Frutta e verdura
Ultimo aggiornamento: 16/09/2020

Il nostro metodo

55Prodotti analizzati

35Ore impiegate

41Studi valutati

123Commenti raccolti

Salute e malattia sono le due facce della stessa medaglia. Il raffreddore comune, l’influenza stagionale e tutti i tipi di infezioni rendono difficile la nostra quotidianità. I periodi convalescenti ci fanno perdere la lezione o l’orario di lavoro, lasciandoci confinati nel nostro letto o nel nostro divano. Sarebbe possibile rafforzare le difese del nostro corpo per evitare di ammalarsi di nuovo?

Purtroppo, attualmente non esiste alcun rimedio che ci garantisca la salute eterna. Quello che possiamo fare è adottare una serie di misure e routine salutari per mantenere il nostro sistema immunitario il più forte possibile. In questo modo, saremo meglio preparati per combattere la malattia. Vuoi sapere come aumentare le tue difese? Continua a leggere!

Le cose più importanti in breve

  • Il nostro sistema immunitario contiene cellule, molecole segnale e proteine responsabili della lotta contro le aggressioni esterne (virus e batteri).
  • Dobbiamo mangiare correttamente, riposare a sufficienza e tenere a bada lo stress per evitare discrepanze nella nostra funzione immunitaria.
  • Se pensiamo di acquistare un integratore che rafforzi le nostre difese, possiamo optare per multivitaminici, integratori di vitamina C, vitamina D, probiotici o altri preparati come l’echinacea.

I migliori integratori per rinforzare il sistema immunitario: la nostra selezione

In questa sezione, ti mostreremo i cinque prodotti più interessanti sul mercato online per rafforzare il tuo sistema immunitario. Ricorda che per eventuali sintomi sospetti, devi rivolgerti al tuo medico. Una volta esclusi eventuali problemi di salute, è possibile utilizzare questi elementi per sentirsi meglio o per risolvere una carenza nutrizionale.

Vitamine e minerali per combattere le carenze nutrizionali

Queste capsule contengono le vitamine e i minerali più importanti per il corretto funzionamento del sistema immunitario. Il produttore suggerisce di usarli per integrare le diete povere di nutrienti. La dose giornaliera è di una capsula al giorno, quindi essendoci 365 capsule, un singolo acquisto dura fino ad un anno. Le opinioni su questo prodotto sono per lo più positive. In generale, le persone che hanno utilizzato questo prodotto notano una sensazione di energia e benessere durante il giorno.

Un integratore di vitamina D3 per chi si espone poco al sole

Questo integratore fornirà 1000 unità di vitamina D3 per compressa, una dose che può essere aumentata fino a raggiungere la RDA giornaliera (pari a 4000 unità). Sono 365 capsule, che permettono con pochi euro di aggiustare il dosaggio secondo le esigenze. Le piccole dimensioni di queste capsule in gel rendono felici molti utenti. Gli acquirenti li usano per evitare la carenza di vitamina D che può verificarsi quando ci si espone poco alla luce solare.

Il miglior integratore con Echinacea per prevenire il raffreddore

Questo prodotto contiene una miscela di estratti vegetali tra i quali spicca la presenza di echinacea, una pianta che risulta essere particolarmente utile a prevenire il raffreddore comune secondo alcuni studi. Inoltre, contiene zinco, vitamina C e microrganismi probiotici. I commenti su questo articolo sono molto promettenti. Alcune persone si riferiscono a questo articolo come “una meraviglia” che li aiuta a ridurre il numero di infezioni respiratorie ogni anno.

Vitamina C e zinco per limitare la durata del raffreddore

Questo prodotto di fabbricazione tedesca fornisce 300 grammi di vitamina C per capsula e il 50% della quantità giornaliera raccomandata di zinco. È adatto a vegani, celiaci e allergie al lattosio. La dose raccomandata è di una capsula al giorno, anche se può essere aumentata a seconda dei consigli di uno specialista. Le persone che hanno acquistato questo articolo sono soddisfatte. È particolarmente apprezzato dalle persone che soffrono di carenze di zinco, un minerale essenziale per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere su come rinforzare il sistema immunitario

Il sistema immunitario protegge il nostro corpo dall’invasione di agenti patogeni (microrganismi dannosi). Una cattiva alimentazione, lo stress cronico o il passare del tempo, tra gli altri, possono indebolire le nostre difese e renderci vulnerabili alle malattie. Fortunatamente, possiamo acquisire alcune sane abitudini che ci aiuteranno a rafforzare la nostra immunità

Gruppo di amici che mangiano insieme

Il nostro sistema immunitario è diviso in immunità innata e acquisita. (Fonte: Yeulet: 42131725/ 123rf.com)

Il sistema immunitario e le nostre difese

Il sistema immunitario è un insieme di cellule, proteine e molecole segnale che hanno il compito di proteggere l’organismo dalle aggressioni dell’ambiente esterno. Colloquialmente, sentiremo il termine “nostre difese” per riferirci a questo guardiano del nostro benessere. “Sistema immunologico” e sistema immunitario” sono anche espressioni valide.

La verità è che raggiungere una perfetta comprensione del sistema immunitario è un’impresa disponibile solo per gli specialisti in genetica e immunologia.

Le nostre difese sono regolate da una serie di stimoli complessi che determinano la posizione, l’intensità e la durata della risposta immunitaria.

