Semi di chia

Probabilmente hai sentito parlare degli incredibili benefici dei semi di chia per abbassare il colesterolo e per prendersi cura della salute del cuore. Ma sei sicuro di conoscerne tutte le proprietà? Sai come utilizzarli per sfruttare al meglio il loro valore nutrizionale e funzionale?

Oltre ad essere ingredienti fondamentali in una dieta cardioprotettiva, questi semi offrono altri vantaggi che vanno dalla facilitazione della perdita di peso e regolazione della funzione intestinale alla riduzione della pressione sanguigna e al ritardo dell’invecchiamento.

Le cose più importanti in breve

  • I semi di chia sono noti per il loro contenuto di grassi omega 3 (acido alfa-linolenico) e omega 6, fibre alimentari e proteine che sono fonti di aminoacidi essenziali. Sono anche un’ottima fonte di minerali: potassio, calcio, ferro, zinco, fosforo, magnesio e rame.
  • Possono essere utilizzati interi, in polvere, farina, capsule o olio di chia, in base alle preferenze e ai bisogni di coloro che consumano chia.
  • La chia è considerata un alimento funzionale. Inoltre, è classificata come seme nutraceutico perché è di origine naturale e ha effetti benefici sulla salute che sono stati scientificamente provati: abbassamento della pressione sanguigna, riduzione del rischio di infarto e ictus, miglioramento delle prestazioni sportive, ecc.

I migliori integratori di chia sul mercato: la nostra selezione

Sul mercato abbondano gli integratori a base di chia, con diversi scopi nutrizionali e terapeutici. I prodotti non variano solo nella forma della presentazione (olio, capsule, polvere o semi), ma anche il profilo nutrizionale e le proprietà terapeutiche cambiano considerevolmente. La nostra classifica include i migliori integratori di chia e un’approfondita analisi su di essi affinché tu possa prendere una decisione sicura.

Semi Biologici di Chia MySuperFoods (semi interi, 1 kg)

I semi di chia MySuperFoods sono tra i migliori semi di chia sul mercato, almeno secondo il successo che riscuotono. Sono biologicamente certificati e il produttore è così sicuro della loro genuinità che offre senza problemi il rimborso se per qualche motivo non ti dovessero piacere i suoi semi di chia.

Gli utilizzatori sono soddisfatti sia del rapporto qualità/prezzo che dell’efficacia di questi semi, che vengono impiegati in ricette o semplicemente mescolati a yogurt o insalate. Anche la confezione che potrebbe sembrare poco pratica, risulta invece facilmente richiudibile e quindi i semi mantengono a lungo la loro freschezza.

Olio di Chia Aquisana (30 capsule)

Le capsule Aquisana sono l’ideale per chi vuole la praticità e i benefici dell’olio di chia. Ogni compressa contiene 500mg di olio di chia, 10 mg di vitamina E e gli ingredienti della capsula (gelatina, glicerina e acqua). Non sono adatte a vegetariani e vegani. Il produttore consiglia di assumere una o massimo due capsule al giorno.

Le opinioni su questo integratore che si trovano online sono essenzialmente tutte positive, soprattutto per la praticità che offre, niente polvere da pesare, nessun sapore diverso da dover ‘buttare giù’. Essenzialmente si tratta di un’ottima soluzione per chi cerca un integratore di chia facile da assumere.

Sevenhills Wholefoods (semi interi, 1 kg)

1 kg di semi di chia interi (ma sono offerti anche in confezione da 500 gr o 2 kg), puri al 100%, senza glutine, allergeni o pesticidi. Possono essere consumati crudi o macinati, miscelati con bevande o con preparati solidi. Sono praticamente insipidi. La dose giornaliera raccomandata dal produttore è di 15 grammi al giorno. Eccellente rapporto qualità-prezzo.

