linfociti B: ilinfociti B sono globuli bianchi e appartengono alla difesa immunitaria specifica. Quando le cellule B incontrano degli invasori, si trasformano in plasmacellule e producono anticorpi. Gli anticorpi si attaccano agli antigeni degli intrusi e li marcano in modo che possano essere distrutti dai fagociti.
  • Fagociti (cellule spazzino): le cellule spazzino appartengono alla difesa immunitaria non specifica. Circondano e digeriscono (fagocitano) gli invasori. Importanti tipi di fagociti sono i granulociti neutrofili, i monociti e i macrofagi.
  • Sistema del complemento: Il sistema del complemento appartiene alla difesa immunitaria non specifica. È un sistema di proteine plasmatiche che si trovano nel flusso sanguigno.

Il sistema immunitario funziona solo con l’aiuto dei componenti del sangue.

Come funziona il sistema immunitario?

Il funzionamento del sistema immunitario è ampio e un’interazione di molti meccanismi e componenti diversi.

Fondamentalmente, il sistema immunitario ha una risposta immunitaria non specifica (innata) e una specifica (acquisita).

Queste due risposte immunitarie lavorano strettamente insieme e insieme formano il sistema immunitario complesso.

  1. Le cellule immunitarie della difesa immunitaria non specifica riconoscono gli agenti patogeni dalle proteine sulla loro superficie (antigeni).
  2. Le cellule fagocitanti, soprattutto macrofagi e cellule dendritiche, circondano e mangiano (fagocitano) gli agenti patogeni.
  3. Nel processo, i fagociti lasciano dei frammenti che poi presentano alle cellule della difesa immunitaria specifica (linfociti B e T).
  4. Questi fagocitano direttamente gli invasori o rilasciano sostanze aggressive.
  5. Le cellule di plasma prodotte da una reazione dei linfociti B formano gli anticorpi. Questi si legano agli antigeni degli agenti patogeni. Questo immobilizza gli invasori e allerta altre cellule immunitarie.

Il fatto che una malattia sia dovuta ad un’infezione dipende da vari fattori. Un sistema immunitario indebolito è più suscettibile alle malattie.

Sapevi che la risposta immunitaria specifica non è allenata dalla nascita?

Impara nel tempo e sviluppa una memoria immunologica. Dopo un attacco, rimangono anticorpi specifici e cellule della memoria, che sono specializzati per certi antigeni. Se il corpo viene attaccato di nuovo, può reagire più velocemente e in modo più efficiente. Questo è il motivo per cui si prende la varicella solo una volta, per esempio.

La quantità di agenti patogeni o il fatto che gli intrusi siano noti o sconosciuti al sistema immunitario è anche decisivo per quanto bene funziona la risposta immunitaria. Anche le proprietà patogene (virulenza) sono rilevanti.

Tuttavia, la maggior parte degli agenti patogeni che invadono rimangono inosservati dalla persona colpita.

Come posso dire che il sistema immunitario è indebolito?

Il sistema immunitario è una componente importante del benessere. Se è disturbato o indebolito, di solito si nota in queste aree secondarie:

Segni descrizione
Fatica La fatica può avere varie cause: Carenza di vitamine, farmaci o stress. Se ti senti sempre stanco ed esausto, può anche essere un segno di un deficit immunitario.
Infezioni se hai un sistema immunitario indebolito, le tue difese sono troppo deboli per combattere batteri e virus. Quindi se soffri spesso di influenza, raffreddore, herpes, mal di gola, infezioni alle orecchie o allo stomaco, potrebbe essere dovuto a un sistema immunitario indebolito.
Molte allergie Un’allergia si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo ipersensibile a certe sostanze estranee (allergeni). I sintomi delle allergie variano molto a seconda del tipo.
Guarigione delle ferite rallentata Il risultato di un sistema immunitario indebolito può essere un processo di guarigione delle ferite rallentato. Questo è legato a una carenza di zinco. Lo zinco accelera la guarigione delle ferite e permette la rigenerazione cellulare.

Se soffri di uno di questi sintomi, una visita al medico può aiutarti. Il medico può esaminarti e, se necessario, prescriverti dei farmaci per rafforzare il tuo sistema immunitario.

Che ruolo hanno le medicine nel rafforzare il sistema immunitario?