Tuttavia, possiamo conoscere alcuni tratti della nostra immunità. In questo modo, saremo in grado di comprendere meglio i meccanismi che rafforzano o indeboliscono il sistema immunitario per mantenerci il più sani possibile. Un modo molto semplice per comprendere le nostre difese è dividere questo sistema in due forme di immunità. (1):

  • Immunità innata: Chiamata anche immunità naturale o immunità non specifica. È un sistema primitivo che dipende dalle barriere naturali (pelle, muco, acidi gastrici e sudore, tra gli altri) e da alcune cellule (come i macrofagi) che distruggono i microrganismi attraverso meccanismi stereotipati (che non cambiano a seconda del germe).
  • Immunità acquisita/adattiva: In questo caso, stiamo parlando di un’immunità specifica. Il sistema immunitario sarà in grado di riconoscere e rispondere a un microrganismo specifico, creando anticorpi contro di esso che ne faciliteranno la distruzione. Questa risposta si ripeterà più rapidamente la prossima volta che lo stesso germe ci infetta (capacità di memoria).
Immunità innata Immunità acquisita
Risposta Aspecifica

(uguale per tutti i patogeni)

Specifica

(si adatta al patogeno)

Rapidità Immediata Ritardata

(diversi giorni)

Memoria No Si
Componenti – Barriere naturali

– Infiammazione e febbre

– Fagociti (cellule “divoratrici” dei patogeni)

– Cellule “Presenter” (catturano e visualizzano i microrganismi)

– Sistemi di attacco alla membrana degli agenti patogeni

– Linfociti T (cellule che distruggono i microrganismi e regolano la risposta del corpo)

– Linfociti B (produttori di anticorpi)

– Anticorpi

– Molecole segnale 

L’esistenza di un perfetto coordinamento tra immunità innata e immunità adattativa è essenziale. Altrimenti, possono comparire fenomeni di immunosoppressione (difese deboli) o autoimmunità (le nostre difese attaccano il nostro corpo). Fortunatamente, ci sono alcune abitudini sane che possono aiutarti a mantenere questo equilibrio.

Gli alleati del sistema immunitario: riposo, alimentazione e sport

Se vogliamo rafforzare il nostro sistema immunitario, la prima cosa che dobbiamo fare è rivedere la nostra routine quotidiana. Hai una dieta equilibrata? Dormi abbastanza? Sei sotto stress fisico o emotivo? Sebbene queste domande possano sembrare banali, la scienza ha dimostrato che possono influire sul corretto funzionamento delle tue difese. (2, 3, 4).

La verità è che questi fattori che sembrano abbiano poco a che fare con l’immunità sono in grado di determinare il nostro grado di resistenza alla malattia e la velocità della nostra guarigione. Ad esempio, uno studio ha scoperto che prestare maggiore attenzione ai bambini malati li aiuta a guarire prima. (5). ¿Sorprendente, vero?

Albert Szent-GyorgyiPremio Nobel per la Medicina (1937)

“Una vitamina è una sostanza che ti fa star male se non la consumi”.

Un’alimentazione sana per combattere le malattie

Il ruolo del cibo nello sviluppo dell’immunità è estremamente importante. Nel corso degli anni, diversi studi scientifici hanno dimostrato che una cattiva alimentazione influisce negativamente sull’immunità innata e adattiva. La tabella seguente riassume i principali nutrienti e il ruolo che svolgono nelle nostre difese. (4, 6):

Nutriente Funzione Fonti alimentari
Arginina Buon funzionamento dei macrofagi (produzione di ossido nitrico). Bacche di Goji, frutti secchi, carne, spirulina e legumi. 
Vitamina A Divisione cellulare e proliferazione dei linfociti. Olio di fegato di merluzzo, visceri, patate dolci, carote, spinaci e burro.
Vitamina C Rafforzamento delle barriere epiteliali (pelle).

Distruzione microbica.

Possibile proliferazione di linfociti.

Agrumi, broccoli, cavolfiori, cavoli e peperoni.
Vitamina D Attivazione della risposta immunitaria.

Produzione di proteine antimicrobiche.

Olio di fegato di merluzzo, latte arricchito, pesce azzurro, formaggio e tuorlo d’uovo.
Vitamina E Antiossidante.

Regolatore della risposta immunitaria.

Interazione tra molecole.

Semi di girasole, avocado, spinaci, bietole e mandorle.
Glutammina Fonte di energia per le cellule del sistema immunitario.

Replica delle cellule del sistema immunitario.

Carne di pollo, carne di manzo, uova, latticini e proteina di canapa.
Ferro Sviluppo e crescita dei linfociti. Carni rosse, conserve di pesce, tofu, anacardi, spinaci.
Selenio Risposta alle infezioni virali e regolazione dell’infiammazione. Carne di maiale, manzo, pollame, noci del Brasile e tonno.
Zinco Divisione cellulare e proliferazione dei linfociti Carne, frutti di mare, noci, latticini e cereali integrali.

Una corretta alimentazione consentirà alle nostre difese di attivarsi correttamente contro l’aggressione virale o batterica. In generale, gli esperti concordano nell’affermare che la dieta mediterranea è una delle più appropriate per evitare carenze o eccessi nella nostra dieta. (7, 8). Che nel tuo piatto non manchino pesce, carne magra, verdure e olio d’oliva!

Se, al contrario, la nostra dieta è inadeguata, potremmo iniziare a soffrire di carenze di vitamine, proteine o minerali. Su HEALTHSPRING.IT troverai numerosi articoli che ti permetteranno di conoscere più specificamente i nutrienti sopra citati. Controllali se pensi di soffrire di mancanza di nutrienti.

Lo sport come prevenzione

L’esercizio fisico ha innumerevoli benefici. L’attività fisica tiene a bada lo stress, consente un riposo notturno migliore e ci aiuta a bruciare calorie per mantenere un peso sano. Inoltre, è un fantastico agente anti-invecchiamento. E non ci riferiamo solo a un effetto estetico.
Lo sport mantiene giovane anche il tuo sistema immunitario.

La pratica sportiva regolare (senza cadere negli eccessi) ha dimostrato di rafforzare il nostro sistema immunitario nel corso degli anni, alleviando parzialmente gli effetti dell’invecchiamento. Ed è anche perché le nostre difese soffrono e si indeboliscono nel tempo, rendendoci vulnerabili alle infezioni (9, 10).

Ma quanto sport dobbiamo fare al giorno per rimanere in salute? L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ne è chiara. Gli adulti di età compresa tra 18 e 65 anni dovrebbero fare almeno 150 minuti di attività fisica aerobica di intensità moderata a settimana (o 75 minuti a settimana di sport intenso).