La loro versatilità è ottima e gli utilizzatori li impiegano sia nelle varie ricette al posto delle uova, o come gustosa e sana aggiunta a insalate e yogurt. Il sapore è neutro e delicato, la busta è pratica e facilmente richiudibile. Qualcuno non ha notato benefici pur aggiungendoli alla propria dieta.

Deva Nutrition olio di Chia (Vegan, 90 capsule)

90 capsule molli di olio di chia, da assumere 2 volte al giorno, a pranzo e a cena. Il rivestimento della capsula è in gelatina vegetale, quindi questo integratore è adatto per i vegani (a differenza del precedente). Non contiene allergeni come glutine, uova, pesce, lieviti, nè aromi o coloranti.

Gli utilizzatori si dichiarano soddisfatti dell’acquisto, sì per la sua praticità, ma soprattutto per la sua efficacia, riscontrata particolarmente in chi aveva dei problemi di pelle. Non ha praticamente recensioni negative, ma ci teniamo a sottolineare che contiene acido citrico, che in alcuni casi può dare fastidio alle persone sensibili.

Semi di Chia Mituso (semi interi, 5 kg)

Un’offerta particolarmente conveniente quella offerta da Mituso, contenente ben 5 chilogrammi di semi di chia interi (5 confezioni da 1 kg). Un acquisto scorta di semi provenienti dal sud America, adatti anche a vegani e celiaci, visto che non contiene né glutine né ingredienti di origine animale.

Chi ha acquistato questa particolare offerta l’ha trovata vantaggiosa, visto che le confezioni da un chilo di solito hanno un prezzo in proporzione ben più alto. I semi sono versatili e questa quantità è l’ideale per chi ne fa un largo uso. A qualcuno non piace il sapore, mentre altri hanno criticato il fatto che non ha una certificazione come prodotto biologico.

Guida all’acquisto: tutto quello che devi sapere sui semi di chia

In questa sezione troverai tutte le informazioni riguardanti i benefici della chia, il suo valore nutrizionale e le raccomandazioni e controindicazioni (o osservazioni) sulla sua assunzione. Il nostro obiettivo è offrirti la possibilità di valutare se è l’integratore giusto per te e, in tal caso, conoscere i vantaggi che otterrai dopo il consumo.

semi-di-chia

I semi interi di chia mantengono intatti i loro principi nutrizionali perché non sono stati processati. (Fonte: Arzamasova: 43881357/ 123rf.com)

Che cosa sono i semi di chia esattamente ?

Il seme di chia (Salvia hispanica L) è un alimento millenario che veniva utilizzato dagli Aztechi e dai Maya per le sue proprietà nutrizionali e medicinali. Questi semi sono molto piccoli, di forma ovale e marrone grigiastro.

In media, 100 grammi forniscono:

  • 550 calorie
  • 12-16 grammi di carboidrati complessi, assorbimento lento
  • 28-32 grammi di fibra alimentare, principalmente insolubile
  • 20 grammi di proteine di ottima qualità
  • 34 grammi di grassi (Omega 3 alfa-linolenico e Omega 6 linoleico)
  • Niente colesterolo, come tutti gli alimenti di origine vegetale
  • Minerali: calcio, ferro, zinco, potassio, magnesio, rame, fosforo
  • Antiossidanti: flavonoidi, acido clorogenico e acido caffeico

Come risultato di benefici scientificamente provati dopo il consumo regolare di semi di chia, sono stati sviluppati integratori sotto forma di polvere, capsule e olio per facilitarne il consumo. In questo modo, determinati principi nutrizionali sono concentrati per ottenere determinati effetti sulla salute.

Quali sono i vantaggi del consumo quotidiano di chia?