Un sistema immunitario sano è essenziale per il corpo. Ecco perché dovresti prendertene cura e sostenerlo. Se conduci uno stile di vita sano con poco stress, abbastanza sonno, esercizio fisico e una dieta sana, di solito non hai bisogno di ulteriori farmaci. Se non sei in grado di aderire a questi fattori, può avere senso prendere alcune medicine.

Immunsystem stärken mit Medikamenten-2

Le medicine possono aiutarti a rafforzare il tuo sistema immunitario. Dovresti consultare un medico prima di prendere qualsiasi farmaco.
(Fonte immagine: Volodymyr Hryshchenko / unsplash)

Nelle seguenti sezioni, ti spieghiamo tutto quello che devi sapere sull’assunzione di medicinali per rafforzare il tuo sistema immunitario.

Quando ha senso prendere medicine per rafforzare il sistema immunitario?

Per la maggior parte delle persone sane, prendere medicine per rafforzare il sistema immunitario non è necessario. Tuttavia, se noti segni di un sistema immunitario indebolito, come la stanchezza o un’alta suscettibilità alle infezioni, dovresti consultare un medico.

Alcune persone sono più suscettibili alle malattie di altre.

Malattie autoimmuni, chemioterapia o immunodeficienze congenite possono indebolire il sistema immunitario.

Le persone oltre i 60 anni in particolare possono avere un sistema immunitario indebolito. Hanno una minore produzione di linfociti B e T e le cellule di difesa sono complessivamente meno attive. Questo li rende più suscettibili alle malattie. (5)

Quali sostanze rafforzano il sistema immunitario?

La maggior parte delle medicine per rafforzare il sistema immunitario sono preparati di vitamine e oligoelementi come ferro, zinco e selenio.

Se vuoi prendere dei preparati per rafforzare il sistema immunitario, dovresti prima discuterne con un medico. Quando assumi farmaci che rafforzano il sistema immunitario, sii consapevole delle interazioni con altre medicine o malattie.

Vitamin A

La vitamina A antinfiammatoria è coinvolta nello sviluppo del sistema immunitario e aiuta a migliorare la funzione immunitaria. Svolge un ruolo regolatore nelle risposte immunitarie cellulari e umorali. Può anche avere un effetto importante nel trattamento delle malattie infettive. Supporta lo sviluppo del muco nel corpo e quindi la risposta immunitaria. (6)

Tuttavia, ci sono anche noti svantaggi nell’integrazione di vitamina A. Nel 2015, il Journal of Leukocyte Biology ha pubblicato uno studio sui rischi dell’integrazione di vitamina A. I ricercatori hanno potuto determinare nel loro studio che l’integrazione di vitamina A che supera il valore normale può essere dannosa per la salute. In certe situazioni, una bassa concentrazione è normale. (7)

Vitamin C

La vitamina C contribuisce ad un sistema immunitario sano. La vitamina C supporta anche le funzioni cellulari e la funzione di barriera della pelle contro gli agenti patogeni. (8)

L’effetto della vitamina C sul raffreddore è controverso.

Uno studio pubblicato nel 2002 ha scoperto che l’assunzione di integratori di vitamina C ha portato a meno raffreddori. Anche la durata e la gravità della malattia sono state ridotte. (9)

In un altro studio, i ricercatori hanno scoperto che l’integrazione di vitamina C non ha ridotto il numero di raffreddori. In alcuni soggetti, solo la durata del freddo è stata ridotta. (10)

Vitamina D

La vitamina D aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Una carenza di vitamina D porta ad un sistema immunitario indebolito, motivo per cui diventi più suscettibile alle infezioni. (11)

La vitamina D viene assorbita principalmente attraverso i raggi UVB del sole. Otteniamo solo il 20% del nostro apporto giornaliero dal cibo. Si tratta di alimenti animali come

  • Pesce grasso
  • Prodotti caseari
  • Tuorlo d’uovo
  • e frattaglie. (12)

Quindi nella tua vita quotidiana, assicurati di passare molto tempo al sole e di mangiare una dieta equilibrata.

Zinco, selenio e ferro

Zinco, selenio e ferro contribuiscono a un sistema immunitario normale. È quindi importante che tu soddisfi il tuo fabbisogno giornaliero di queste sostanze.

Lo zinco gioca un ruolo regolatore nella risposta immunitaria. Il selenio, invece, stimola la produzione di anticorpi e aiuta a contrastare lo sviluppo della virulenza. (13)

Con una carenza di ferro, la risposta immunitaria cellulare è inibita. Il numero di cellule T diminuisce e l’attività delle cellule natural killer è compromessa. Oltre ad un sistema immunitario indebolito, una carenza di ferro può avere altri effetti collaterali. È quindi essenziale che tu assuma abbastanza ferro. (14)

Cos’è una vaccinazione e come funziona?