Naturalmente, anche i bambini e le persone di età superiore ai 65 anni possono beneficiare (e molto) dell’attività fisica. Tuttavia, nel loro caso specifico, si preferisce svolgere attività ricreative o familiari. La tabella seguente mostra, in modo più ordinato, le linee guida raccomandate dall’OMS in materia di sport (11):

Fascia d’età Raccomandazioni OMS
Bambini/Ragazzi 5-17 anni Preferibilmente esercizio aerobico

Attività ludica o educazione fisica

Minimo 60 minuti di attività quotidiana

Attività più intense almeno tre volte a settimana

Adulti 18-65 anni Attività ricreative, spostamenti (a piedi o in bicicletta) e lavoro

Minimo 150 minuti a settimana di esercizio a intensità moderata

Alternativamente, 75 minuti a settimana di esercizi ad alta intensità

Ogni sessione di allenamento dovrebbe durare almeno 10 minuti

Fare attività per rafforzare i muscoli e le ossa due o più volte alla settimana

Maggiori di 65 anni Attività ricreative, spostamenti (a piedi o in bicicletta), lavoro (fino al pensionamento) e attività familiari

Minimo 150 minuti a settimana di esercizio a intensità moderata

Alternativamente, 75 minuti a settimana di esercizi ad alta intensità

Ogni sessione di allenamento dovrebbe durare almeno 10 minuti

Gli adulti con mobilità ridotta devono svolgere attività di riabilitazione almeno tre volte a settimana

Fare attività per rafforzare i muscoli e le ossa due o più volte alla settimana

Gli adulti in età avanzata o indeboliti dovrebbero fare un attività fisica in base alle loro condizioni di salute.

I benefici di un sonno ristoratore

Sicuramente conosci perfettamente l’importanza di dormire bene per mantenere una buona salute mentale e fisica. Ma è possibile che il sonno rafforzi anche le nostre difese? La verità è che è stata scoperta una relazione diretta tra riposo notturno e sistema immunitario perfettamente sincronizzata con il ritmo circadiano.

Mentre dormiamo, il nostro corpo si prepara per la lotta contro le infezioni.

Il riposo gioverà soprattutto all’immunità adattativa, sintetizzando anticorpi e molecole di segnale. Inoltre, verrà stimolata la memoria immunitaria, per reagire rapidamente a virus o batteri con i quali siamo già entrati in contatto in precedenza. (3, 12).

Sapevi che molte persone dormono molto meno del numero di ore raccomandato? Nella tabella seguente puoi trovare il tempo di riposo che la National Sleep Foundation ha definito adatto per ogni fascia d’età (13). Prova a rispettare queste raccomandazioni, la tua salute ti ringrazierà!

Fascia d’età Ore di sonno
Neonati (0-3 mesi) 14-17 ore
Primi mesi (4-11 mesi) 12-15 ore
Bambini piccoli (1-2 anni) 11-14 ore
Bambini (3-5 anni) 10-13 ore
Ragazzi (6-13 anni) 9-11 ore
Adolescenti (14-17 anni) 8-10 ore
Adulti (18-65 anni) 7-9 ore
Anziani (más de 65 años) 7-8 ore

Una vita piena per una salute di ferro

Incredibile, ma vero. Le nostre emozioni in continua evoluzione sono correlate alle nostre difese e possono influenzarle positivamente o negativamente. Una vita attiva, con progetti entusiasmanti e l’affetto dei nostri cari può migliorare la nostra produzione di anticorpi, nonché la risposta della nostra immunità innata (14).

Certo, la vita non è sempre facile. Possiamo essere colpiti da situazioni stressanti e dolorose che sfuggono al nostro controllo. Logicamente, ci sentiremo tristi, ansiosi e persino furiosi negli eventi più tragici. Ma ci sono modi per rafforzare la nostra armatura emotiva per godere di una salute più forte? Certo che ci sono!

  • Amore: Non è poesia, è genetica. Gli studi più recenti hanno rivelato che durante il processo di infatuazione esiste una regolazione dell’immunità. Sebbene questi dati debbano essere esaminati in modo più dettagliato, alcuni esperti sospettano che l’amore e la passione abbiano un effetto positivo sulle difese (15).
  • Religione: Questa scoperta inaspettata ha sorpreso gli scienziati. Gli anziani che si recano regolarmente nel luogo di culto corrispondente alla loro fede sembrano produrre più di altri alcuni mediatori del sistema immunitario. Apparentemente, queste persone hanno difese più forti rispetto ad altri individui (16, 17, 18).
  • Pratiche meditative: Se non ti consideri una persona religiosa, anche le pratiche di meditazione consapevole sembrano essere potenzialmente utili per il sistema immunitario. Lo yoga antico e le pratiche di Taichi Chuan hanno anche dimostrato di ridurre l’infiammazione del corpo e attivare le difese, purché siano eseguite in modo coerente (19, 20, 21).
  • Assistenza psicologica: Se abbiamo subito un evento traumatico, chiedere aiuto a un professionista della psicologia potrebbe aiutarci più di quanto pensiamo. La terapia psicologica, oltre ad aiutarci a bilanciare la nostra salute mentale, potrebbe migliorare la capacità del nostro corpo di rispondere alle infezioni, modulando la risposta immunitaria (22, 23).
Cibo di vario tipo

Per difenderci dalle infezioni, dobbiamo nutrirci adeguatamente. (Fonte: Navas: 56556286/ 123rf.com)

I nemici della salute

Sai già che il sistema immunitario delle persone che rimangono attive è generalmente più forte di quello degli individui sedentari. Lo stesso vale se confrontiamo coloro che seguono una dieta sana e i fan del “cibo spazzatura”. Ma ci sono anche una serie di abitudini dannose che indeboliscono le tue difese. Puoi rafforzarti rinunciando:

  • Tabacco: È noto che il tabacco aumenta le possibilità di soffrire di vari tipi di tumori. Tuttavia, il fumo può anche influenzare negativamente l’immunità, alterando l’attività delle cellule che ci proteggono dalle infezioni del tratto respiratorio. Questa situazione potrebbe renderci più vulnerabili alla malattia. (24).
  • Alcol: Nel caso delle bevande alcoliche, il loro abuso (bere grandi quantità di alcol spesso) è stato associato ad una maggiore predisposizione alle malattie virali e batteriche. Alcuni, secondo l’OMS, sono particolarmente gravi (tubercolosi e HIV) (25, 26).
  • Altre droghe: L’eroina e la cocaina sembrano essere in grado di alterare la risposta del corpo alle infezioni. Sebbene questi dati debbano essere confermati da ulteriori studi, l’influenza negativa di questi composti nella nostra vita quotidiana scoraggia il loro consumo in alcun modo. (27, 28).