La chia è un tesoro naturale per la salute. Le sue proprietà migliorano il funzionamento di vari organi del corpo:

  • Cuore: minor rischio di infarto e aritmie.
  • Vasi sanguigni: riducono i livelli di pressione sanguigna, glicemia e colesterolo. L’eccesso di questi valori danneggia la struttura dei vasi sanguigni ed è considerato un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie cardiache e cerebrali, nonché per i problemi circolatori (vene varicose, cellulite, trombosi venosa).
  • Cervello: diminuzione dell’incidenza di problemi cerebrovascolari (CVA) e patologie neurodegenerative, come il morbo di Alzheimer. Miglioramento della funzione cognitiva.
  • Pelle: ritarda l’invecchiamento cellulare della pelle e, di conseguenza, migliora l’aspetto e riduce la formazione di rughe.
  • Intestino: aiuta a trattare la stitichezza e agisce come prebiotico, “nutrendo” la normale e sana flora batterica presente nell’intestino.
  • Stomaco: rimane a lungo nello stomaco e occupa molto volume, il che si traduce in una maggiore sensazione di pienezza e meno appetito.
  • Ossa e articolazioni: ottimo apporto di calcio per rafforzare le ossa e promuovere la mineralizzazione delle ossa. Gli omega 3 hanno proprietà anti-infiammatorie e aiutano a ridurre l’infiammazione e il dolore alle articolazioni.
  • Fegato: previene e coadiuva nel trattamento del fegato grasso non alcolico.

I semi di chia possono aiutarti a perdere peso?

La chia è un grande alleato per perdere peso perché riduce l’appetito, ma, ancora una volta, tutto dipende dal modo in cui la si consuma. Capsule e olio non hanno il potere saziante dei semi interi e della polvere.
I semi di chia contengono mucillagini, un tipo di fibra solubile che trattiene acqua e gel nello stomaco.

Ciò rallenta la digestione e rende la persona che lo ha consumato soddisfatta per diverse ore, senza il desiderio di “spiluccare” cibo tra i pasti. È fondamentale accompagnare l’assunzione di chia con abbondante acqua per favorire la formazione di gel nello stomaco e sfruttare la sua capacità saziante.

Samuel DuránRicercatore di nutrizione e dietetica dell’università di San Sebastián

“È inutile consumare superalimenti se non vengono accompagnati da uno stile alimentare sano.”

Perché si dice che la chia e i suoi integratori sono cardioprotettivi?

Gli effetti cardioprotettivi di questo seme e dei suoi integratori sono dovuti a due gruppi di nutrienti:

  • Omega 3 e 6: sia gli omega 3 che gli omega 6 hanno un effetto ipolipemizzante. Cioè, riducono i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Omega 3: ha altre funzioni favorevoli per il cuore, cioè riduce il rischio di aritmie e trigliceridi e previene la formazione di coaguli.
  • Antiossidanti: i flavonoidi, l’acido clorogenico, la vitamina E e l’acido caffeico sono potenti antiossidanti presenti nei semi di chia. Neutralizzano i radicali liberi che generano danno ossidativo nelle cellule del cuore e dei vasi sanguigni.

È possibile sostituire gli omega 3 nel pesce con gli omega 3 nei semi di chia?

Questa è una credenza molto comune, ma la risposta è NO. Esistono diversi tipi di grassi omega 3: la chia contiene acido alfa-linolenico (ALA), mentre il pesce azzurro (sardina, aringa, salmone, sgombro) fornisce acido docosaesaenoico (DHA) ed acido eicosapentaenoico (EPA). Tutti e tre sono essenziali e non si sostituiscono a vicenda.

Autorità europea per la sicurezza alimentare

“Si raccomanda agli adulti il consumo di 2 grammi al giorno di acido alfa-linolenico (ALA).”

Qual è il modo migliore per utilizzare la chia per migliorare l’aspetto della pelle?