Una vaccinazione è un altro modo per proteggere il sistema immunitario dagli agenti patogeni. Con una vaccinazione, vuoi immunizzare il sistema immunitario per un certo agente patogeno o gruppo di agenti patogeni.

Un vaccino è un antigene prodotto biologicamente o geneticamente. La sostanza può consistere nell’antigene di un patogeno o di diversi patogeni. Al vaccino possono essere aggiunti anche degli additivi. Ci sono varie opzioni e vaccini per l’immunizzazione.

Immunsystem stärken mit Medikamenten-3

La vaccinazione è un modo per rafforzare il sistema immunitario. Nel processo, il corpo forma delle cellule di memoria che possono reagire più rapidamente ed efficacemente in caso di un nuovo pericolo.
(Fonte immagine: Hyttalo Souza / unsplash)

Nella vaccinazione attiva, gli antigeni vengono somministrati al corpo in modo da attivare il sistema immunitario. Questo crea anticorpi e cellule di memoria che possono reagire più rapidamente ed efficacemente quando il virus viene reintrodotto. Questo riduce la probabilità di infezione. Per assicurarsi che il sistema immunitario non sia compromesso, vengono utilizzati come vaccini agenti patogeni vivi ma indeboliti o morti.

Nella vaccinazione passiva, alcuni anticorpi vengono somministrati direttamente. Tuttavia, questo metodo è usato solo in casi acuti (per esempio, l’infezione da morbillo durante la gravidanza). Quando ci si vaccina con gli anticorpi, non si creano cellule di memoria utili per un attacco successivo. L’effetto di tale vaccinazione non è duraturo. (15)

Quali alternative ci sono ai farmaci immunizzanti?

I farmaci immunostimolanti sono utili se non puoi mantenere uno stile di vita sano o se hai una condizione preesistente. Per la maggior parte delle persone, è molto più importante non rafforzare il sistema immunitario ma evitare di indebolirlo.

Nelle sezioni seguenti, spieghiamo i metodi che possono aiutarti a mantenere un sistema immunitario sano.

Mangiare una dieta sana

Una dieta ricca ed equilibrata è uno degli aspetti più importanti che contribuiscono ad un sistema immunitario sano. È importante che tu assuma la tua dose giornaliera di vitamine essenziali (vitamine A, C e D) e altre sostanze (ferro, zinco e selenio). La malnutrizione con troppo poca energia e macronutrienti causerà la soppressione di importanti funzioni immunitarie. (16)

Dormi abbastanza

Dormire abbastanza è essenziale per molte funzioni corporee. Un sonno sufficiente è associato ad un rischio ridotto di infezione, può migliorare i risultati dell’infezione e la risposta alla vaccinazione. (17) La funzione delle cellule T può essere compromessa dopo solo 3 ore senza dormire. (18)

Esercizio

Il sistema immunitario è supportato dall’esercizio fisico in quanto rafforza le difese del corpo e la salute metabolica. L’esercizio regolare migliora la regolazione del sistema immunitario e ritarda le disfunzioni legate all’età. Un esercizio moderato non aumenta il rischio di malattie. Tuttavia, dopo un esercizio intenso, il sistema immunitario diventa più vulnerabile. (19)

Ridurre lo stress

Lo stress ha un impatto sul sistema immunitario. Lo stress a breve termine stimola il sistema immunitario in modo che possa prepararsi ad affrontare lesioni o infezioni. Tuttavia, se lo stress è prolungato o cronico, il sistema immunitario si indebolisce. (20)

Basso consumo di alcol

L’effetto dell’alcol sul sistema immunitario non è stato ancora completamente chiarito. Alcuni studi notano che anche piccole quantità di alcol non sono salutari. Il bere pesante cronico riduce la frequenza dei linfociti e aumenta il rischio di infezioni. (21, 22)

Basso consumo di nicotina

Fumare nicotina danneggia le vie respiratorie e distrugge le ciglia dei polmoni. Questo riduce le difese immunitarie. (23)

L’Università di Pittsburgh spiega anche in uno studio che la nicotina altera la risposta immunitaria cellulare e umorale.