Infine, non dobbiamo perdere di vista i nostri livelli di ansia e nervosismo. Attualmente, è accettata l’esistenza di due tipi di stress. Il primo, lo stress “buono”, è ben definito nel tempo (affrontare un esame o competere in un evento) e può avere una certa influenza positiva sulle nostre difese.

D’altra parte, lo stress “cattivo” è uno che dura nel tempo (sofferenza da bullismo o prendersi cura di un membro della famiglia malato). In questo caso, si verificherà un “esaurimento” delle nostre difese, che potrebbe essere superato dalla situazione avversa. In questo caso, è consigliabile cercare aiuto per ridurre, almeno in parte, la nostra sofferenza (2, 23).

Donna che sorride mentre assume un integratore

Gli integratori possono aiutare la nostra dieta per evitare carenze che possono farci ammalare. (Fonte: Guillem: 102077414/ 123rf.com)

L’uso di integratori per far fronte alle malattie

Gli integratori sono utili per rafforzare il nostro sistema immunitario? I dati che abbiamo attualmente sono contraddittori. Sappiamo che le esigenze nutrizionali cambiano nel corso della nostra vita, a seconda della nostra età e del nostro livello di attività.
In caso di carenza dietetica, gli integratori possono risolverlo.

Tuttavia, il miglioramento del nostro stato nutrizionale non sembra tradursi in un immediato aumento della nostra capacità di combattere le infezioni. L’uso di integratori alimentari potrebbe dover essere fatto per un lungo periodo di tempo (più di 8 settimane) per vedere risultati in questo senso (29).

È anche estremamente importante ricordare che gli integratori non possono mai sostituire le cure mediche. Inoltre, l’abuso di alcuni integratori (ad esempio integratori di ferro) durante un periodo di malattia potrebbe essere dannoso, fornendo nutrienti a microrganismi patogeni e promuovendone la moltiplicazione. (30).

Per questo motivo, dobbiamo fare un consumo prudente e ben ponderato di integratori se vogliamo rafforzare le nostre difese, privilegiando sempre l’acquisizione di abitudini sane. Nella prossima sezione parleremo dei prodotti più interessanti per tenere a bada la malattia e confronteremo le informazioni disponibili su di loro.

Fulvio D’AcquistoProfessore di Inmunologia. Università di Roehampton (Londra)

“Gli antichi romani sapevano che essere innamorati, provare passione, faceva bene al corpo e alla mente”.

Criteri di acquisto

I prodotti che troverai di seguito si presentano sul mercato come integratori che rafforzano le difese. Nelle righe seguenti, discuteremo della loro utilità e delle possibili applicazioni, stabilendo una serie di criteri di acquisto in modo che possiate fare la scelta più adatta a voi. Assicurati di consultare questa sezione!

Integratori multivitaminici e multiminerali

Gli integratori che combinano vitamine e minerali possono aiutare le persone che, per qualsiasi motivo, soffrono di una carenza nutrizionale. Vegani (diete prive di vitamina B12), persone che cercano di perdere peso (basso apporto di nutrienti) e anziani (vulnerabili per malnutrizione) trarranno il massimo beneficio da questi prodotti. (6, 31, 32, 33, 34).

Ingredienti multivitaminici Efetto
Vitamina A Evita gli stati di carenza.

Particolarmente utile per prevenire le malattie infettive nelle persone malnutrite.

Vitamine del grupo B Evita gli stati di carenza.
Vitamina C Potrebbe ridurre la durata e diminuire la gravità delle infezioni del tratto respiratorio.
Vitamina D Evita gli stati di carenza, presumibilmente riducendo la frequenza delle malattie del tratto respiratorio.
Ferro Evita gli stati di carenza, apparentemente riducendo la probabilità di infezione.

Assumerlo indiscriminatamente potrebbe peggiorare le condizioni sottostanti.

Selenio Evita gli stati carenziali, migliorando la risposta immunitaria all’infezione virale.

Prenderlo indiscriminatamente potrebbe peggiorare i sintomi dell’asma e favorire l’invasione da parte dei parassiti..

Zinco Possibile riduzione dell’intensità dei sintomi del raffreddore comune.

Potrebbe abbreviare i tempi di recupero del raffreddore comune.

Assicurati di non soffrire di un’infezione quando inizi a prendere il tuo integratore (i preparati che contengono ferro potrebbero peggiorarne l’evoluzione). Inoltre, consultare il medico se si stanno assumendo farmaci che potrebbero interagire con questi integratori. Sebbene questi articoli abbiano un prezzo molto variabile, il loro costo oscilla tra € 10-15.

Vitamina C

Praticamente tutti gli integratori multivitaminici contengono acido ascorbico (vitamina C). Tuttavia, la popolarità di questo nutriente porta molte persone a consumarlo individualmente. Paradossalmente, l’uso che viene generalmente dato a questa vitamina (prevenzione del freddo) potrebbe non essere il più appropriato.

Attualmente si ritiene che la vitamina C non ci impedisca di ammalarci. Tuttavia, può ridurre l’intensità dei sintomi e la durata del raffreddore (33). Prima di usarla, assicurati di non soffrire di un’altra patologia più grave che potrebbe richiedere cure mediche (come la polmonite). Un contenitore di capsule di vitamina C costa circa 10 euro.