I massimi benefici della chia per ritardare l’invecchiamento cellulare della pelle si ottengono consumando il seme intero o in polvere, poiché entrambi conservano tutti i composti antiossidanti:

  • Vitamina E (tocoferolo)
  • Flavonoli
  • Acido clorogenico
  • Acido caffeico

Gli ultimi due sono utilizzati nei trattamenti di ringiovanimento del viso. Indubbiamente, l’invecchiamento è un processo naturale e irreversibile, ma è anche vero che questo processo viene accelerato dallo stress ossidativo, da una dieta di scarsa qualità, da uno stile di vita sedentario, da inquinanti ambientali e fumo.
L’assunzione regolare di chia migliora la nutrizione della pelle e ammorbidisce l’aspetto delle rughe e delle linee di espressione.

semi-di-chia-interi

È possibile consumare la chia in quattro modi diversi.
(Fonte: Hofacker: 20328369/ 123rf.com)

I semi di chia sono consigliati per trattare la stitichezza?

I semi di Chia, interi o schiacciati, sono ricchi di fibre insolubili e solubili. La fibra insolubile si trova in proporzione maggiore ed è responsabile dell’aumento della peristalsi intestinale (movimento) e dell’accelerazione dell’evacuazione delle feci.

Da parte sua, la fibra solubile della chia assorbe una grande quantità di acqua e gel, fornendo umidità al materiale fecale, facilitandone così l’espulsione. Questo tipo di fibra rappresenta uno stimolo intestinale moderato, che previene o tratta la stitichezza, senza causare coliche, gonfiore o flatulenza.

Questi benefici non si ottengono consumando le capsule o l’olio di chia.

Cosa si intende quando si definisce la chia un prebiotico?

La fibra solubile di chia può essere fermentata dalla flora batterica del colon (l’ultima porzione dell’intestino), che stimola la crescita di batteri benefici e limita lo sviluppo di agenti patogeni. Pertanto questo seme può essere considerato un prebiotico.

L’attività prebiotica della chia regola la funzione intestinale e inibisce la crescita delle cellule tumorali nel colon.
Per sfruttare i benefici prebiotici della chia, essa deve essere consumata intera o in polvere.

semi-di-chia-valore

I semi di chia sono l’ideale per fornire un maggiore valore nutrizionale alle tue ricette.
(Fonte: Schweitzer: 56152467/ 123rf.com)

Quali sono le controindicazioni del consumare la chia?

Più che controindicazioni, ci sono alcune “osservazioni” sul consumo di chia:

  • Chi ha problemi di sazietà precoce:ad esempio, dopo aver subito un bypass o una manica gastrica, si dovrebbe evitare di consumare semi interi o in polvere perché, quando essi gelificano, aumenta notevolmente il loro volume. La capsula di chia morbida potrebbe essere benefica.
  • In caso di diverticolite: quando una persona ha i diverticoli nel colon e questi si infiammano, si dovrebbe evitare il seme e la polvere di chia, ma si possono consumare l’olio e le capsule.
  • Nelle persone con diverticolosi (diverticoli nel colon): il consumo di semi di chia e polvere è sicuro. Fino a non molti anni fa esisteva un mito secondo cui piccolissimi semi potevano “rimanere bloccati” in un diverticolo e generare infezioni, ma è stato dimostrato che ciò non ha basi scientifiche.
  • Chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile o colon irritabile: dovrebbe evitare i semi di chia e la polvere durante i periodi di crisi.
  • Nei diabetici: il seme intero o schiacciato agisce come ipoglicemizzante riducendo l’impatto glicemico di un pasto ricco di carboidrati (ad es. pasta, riso, patate).

Questo accade grazie alla fibra presente nella chia, che ritarda la digestione e il successivo assorbimento delle unità di glucosio contenute negli alimenti fonti di carboidrati, come pane, riso, patate o pasta.

Sebbene questo effetto sia molto positivo, i diabetici che usano l’insulina dovrebbero parlare con il proprio medico per regolare la dose dell’ormone in base al consumo di semi di chia. Altrimenti, potrebbero soffrire di ipoglicemia.