Come i meccanismi alla base di questo lavoro non sono ancora stati definitivamente chiariti. (24)

Molti fattori influenzano la funzione del sistema immunitario. È quindi importante che tu prenda in considerazione gli aspetti sopra menzionati. Solo allora il tuo sistema immunitario può proteggerti in modo ottimale dagli agenti patogeni.

Conclusione

Puoi rafforzare il tuo sistema immunitario con l’aiuto di uno stile di vita sano. Questo include una dieta sana, il sonno, l’esercizio fisico, la riduzione dello stress ed evitare nicotina e alcol. I farmaci immunostimolanti vengono utilizzati se non sei in grado di rispettare questi fattori o se hai alcune malattie.

Le preparazioni di vitamine A, C e D e gli oligoelementi come lo zinco, il ferro e il selenio non sono stati completamente studiati. Se mostri i sintomi dell’immunodeficienza, è meglio consultare prima il tuo medico. Lui o lei può consigliarti e raccomandarti diverse medicine.

Fonte dell’immagine: Yastremska/ 123rf.com

Riferimenti (24)

1. InformedHealth.org [Internet]. Cologne, Germany: Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG); 2006-. How does the immune system work? [Updated 2020 Apr 23]. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279364/
Fonte

2. Institut für Qualität und Wirtschaftlichkeit im Gesundheitswesen (IQWiG). (2020, April 8). Welche Organe gehören zum Immunsystem? gesundheitsinformation.de. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.gesundheitsinformation.de/welche-organe-gehoeren-zum-immunsystem.2254.de.html
Fonte

3. National Institute of Allergy and Infectious Diseases. (2013, Dezember 30). Overview of the Immune System. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.niaid.nih.gov/research/immune-system-overview
Fonte

4. Immundefekt.com. (o. J.). Das Immunsystem. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.immundefekt.com/primaerer-immundefekt/immunsystem/
Fonte

5. Bröker, B., Schütt, C. & Fleischer, B. (2019). Grundwissen Immunologie. Springer Publishing. https://www.springer.com/de/book/9783662583296
Fonte

6. Huang, Z., Liu, Y., Qi, G., Brand, D. & Zheng, S. G. (2018, September 6). Role of Vitamin A in the Immune System. MDPI. https://www.mdpi.com/2077-0383/7/9/258
Fonte

7. Arts, R. J., Blok, B. A., van Crevel, R., Joosten, L. A., Aaby, P., Benn, C. S., & Netea, M. G. (2015). Vitamin A induces inhibitory histone methylation modifications and down-regulates trained immunity in human monocytes. Journal of leukocyte biology, 98(1), 129–136. https://doi.org/10.1189/jlb.6AB0914-416R
Fonte

8. Carr, A. C., & Maggini, S. (2017). Vitamin C and Immune Function. Nutrients, 9(11), 1211. https://doi.org/10.3390/nu9111211
Fonte

9. Van Straten, M., & Josling, P. (2002). Preventing the common cold with a vitamin C supplement: a double-blind, placebo-controlled survey. Advances in therapy, 19(3), 151–159. https://doi.org/10.1007/BF02850271
Fonte

10. Hemilä H, Chalker E. Vitamin C for preventing and treating the common cold. Cochrane Database of Systematic Reviews 2013, Issue 1. Art. No.: CD000980. DOI: 10.1002/14651858.CD000980.pub4.
Fonte

11. Aranow C. (2011). Vitamin D and the immune system. Journal of investigative medicine : the official publication of the American Federation for Clinical Research, 59(6), 881–886. https://doi.org/10.2310/JIM.0b013e31821b8755
Fonte

12. Simhofer, D. (2020, Mai 11). Vitamin-D-Mangel » Ernährung: Welche Lebensmittel? | minimed.at. MINI MED. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.minimed.at/medizinische-themen/stoffwechsel-verdauung/ernaehrung-bei-vitamin-d-mangel/
Fonte

13. Rayman M. P. (2000). The importance of selenium to human health. Lancet (London, England), 356(9225), 233–241. https://doi.org/10.1016/S0140-6736(00)02490-9
Fonte

14. Schümann, K., Ettle, T., Szegner, B., Elsenhans, B. & Solomons, N. W. (2013, November 18). Risiken und Nutzen der Eisensupplementation: Empfehlungen zur Eisenaufnahme kritisch betrachtet. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2211968X13000053#bib0100
Fonte

15. Amboss. (o. J.). Impfungen allgemein. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.amboss.com/de/wissen/Impfungen_allgemein
Fonte