Fette di arancia

La vitamina C sembra essere utile per alleviare i sintomi del raffreddore. (Fonte: Doroshin: 38455095/ 123rf.com)

Vitamina D

Una dieta equilibrata può non farci avere bisogno di integratori multivitaminici o vitamina D. Tuttavia, nonostante mangiamo correttamente, possiamo soffrire di una carenza di colecalciferolo (denominato vitamina D3). Dato che la vitamina D si ottiene principalmente dall’esposizione al sole, considera di introdurre questo integratore se lavori in orari notturni o trascorri molto tempo al chiuso (35).

Questa vitamina viene accumula, quindi puoi assumere dosi di colecalciferolo settimanalmente o dosi più limitate quotidianamente (vedi il nostro articolo sulla vitamina D per saperne di più). Scegli, preferibilmente, preparati contenenti D3, molto più biodisponibili di D2. Il prezzo è di 5-8 € per preparazione.

Probiotici

Il microbiota del nostro corpo è particolarmente importante per il nostro benessere. Questi batteri benefici ci impediscono di essere colonizzati da microrganismi dannosi, quindi mantenere una “flora” sana deve essere una delle nostre priorità. Lo stress, la cattiva alimentazione e l’uso di antibiotici possono distruggere questo delicato equilibrio (36, 37).

Sebbene ci siano centinaia di preparati probiotici, gli esperti generalmente indicano che gli integratori che contengono le specie Lactobacillus sono particolarmente positivi per la nostra salute. Le persone immunodepresse non devono usarle senza controllo medico. Il suo costo è di circa 15-20 €.

Altre preparazioni medicinali

Alcuni prodotti (generalmente di origine vegetale, ma anche preparati con miele o suoi derivati) potrebbero contribuire al rafforzamento del sistema immunitario. Ci sono studi che offrono risultati disparati su elementi popolari come propoli, echinacea, mirtilli, zenzero o pappa reale. (38, 39, 40, 41):

Preparato Pro Contro
Mirtilli (estratto) Alti livelli di vitamina C, possibile prevenzione delle infezioni del tratto urinario.

Pochi effetti collaterali gravi.

Risultati disparati, sono necessari ulteriori studi.

Può causare disagio digestivo.

Echinacea Leggera protezione (prevenzione) contro il raffreddore comune. Non accorcia la durata del rafreddore.

Effetti collaterali gastrointestinali, cutanei o nervosi (insonnia).

Pappa reale Apporto di vitamine e minerali.

Potrebbe migliorare la funzione immunitaria.

Sono necessari ulteriori studi (su volontari umani) per confermare i risultati..

Non adatto per diabetici.

Zenzero Sollievo da sintomi digestivi (nausea e vomito).

Pochi effetti collaterali.

Principalmente effetti anti-infiammatori e antiossidanti.

Sono necessari ulteriori studi per confermare la sua efficacia.

Propoli Azione antisettica, battericida e antifungina. Sono necessari ulteriori studi (su volontari umani) per confermare i risultati..

Deve essere sottoposto a processi di standardizzazione e regolato dalle autorità sanitarie.

In generale, questi preparati necessitano di studi esaustivi che confermino o escludano la loro capacità di rafforzare la nostra immunità. Gli integratori di Echinacea (Echinacea angustifolia) hanno dimostrato di avere un’influenza positiva (ma non significativa) sulla prevenzione del raffreddore comune. Il costo di questi prodotti è di circa 15-20 euro per articolo.

Conclusioni

Il nostro sistema immunitario ci protegge dagli attacchi di virus, batteri, funghi e parassiti. Se vogliamo mantenere le nostre difese nel miglior stato possibile, dobbiamo acquisire una serie di abitudini sane. Mangiare nel modo giusto, fare movimento, evitare il consumo di droghe e rimanere positivi ci aiuterà ad avere un sistema immunitario attivo più a lungo.

Gli integratori per rafforzare il sistema immunitario dovrebbero essere usati per alleviare le carenze nutrizionali o per alleviare i sintomi di malattie più lievi, una volta che abbiamo escluso di soffrire di gravi infezioni. Alcuni composti, come l’echinacea, possono aiutarci a evitare i raffreddori nei mesi più freddi.

Se questo articolo ti ha aiutato a capire meglio come rinforzare il sistema immunitario, aiutaci lasciando un commento condividendolo sui tuoi social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Monticello: 32014496/ 123rf.com) 

Riferimenti (41)

1. Nicholson LB. The immune system. Essays Biochem [Internet]. 2016 Oct 31 [ 2020 Mar 23];60(3):275–301.
Fonte

2. Dragoş D, Tănăsescu MD. The effect of stress on the defense systems. J Med Life [Internet]. 2010 [ 2020 Mar 22];3(1):10–8.
Fonte

3. Besedovsky L, Lange T, Born J. Sleep and immune function. Pflügers Arch – Eur J Physiol [Internet]. 2012 Jan 10 [ 2020 Mar 22];463(1):121–37.
Fonte

4. Calder PC. Feeding the immune system. Proc Nutr Soc [Internet]. 2013 Aug 21 [ 2020 Mar 23];72(3):299–309.
Fonte

5. Béres A, Lelovics Z, Antal P, Hajós G, Gézsi A, Czéh Á, et al. “Does happiness help healing?” Immune response of hospitalized children may change during visits of the Smiling Hospital Foundation’s Artists. Orv Hetil [Internet]. 2011 [cited 2020 Mar 22];152(43):1739–44.
Fonte

6. Maggini S, Wintergerst ES, Beveridge S, Hornig DH. Selected vitamins and trace elements support immune function by strengthening epithelial barriers and cellular and humoral immune responses. In: British Journal of Nutrition [Internet]. 2007 [ 2020 Mar 16]. p. S29-35.
Fonte

7. Pascual V, Perez Martinez P, Fernández JM, Solá R, Pallarés V, Romero Secín A, et al. SEA/SEMERGEN consensus document 2019: Dietary recommendations in the prevention of cardiovascular disease. Semergen. 2019 Jul 1;45(5):333–48.
Fonte