  • Le persone che soffrono di disturbi della coagulazione del sangue e assumono farmaci che fluidificano il sangue: dovrebbero consultare il proprio medico in merito al consumo di chia. Soprattutto nella forma di capsule e olio la chia può causare problemi, dal momento che l’omega 3 ha un potente effetto anticoagulante che, aggiunto al farmaco, potrebbe generare effetti collaterali indesiderati.
  • Donne in gravidanza e in allattamento: dovrebbero optare per semi interi o schiacciati ed evitare integratori sotto forma di capsule o oli. Non esistono sono studi che garantiscano la sicurezza dell’integrazione di omega 3 durante la gravidanza e l’allattamento.

Qual è la dose giornaliera raccomandata di chia?

Si consiglia di non superare i 20 grammi di semi di chia interi o secchi in caso di adulti. I bambini di età superiore a 2 anni possono consumare chia, ma mai in quantità superiori a 5 grammi al giorno.

Un eccesso di chia può causare disagio digestivo (diarrea, gonfiore, coliche, flatulenza o dolore) e sono stati anche documentati alcuni casi di prurito cutaneo. In relazione alle capsule e all’olio di chia, è consigliabile consumare da 1 a 3 capsule al giorno e 1 cucchiaio da tavola, rispettivamente.

foco

Sapevi che la chia è commercializzata come prodotto alimentare GRAS autorizzato dalla FDA (Food and Drug Administration, società americana) che significa “generalmente riconosciuto come sicuro”?

Qual è il momento migliore della giornata per consumare i semi o gli integratori di chia?

Non c’è un orario stabilito per consumare la chia, ma nel caso di integratori in capsule o oli è utile l’abitudine di assumerli tutti i giorni nello stesso momento. Ad esempio, a pranzo o a cena.

Quanti tipi di prodotti di chia ci sono e qual è il migliore per me?

Come abbiamo accennato in questa guida, è possibile consumare la chia in quattro diverse presentazioni:

  • Semi interi
  • Polvere (semi schiacciati)
  • Capsule molli
  • Olio di Chia

Semi di chia interi

I semi interi di chia mantengono intatti i loro principi nutrizionali perché non sono stati lavorati. La quantità giornaliera raccomandata per godere dei benefici di cui sopra è di 15-20 grammi al giorno. È importante immergerli per almeno 10 minuti in acqua per “attivarli” ed essere in grado di sfruttare tutti i loro nutrienti.

Dovrebbero essere sempre consumati accompagnati da abbondante liquido, mescolato con acqua, succhi, latte, bevande vegetali, frullati e zuppe. Possono anche essere aggiunti ad insalate, yogurt, farciture, pane, biscotti, muffin e biscotti.

Quando vengono idratati, i semi di chia aumentano più di 10 volte il loro volume e formano un gel che può essere visto ad occhio nudo. Questa capacità di gelificazione li rende ottimi sostituti delle uova nelle preparazioni vegane. Sono anche usati per addensare salse e gelatine.

Chia in polvere

Fondamentalmente, la chia viene schiacciata fino a ottenere una consistenza polverosa comunemente chiamato farina di chia. La dose raccomandata è di 5 fino a 20 grammi al giorno. È ideale da mescolare con altre farine e ottenere dolci più salutari.

La sua composizione nutrizionale è molto simile a quella dell’intero seme di chia: proteine, fibre, grassi omega 3 e 6, carboidrati complessi, vitamina E, antiossidanti e minerali. La differenza è che richiede meno lavoro al tratto digerente rispetto ai semi di chia interi.

Come i semi, può anche essere miscelata con varie bevande e cibi solidi e integrata in preparazioni dolci e salate.

Capsule di chia

Le capsule contengono olio di chia, quindi la loro composizione nutrizionale si può riassumere in omega 3, omega 6 e vitamina E. Sono più confortevoli dei semi o della polvere perché non devono essere miscelati con altri alimenti solidi o liquidi per il consumo. Si consiglia di assumere da 1 a 3 capsule al giorno, a seconda della concentrazione di omega dell’integratore.