16. Marcos, A., Nova, E. & Montero, A. Changes in the immune system are conditioned by nutrition. Eur J Clin Nutr 57, S66–S69 (2003). https://doi.org/10.1038/sj.ejcn.1601819
Fonte

17. Besedovsky, L., Lange, T., & Haack, M. (2019). The Sleep-Immune Crosstalk in Health and Disease. Physiological reviews, 99(3), 1325–1380. https://doi.org/10.1152/physrev.00010.2018
Fonte

18. Dimitrov, S., Lange, T., Gouttefangeas, C., Jensen, A., Szczepanski, M., Lehnnolz, J., Soekadar, S., Rammensee, H. G., Born, J., & Besedovsky, L. (2019). Gαs-coupled receptor signaling and sleep regulate integrin activation of human antigen-specific T cells. The Journal of experimental medicine, 216(3), 517–526. https://doi.org/10.1084/jem.20181169
Fonte

19. Nieman, D. C. & Wentz, L. M. (2018, November 16). The compelling link between physical activity and the body’s defense system. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2095254618301005
Fonte

20. Segerstrom, S. C., & Miller, G. E. (2004). Psychological stress and the human immune system: a meta-analytic study of 30 years of inquiry. Psychological bulletin, 130(4), 601–630. https://doi.org/10.1037/0033-2909.130.4.601
Fonte

21. Hartz, S. M., Oehlert, M., Horton, A. C., Grucza, R. A., Fisher, S. L., Culverhouse, R. C., Nelson, K. G., Sumerall, S. W., Neal, P. C., Regnier, P., Chen, G., Williams, A., Bhattarai, J., Evanoff, B., & Bierut, L. J. (2018). Daily Drinking Is Associated with Increased Mortality. Alcoholism, clinical and experimental research, 42(11), 2246–2255. https://doi.org/10.1111/acer.13886
Fonte

22. Barr, T., Helms, C., Grant, K., & Messaoudi, I. (2016). Opposing effects of alcohol on the immune system. Progress in neuro-psychopharmacology & biological psychiatry, 65, 242–251. https://doi.org/10.1016/j.pnpbp.2015.09.001
Fonte

23. Arcavi, L., & Benowitz, N. L. (2004). Cigarette smoking and infection. Archives of internal medicine, 164(20), 2206–2216. https://doi.org/10.1001/archinte.164.20.2206
Fonte