8. Locke A, Schneiderhan J, Zick SM. Diets for Health: Goals and Guidelines. Am Fam Physician [Internet]. 2018 Jun 1 [ 2020 Mar 2];97(11):721–8.
Fonte

9. Sellami M, Gasmi M, Denham J, Hayes LD, Stratton D, Padulo J, et al. Effects of Acute and Chronic Exercise on Immunological Parameters in the Elderly Aged: Can Physical Activity Counteract the Effects of Aging? Front Immunol [Internet]. 2018 Oct 10 [ 2020 Mar 22];9(OCT).
Fonte

10. Campbell JP, Turner JE. Debunking the Myth of Exercise-Induced Immune Suppression: Redefining the Impact of Exercise on Immunological Health Across the Lifespan. Front Immunol [Internet]. 2018 Apr 16 [ 2020 Mar 22];9(APR).
Fonte

11. OMS | Recomendaciones mundiales sobre la actividad física para la salud. WHO [Internet]. 2013 [ 2020 Mar 22]
Fonte

12. Besedovsky L, Lange T, Haack M. The sleep-immune crosstalk in health and disease. Physiol Rev [Internet]. 2019 Jul 1 [ 2020 Mar 22];99(3):1325–80.
Fonte

13. Nation Sleep Foundation. National Sleep Foundation Recommends New Sleep Times. Natl Sleep Found [Internet]. 2019 [ 2020 Mar 22];1–4.
Fonte

14. Brod S, Rattazzi L, Piras G, D’Acquisto F. ‘As above, so below’ examining the interplay between emotion and the immune system. Immunology [Internet]. 2014 Nov [ 2020 Mar 22];143(3):311–8.
Fonte

15. D’Acquisto F. Affective immunology: where emotions and the immune response converge. Dialogues Clin Neurosci [Internet]. 2017 Mar 1 [ 2020 Mar 22];19(1):9–19.
Fonte

16. Koenig HG, Cohen HJ, George LK, Hays JC, Larson DB, Blazer DG. Attendance at religious services, interleukin-6, and other biological parameters of immune function in older adults [Internet]. Vol. 27, International Journal of Psychiatry in Medicine. Baywood Publishing Co. Inc.; 1997 [ 2020 Mar 22]. p. 233–50.
Fonte

17. Koenig HG. Psychoneuroimmunology and the faith factor. J Gend Specif Med [Internet]. 2000 [ 2020 Mar 22];3(5):37–44.
Fonte

18. Koenig HG. Religion, Spirituality, and Health: The Research and Clinical Implications. ISRN Psychiatry [Internet]. 2012 [ 2020 Mar 22];2012:1–33.
Fonte

19. Falkenberg RI, Eising C, Peters ML. Yoga and immune system functioning: a systematic review of randomized controlled trials [Internet]. Vol. 41, Journal of Behavioral Medicine. Springer New York LLC; 2018 [ 2020 Mar 22]. p. 467–82.
Fonte

20. Yeh S-H. Regular tai chi chuan exercise enhances functional mobility and CD4CD25 regulatory T cells. Br J Sports Med [Internet]. 2006 Mar 1 [ 2020 Mar 22];40(3):239–43.
Fonte

21. Black DS, Slavich GM. Mindfulness meditation and the immune system: a systematic review of randomized controlled trials. Ann N Y Acad Sci [Internet]. 2016 Jun 1 [ 2020 Mar 22];1373(1):13–24.
Fonte

22. Pennebaker JW, Kiecolt-Glaser JK, Glaser R. Disclosure of traumas and immune function: Health implications for psychotherapy. J Consult Clin Psychol [Internet]. 1988 [ 2020 Mar 22];56(2):239–45.
Fonte

23. Segerstrom SC, Miller GE. Psychological stress and the human immune system: A meta-analytic study of 30 years of inquiry. Psychol Bull [Internet]. 2004 Jul [ 2020 Mar 22];130(4):601–30.
Fonte

24. Qiu F, Liang C-L, Liu H, Zeng Y-Q, Hou S, Huang S, et al. Impacts of cigarette smoking on immune responsiveness: Up and down or upside down? Oncotarget [Internet]. 2017 Jan 3 [ 2020 Mar 23];8(1):268–84.
Fonte

25. WHO. Alcohol [Internet]. 2018 [ 2020 Mar 23].
Fonte

26. Barr T, Helms C, Grant K, Messaoudi I. Opposing effects of alcohol on the immune system. Prog Neuro-Psychopharmacology Biol Psychiatry [Internet]. 2016 Feb 4 [ 2020 Mar 23];65:242–51.
Fonte

27. Zaki NG, Osman A, Moustafa H, Saad AH. Alterations of immune functions in heroin addicts. Egypt J Immunol [Internet]. 2006 [ 2020 Mar 23];13(1):153–71.
Fonte

28. Pellegrino T, Bayer BM. In vivo effects of cocaine on immune cell function. J Neuroimmunol [Internet]. 1998 Mar 15 [ 2020 Mar 23];83(1–2):139–47.
Fonte

29. Cheskin LJ, Margolick J, Kahan S, Mitola AH, Poddar KH, Nilles T, et al. Effect of Nutritional Supplements on Immune Function and Body Weight in Malnourished Adults. Nutr Metab Insights [Internet]. 2010 Jan 4 [ 2020 Mar 23];3:NMI.S4460.
Fonte

30. Soyano A, Gómez M. Role of iron in immunity and its relation with infections [Internet]. Vol. 49, Archivos latinoamericanos de nutrición. 1999 [ 2020 Mar 21].
Fonte

31. Villamor E, Fawzi WW. Effects of vitamin A supplementation on immune responses and correlation with clinical outcomes [Internet]. Vol. 18, Clinical Microbiology Reviews. 2005 [ 2020 Mar 23]. p. 446–64.
Fonte

32. Maggini S, Beveridge S, Suter M. A combination of high-dose vitamin C plus zinc for the common cold. J Int Med Res [Internet]. 2012 [ 2019 Oct 13];40(1):28–42.
Fonte