Rappresentano un’ottima opzione per migliorare la salute cardiovascolare, alleviare il dolore alle articolazioni, ridurre il colesterolo e trattare il fegato grasso non alcolico. Inoltre, prevengono la formazione di coaguli di sangue, ma non forniscono alcuni benefici correlati ad altri componenti del seme (fibra, proteine).

Olio di chia

Il profilo nutrizionale dell’olio di chia è quasi identico a quello delle capsule: omega 3, omega 6 e vitamina E. La quantità raccomandata al giorno è di 1 cucchiaio da tavola e può essere assunta da sola o miscelata con yogurt, frullati, condimenti e salse fredde.

L’olio di chia viene estratto a freddo per mantenere l’ottima qualità nutrizionale dei suoi grassi omega. Pertanto, è importante non sottoporlo a cottura, in modo che le alte temperature non danneggino i suoi acidi grassi.

Semi interi Polvere di semi Capsule Olio
Prezzo Economica Intermedio Intermedio Più costoso
Gusto Insipido, impercettibile Leggermente amaro Neutro Soft
Consumo Miscelato con acqua, altri liquidi o preparati solidi. Deve essere precedentemente idratato in acqua per sfruttare i suoi benefici Mescolato con acqua, altri liquidi o farine per la cottura Si consuma insieme ad un sorso d”acqua Può essere servito in un cucchiaio e bevuto direttamente, o mescolato con condimenti e yogurt
Dose giornaliera 15-20 grammi 5-20 grammi 1-3 capsule 1 cucchiaio
Proteine ​​(per porzione) 4,58 grammi 7,2 grammi Nullo Nullo
Fibra (per porzione) 6,6 grammi 4,9 grammi Nullo Nullo
Omega 3 e omega 6 (per porzione) 4,98 grammi 1,08 grammi Da 500 a 800 milligrammi a seconda della dose 8 grammi

È meglio consumare semi o capsule di chia?

Tutto dipende dal beneficio che si desidera ottenere:

I semi di chia e la polvere di chia conservano tutti i componenti nutrizionali. Sono raccomandati per le persone che vogliono migliorare il loro stato nutrizionale, perdere peso e prevenire le malattie cardiovascolari. Inoltre, sono consigliati per trattare o prevenire la stitichezza, regolare la funzione intestinale, normalizzare la pressione sanguigna e ridurre la glicemia.

Gli atleti, i bambini di età superiore a 2 anni e le donne in gravidanza dovrebbero consumare questo alimento sotto forma di semi o polvere.

L’olio e le capsule di chia sono costituiti da puri omega 3 e 6 e vitamina E. Sono ideali per chi soffre di malattie cardiache (ad esempio aritmia o storie precedenti di infarto), aterosclerosi, problemi alle articolazioni, colesterolo alto, fegato grasso non alcolico, cattiva memoria o da chi ha avuto un ictus.

Sono anche un’ottima opzione per coloro che non tollerano o “semplicemente non amano” i semi di chia ma vogliono approfittare dei suoi benefici cardioprotettivi.

Forma di presentazione della chia Situazioni in cui la si consiglia
Semi interi Sovrappeso/obesità, diabete, ipertensione, stitichezza, diverticolosi (NON diverticolite), colesterolo lievemente elevato. Adulti sani, anziani, donne incinte e bambini (dai 2 anni)
Polvere (semi schiacciati) Le situazioni di cui sopra e gli atleti, data la veloce digestione della polvere e l”assimilazione più veloce, ma il contenuto nutrizionale simile
Capsule di olio di chia Malattie cardiovascolari (aritmie, storia di infarto, ischemia o ictus). Colesterolo alto, trigliceridi alti, artrite, artrosi. Fegato grasso non alcolico. Alle persone che non tollerano i semi interi (accelerano troppo il movimento intestinale e provocano diarrea, gonfiore o dolore) o la polvere. A chi ha la sindrome dell”intestino irritabile
Olio di chia Le stesse situazioni già menzionate valgono per le capsule di chia. È una questione di preferenze, ma l”effetto terapeutico è lo stesso

Perché la polvere di chia è consigliata per gli sportivi vegani?