24. McAllister-Sistilli, C. G., Caggiula, A. R., Knopf, S., Rose, C. A., Miller, A. L. & Donny, E. C. (1999, März 9). The effects of nicotine on the immune system. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0306453097000802?via%3Dihub
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftliche Studie
InformedHealth.org [Internet]. Cologne, Germany: Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG); 2006-. How does the immune system work? [Updated 2020 Apr 23]. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279364/
Vai alla fonte
Gesundheits-Website
Institut für Qualität und Wirtschaftlichkeit im Gesundheitswesen (IQWiG). (2020, April 8). Welche Organe gehören zum Immunsystem? gesundheitsinformation.de. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.gesundheitsinformation.de/welche-organe-gehoeren-zum-immunsystem.2254.de.html
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Website
National Institute of Allergy and Infectious Diseases. (2013, Dezember 30). Overview of the Immune System. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.niaid.nih.gov/research/immune-system-overview
Vai alla fonte
Informationswebsite
Immundefekt.com. (o. J.). Das Immunsystem. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.immundefekt.com/primaerer-immundefekt/immunsystem/
Vai alla fonte
Lehrbuch
Bröker, B., Schütt, C. & Fleischer, B. (2019). Grundwissen Immunologie. Springer Publishing. https://www.springer.com/de/book/9783662583296
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Huang, Z., Liu, Y., Qi, G., Brand, D. & Zheng, S. G. (2018, September 6). Role of Vitamin A in the Immune System. MDPI. https://www.mdpi.com/2077-0383/7/9/258
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Arts, R. J., Blok, B. A., van Crevel, R., Joosten, L. A., Aaby, P., Benn, C. S., & Netea, M. G. (2015). Vitamin A induces inhibitory histone methylation modifications and down-regulates trained immunity in human monocytes. Journal of leukocyte biology, 98(1), 129–136. https://doi.org/10.1189/jlb.6AB0914-416R
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Carr, A. C., & Maggini, S. (2017). Vitamin C and Immune Function. Nutrients, 9(11), 1211. https://doi.org/10.3390/nu9111211
Vai alla fonte
Doppelblinde, placebokontrollierte Studie
Van Straten, M., & Josling, P. (2002). Preventing the common cold with a vitamin C supplement: a double-blind, placebo-controlled survey. Advances in therapy, 19(3), 151–159. https://doi.org/10.1007/BF02850271
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Hemilä H, Chalker E. Vitamin C for preventing and treating the common cold. Cochrane Database of Systematic Reviews 2013, Issue 1. Art. No.: CD000980. DOI: 10.1002/14651858.CD000980.pub4.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Aranow C. (2011). Vitamin D and the immune system. Journal of investigative medicine : the official publication of the American Federation for Clinical Research, 59(6), 881–886. https://doi.org/10.2310/JIM.0b013e31821b8755
Vai alla fonte
Medizinische Website
Simhofer, D. (2020, Mai 11). Vitamin-D-Mangel » Ernährung: Welche Lebensmittel? | minimed.at. MINI MED. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.minimed.at/medizinische-themen/stoffwechsel-verdauung/ernaehrung-bei-vitamin-d-mangel/
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Rayman M. P. (2000). The importance of selenium to human health. Lancet (London, England), 356(9225), 233–241. https://doi.org/10.1016/S0140-6736(00)02490-9
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Schümann, K., Ettle, T., Szegner, B., Elsenhans, B. & Solomons, N. W. (2013, November 18). Risiken und Nutzen der Eisensupplementation: Empfehlungen zur Eisenaufnahme kritisch betrachtet. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2211968X13000053#bib0100
Vai alla fonte
Medizinische Website
Amboss. (o. J.). Impfungen allgemein. Abgerufen 28.07.2020, von https://www.amboss.com/de/wissen/Impfungen_allgemein
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Marcos, A., Nova, E. & Montero, A. Changes in the immune system are conditioned by nutrition. Eur J Clin Nutr 57, S66–S69 (2003). https://doi.org/10.1038/sj.ejcn.1601819
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Besedovsky, L., Lange, T., & Haack, M. (2019). The Sleep-Immune Crosstalk in Health and Disease. Physiological reviews, 99(3), 1325–1380. https://doi.org/10.1152/physrev.00010.2018
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Dimitrov, S., Lange, T., Gouttefangeas, C., Jensen, A., Szczepanski, M., Lehnnolz, J., Soekadar, S., Rammensee, H. G., Born, J., & Besedovsky, L. (2019). Gαs-coupled receptor signaling and sleep regulate integrin activation of human antigen-specific T cells. The Journal of experimental medicine, 216(3), 517–526. https://doi.org/10.1084/jem.20181169
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Nieman, D. C. & Wentz, L. M. (2018, November 16). The compelling link between physical activity and the body’s defense system. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2095254618301005
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Metastudie
Segerstrom, S. C., & Miller, G. E. (2004). Psychological stress and the human immune system: a meta-analytic study of 30 years of inquiry. Psychological bulletin, 130(4), 601–630. https://doi.org/10.1037/0033-2909.130.4.601
Vai alla fonte
Klinische und experimentelle Studie
Hartz, S. M., Oehlert, M., Horton, A. C., Grucza, R. A., Fisher, S. L., Culverhouse, R. C., Nelson, K. G., Sumerall, S. W., Neal, P. C., Regnier, P., Chen, G., Williams, A., Bhattarai, J., Evanoff, B., & Bierut, L. J. (2018). Daily Drinking Is Associated with Increased Mortality. Alcoholism, clinical and experimental research, 42(11), 2246–2255. https://doi.org/10.1111/acer.13886
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Barr, T., Helms, C., Grant, K., & Messaoudi, I. (2016). Opposing effects of alcohol on the immune system. Progress in neuro-psychopharmacology & biological psychiatry, 65, 242–251. https://doi.org/10.1016/j.pnpbp.2015.09.001
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Arcavi, L., & Benowitz, N. L. (2004). Cigarette smoking and infection. Archives of internal medicine, 164(20), 2206–2216. https://doi.org/10.1001/archinte.164.20.2206
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
McAllister-Sistilli, C. G., Caggiula, A. R., Knopf, S., Rose, C. A., Miller, A. L. & Donny, E. C. (1999, März 9). The effects of nicotine on the immune system. ScienceDirect. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0306453097000802?via%3Dihub
Vai alla fonte
Recensioni