33. Chambial S, Dwivedi S, Shukla KK, John PJ, Sharma P. Vitamin C in disease prevention and cure: An overview [Internet]. Vol. 28, Indian Journal of Clinical Biochemistry. 2013 [ 2019 Oct 13]. p. 314–28.
Fonte

34. Maggini S, Pierre A, Calder P. Immune Function and Micronutrient Requirements Change over the Life Course. Nutrients [Internet]. 2018 Oct 17 [ 2020 Mar 23];10(10):1531.
Fonte

35. Mora JR, Iwata M, von Andrian UH. Vitamin effects on the immune system: vitamins A and D take centre stage. Nat Rev Immunol [Internet]. 2008 Sep [ 2020 Mar 19];8(9):685–98.
Fonte

36. Markowiak P, Ślizewska K. Effects of probiotics, prebiotics, and synbiotics on human health. Vol. 9, Nutrients. MDPI AG; 2017.
Fonte

37. Bischoff SC, Barbara G, Buurman W, Ockhuizen T, Schulzke J-D, Serino M, et al. Intestinal permeability – a new target for disease prevention and therapy. BMC Gastroenterol [Internet]. 2014 Dec 18 [ 2019 Sep 8];14(1):189.
Fonte

38. Fratellone PM, Tsimis F, Fratellone G. Apitherapy Products for Medicinal Use. J Altern Complement Med [Internet]. 2016 Dec 1 [ 2020 Mar 23];22(12):1020–2.
Fonte

39. Barrett B. Medicinal properties of Echinacea: A critical review [Internet]. Vol. 10, Phytomedicine. Urban und Fischer Verlag Jena; 2003 [ 2020 Mar 20]. p. 66–86.
Fonte

40. Karsch-Völk M, Barrett B, Kiefer D, Bauer R, Ardjomand-Woelkart K, Linde K. Echinacea for preventing and treating the common cold. Cochrane Database Syst Rev [Internet]. 2014 Feb 20 [ 2020 Mar 23];2014(2).
Fonte