La chia è un alimento a tutti gli effetti dal punto di vista nutrizionale, in quanto è composta da carboidrati, proteine, vitamine e minerali, calcio, potassio e magnesio, che sono essenziali per funzione muscolare

Poiché i vegani non possono consumare proteine del siero di latte, la chia viene spesso utilizzata negli shaker per gli atleti vegani, come spuntino pre o post allenamento. In questi casi, è preferibile che sia in polvere perché richiede un lavoro digestivo migliore e si assimila più rapidamente della chia in semi interi.

foco

Lo sapevi che lo scrittore Cristopher McDougall afferma che un cucchiaio di chia è come una scossa di salmone, spinaci e ormoni della crescita umana? Il suo libro “Born to Run” ruota intorno a una tribù di corridori messicani la cui dieta si basa sul consumo di chia.

Criteri di acquisto

In questa sezione esamineremo tutti gli aspetti che dovresti prendere in considerazione prima di acquistare un integratore di chia. Tutte le forme di presentazione sopra menzionate hanno i loro pro e contro, ma l’importante è che tu scelga l’alternativa più adatta alle tue esigenze e al tuo stile di vita.

  • Stato attuale di salute
  • Facilità di consumo
  • Sapore
  • Certificazione senza glutine

Stato attuale di salute

Nella prima tabella di questo articolo, abbiamo riassunto le situazioni in cui è stato consigliato ciascuno degli integratori di chia. Puoi leggerla di nuovo per trovare il prodotto migliore per te.

Ad esempio, se il tuo obiettivo è quello di abbassare il colesterolo, puoi scegliere una delle quattro forme di presentazione, tuttavia se i valori sono molto alti dovresti scegliere le capsule o l’olio che sono omega 3 e 6 puri. Invece, se il tuo l’obiettivo è di perdere peso, sarà necessario incorporare semi interi o in polvere.

Facilità d’uso

Le capsule sono gli integratori di chia più facili da prendere e puoi portarli ovunque. L’olio è altrettanto comodo perché puoi bere la dose raccomandata a colazione, prima di uscire di casa, e non devi ripetere l’assunzione fino al giorno successivo.

Sapore

Il seme di chia ha un sapore quasi impercettibile e ciò che viene solitamente percepito quando è usato intero è la sua consistenza. La polvere può lasciare un sapore leggermente amarognolo se consumata solo con acqua, ma integrata in altre bevande o preparati passa inosservata.

L’olio è molto delicato per il palato e le capsule hanno un gusto neutro.

Certificazione senza glutine

Se sei celiaco, è essenziale acquistare i semi e la polvere di chia confezionati, non sfusi, poiché in questo caso potrebbero essere contaminati da tracce di glutine. Che si tratti di semi, polvere, capsule o olio, è essenziale cercare il sigillo sull’etichetta che garantisca che si tratta di un prodotto privo di frumento, avena, orzo e segale.

Conclusioni

Come avrai scoperto in questa guida, la chia è molto più di un alimento per ridurre il colesterolo e proteggere il cuore. È uno dei più nobili integratori esistenti e, con la supervisione di un medico, quasi tutti possono includerla nella propria dieta in un modo o nell’altro.

Se vuoi aiutarci a diffondere i vantaggi della chia, condividi questo articolo con i tuoi amici e follower.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Frey: 29617462/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Romina Redattrice nutrizionista
Ho una laurea in Nutrizione e sono una Coach in Salute e Benessere. Poco dopo la laurea ho iniziato a scrivere articoli su cibo e nutrizione perché ho notato che le persone leggevano molto su questi argomenti, ma, nella maggior parte dei casi, le informazioni ottenute erano errate o false. Il mio obiettivo è quello di scrivere articoli che siano veri, utili e interessanti per il lettore.