41. Jepson R, L M, Craig J. Arándanos para la prevención de infecciones urinarias. La Bibl Cochrane Plus [Internet]. 2008 [ 2020 Mar 23];4(2):19.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo di revisione
Nicholson LB. The immune system. Essays Biochem [Internet]. 2016 Oct 31 [ 2020 Mar 23];60(3):275–301.
Vai alla fonte
Articoli di revisione
Dragoş D, Tănăsescu MD. The effect of stress on the defense systems. J Med Life [Internet]. 2010 [ 2020 Mar 22];3(1):10–8.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Besedovsky L, Lange T, Born J. Sleep and immune function. Pflügers Arch – Eur J Physiol [Internet]. 2012 Jan 10 [ 2020 Mar 22];463(1):121–37.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Calder PC. Feeding the immune system. Proc Nutr Soc [Internet]. 2013 Aug 21 [ 2020 Mar 23];72(3):299–309.
Vai alla fonte
Studio clinico su umani
Béres A, Lelovics Z, Antal P, Hajós G, Gézsi A, Czéh Á, et al. “Does happiness help healing?” Immune response of hospitalized children may change during visits of the Smiling Hospital Foundation’s Artists. Orv Hetil [Internet]. 2011 [cited 2020 Mar 22];152(43):1739–44.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Maggini S, Wintergerst ES, Beveridge S, Hornig DH. Selected vitamins and trace elements support immune function by strengthening epithelial barriers and cellular and humoral immune responses. In: British Journal of Nutrition [Internet]. 2007 [ 2020 Mar 16]. p. S29-35.
Vai alla fonte
Articolo di consenso
Pascual V, Perez Martinez P, Fernández JM, Solá R, Pallarés V, Romero Secín A, et al. SEA/SEMERGEN consensus document 2019: Dietary recommendations in the prevention of cardiovascular disease. Semergen. 2019 Jul 1;45(5):333–48.
Vai alla fonte
Guida clinica
Locke A, Schneiderhan J, Zick SM. Diets for Health: Goals and Guidelines. Am Fam Physician [Internet]. 2018 Jun 1 [ 2020 Mar 2];97(11):721–8.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Sellami M, Gasmi M, Denham J, Hayes LD, Stratton D, Padulo J, et al. Effects of Acute and Chronic Exercise on Immunological Parameters in the Elderly Aged: Can Physical Activity Counteract the Effects of Aging? Front Immunol [Internet]. 2018 Oct 10 [ 2020 Mar 22];9(OCT).
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Campbell JP, Turner JE. Debunking the Myth of Exercise-Induced Immune Suppression: Redefining the Impact of Exercise on Immunological Health Across the Lifespan. Front Immunol [Internet]. 2018 Apr 16 [ 2020 Mar 22];9(APR).
Vai alla fonte
Organizzazione Mondiale della Salute
OMS | Recomendaciones mundiales sobre la actividad física para la salud. WHO [Internet]. 2013 [ 2020 Mar 22]
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Besedovsky L, Lange T, Haack M. The sleep-immune crosstalk in health and disease. Physiol Rev [Internet]. 2019 Jul 1 [ 2020 Mar 22];99(3):1325–80.
Vai alla fonte
Sito ufficiale
Nation Sleep Foundation. National Sleep Foundation Recommends New Sleep Times. Natl Sleep Found [Internet]. 2019 [ 2020 Mar 22];1–4.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Brod S, Rattazzi L, Piras G, D’Acquisto F. ‘As above, so below’ examining the interplay between emotion and the immune system. Immunology [Internet]. 2014 Nov [ 2020 Mar 22];143(3):311–8.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
D’Acquisto F. Affective immunology: where emotions and the immune response converge. Dialogues Clin Neurosci [Internet]. 2017 Mar 1 [ 2020 Mar 22];19(1):9–19.
Vai alla fonte
Studio clinico su umani
Koenig HG, Cohen HJ, George LK, Hays JC, Larson DB, Blazer DG. Attendance at religious services, interleukin-6, and other biological parameters of immune function in older adults [Internet]. Vol. 27, International Journal of Psychiatry in Medicine. Baywood Publishing Co. Inc.; 1997 [ 2020 Mar 22]. p. 233–50.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Koenig HG. Psychoneuroimmunology and the faith factor. J Gend Specif Med [Internet]. 2000 [ 2020 Mar 22];3(5):37–44.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Koenig HG. Religion, Spirituality, and Health: The Research and Clinical Implications. ISRN Psychiatry [Internet]. 2012 [ 2020 Mar 22];2012:1–33.
Vai alla fonte
Studio clinico su umani
Falkenberg RI, Eising C, Peters ML. Yoga and immune system functioning: a systematic review of randomized controlled trials [Internet]. Vol. 41, Journal of Behavioral Medicine. Springer New York LLC; 2018 [ 2020 Mar 22]. p. 467–82.
Vai alla fonte
Studio clinico su umani
Yeh S-H. Regular tai chi chuan exercise enhances functional mobility and CD4CD25 regulatory T cells. Br J Sports Med [Internet]. 2006 Mar 1 [ 2020 Mar 22];40(3):239–43.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Black DS, Slavich GM. Mindfulness meditation and the immune system: a systematic review of randomized controlled trials. Ann N Y Acad Sci [Internet]. 2016 Jun 1 [ 2020 Mar 22];1373(1):13–24.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Pennebaker JW, Kiecolt-Glaser JK, Glaser R. Disclosure of traumas and immune function: Health implications for psychotherapy. J Consult Clin Psychol [Internet]. 1988 [ 2020 Mar 22];56(2):239–45.
Vai alla fonte
Meta analisi
Segerstrom SC, Miller GE. Psychological stress and the human immune system: A meta-analytic study of 30 years of inquiry. Psychol Bull [Internet]. 2004 Jul [ 2020 Mar 22];130(4):601–30.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Qiu F, Liang C-L, Liu H, Zeng Y-Q, Hou S, Huang S, et al. Impacts of cigarette smoking on immune responsiveness: Up and down or upside down? Oncotarget [Internet]. 2017 Jan 3 [ 2020 Mar 23];8(1):268–84.
Vai alla fonte
Organizzazione Mondiale della Salute
WHO. Alcohol [Internet]. 2018 [ 2020 Mar 23].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Barr T, Helms C, Grant K, Messaoudi I. Opposing effects of alcohol on the immune system. Prog Neuro-Psychopharmacology Biol Psychiatry [Internet]. 2016 Feb 4 [ 2020 Mar 23];65:242–51.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Zaki NG, Osman A, Moustafa H, Saad AH. Alterations of immune functions in heroin addicts. Egypt J Immunol [Internet]. 2006 [ 2020 Mar 23];13(1):153–71.
Vai alla fonte
Studio clinico in vivo
Pellegrino T, Bayer BM. In vivo effects of cocaine on immune cell function. J Neuroimmunol [Internet]. 1998 Mar 15 [ 2020 Mar 23];83(1–2):139–47.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Cheskin LJ, Margolick J, Kahan S, Mitola AH, Poddar KH, Nilles T, et al. Effect of Nutritional Supplements on Immune Function and Body Weight in Malnourished Adults. Nutr Metab Insights [Internet]. 2010 Jan 4 [ 2020 Mar 23];3:NMI.S4460.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Soyano A, Gómez M. Role of iron in immunity and its relation with infections [Internet]. Vol. 49, Archivos latinoamericanos de nutrición. 1999 [ 2020 Mar 21].
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Villamor E, Fawzi WW. Effects of vitamin A supplementation on immune responses and correlation with clinical outcomes [Internet]. Vol. 18, Clinical Microbiology Reviews. 2005 [ 2020 Mar 23]. p. 446–64.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Maggini S, Beveridge S, Suter M. A combination of high-dose vitamin C plus zinc for the common cold. J Int Med Res [Internet]. 2012 [ 2019 Oct 13];40(1):28–42.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Chambial S, Dwivedi S, Shukla KK, John PJ, Sharma P. Vitamin C in disease prevention and cure: An overview [Internet]. Vol. 28, Indian Journal of Clinical Biochemistry. 2013 [ 2019 Oct 13]. p. 314–28.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Maggini S, Pierre A, Calder P. Immune Function and Micronutrient Requirements Change over the Life Course. Nutrients [Internet]. 2018 Oct 17 [ 2020 Mar 23];10(10):1531.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Mora JR, Iwata M, von Andrian UH. Vitamin effects on the immune system: vitamins A and D take centre stage. Nat Rev Immunol [Internet]. 2008 Sep [ 2020 Mar 19];8(9):685–98.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Markowiak P, Ślizewska K. Effects of probiotics, prebiotics, and synbiotics on human health. Vol. 9, Nutrients. MDPI AG; 2017.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Bischoff SC, Barbara G, Buurman W, Ockhuizen T, Schulzke J-D, Serino M, et al. Intestinal permeability – a new target for disease prevention and therapy. BMC Gastroenterol [Internet]. 2014 Dec 18 [ 2019 Sep 8];14(1):189.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Fratellone PM, Tsimis F, Fratellone G. Apitherapy Products for Medicinal Use. J Altern Complement Med [Internet]. 2016 Dec 1 [ 2020 Mar 23];22(12):1020–2.
Vai alla fonte
Articolo di revisione
Barrett B. Medicinal properties of Echinacea: A critical review [Internet]. Vol. 10, Phytomedicine. Urban und Fischer Verlag Jena; 2003 [ 2020 Mar 20]. p. 66–86.
Vai alla fonte
Revisione Cochrane
Karsch-Völk M, Barrett B, Kiefer D, Bauer R, Ardjomand-Woelkart K, Linde K. Echinacea for preventing and treating the common cold. Cochrane Database Syst Rev [Internet]. 2014 Feb 20 [ 2020 Mar 23];2014(2).
Vai alla fonte
Revisione Cochrane
Jepson R, L M, Craig J. Arándanos para la prevención de infecciones urinarias. La Bibl Cochrane Plus [Internet]. 2008 [ 2020 Mar 23];4(2):19.
Vai alla fonte