Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il termine sorbitolo salta all’occhio su molte confezioni come additivo. Tuttavia, il sostituto dello zucchero si trova anche negli alimenti naturali. Il sorbitolo assicura che i dolci abbiano un sapore dolce e che i dolci e il pane confezionati non appaiano secchi e polverosi.

Per scoprire quali altre proprietà ha il sorbitolo, come può essere usato il dolcificante e perché non è tollerato da tutti, continua a leggere.

Cos’è il sorbitolo?

Il sorbitolo è conosciuto anche come sorbitolo o glucitolo e appartiene al gruppo degli alcoli dello zucchero. Anche lo xilitolo, il mannitolo e il lattitolo appartengono a questo gruppo. Il sorbitolo si trova naturalmente in alcuni frutti.

Il corpo umano può anche produrre lo zucchero alcolico. Il sorbitolo si forma durante il metabolismo dei carboidrati.

Il sorbitolo è usato principalmente come sostituto dello zucchero negli alimenti prodotti industrialmente. La sostanza è dolce solo la metà del normale zucchero domestico, ma ha molte meno calorie.

La produzione artificiale della sostanza, che ha il numero di autorizzazione UE E 420, viene effettuata con l’aiuto di enzimi ottenuti dal glucosio. Anche l’uso di organismi geneticamente modificati è permesso.

Il risultato è una polvere bianca e inodore che si dissolve bene in acqua ma sembra insensibile agli effetti dell’acido e del calore.

Oltre al suo uso come dolcificante, la sostanza è anche comunemente usata come emulsionante, come materiale portante, come riempitivo o come umettante.

Come si ottiene il sorbitolo?

In passato, le bacche del frassino di montagna erano la principale fonte di zucchero alcolico. Questi spesso contengono più del dieci per cento di sorbitolo.

La cenere di montagna, conosciuta anche come bacche di sorbo, ha un alto contenuto di vitamina C. Contiene anche provitamina A e sorbitolo. (Fonte immagine: 123rf.com / Roberts Resnais)

Oggi, il sorbitolo è fatto dall’amido di grano o di mais. Da queste sostanze viene prima estratto il glucosio, che viene poi convertito in sorbitolo.

Quali sono le proprietà del sorbitolo?

Di solito non ci sono specifiche di quantità per l’uso del sorbitolo negli alimenti. In linea di principio, il sorbitolo può essere aggiunto fino a raggiungere il grado di dolcificazione desiderato.

In grandi quantità, il sorbitolo può avere un effetto lassativo; questo è solitamente indicato sulla confezione.

Con 2,4 chilocalorie per grammo, il sorbitolo ha significativamente meno calorie dello zucchero domestico, che ha circa quattro chilocalorie per grammo.

Tuttavia, se il sorbitolo viene utilizzato come unico dolcificante, sarà necessario più dolcificante, quindi non c’è una riduzione significativa delle calorie.

Il sorbitolo e il saccarosio sono metabolizzati in modo diverso. Quando il sorbitolo viene ingerito, non c’è rilascio di insulina. Questo significa che il sorbitolo è interessante anche per la dieta dei diabetici.

Le caratteristiche speciali del metabolismo del sorbitolo sono utilizzate anche nella cura dei denti.

Gli studi hanno già dimostrato che i sostituti dello zucchero come il sorbitolo causano molti meno danni ai denti e alla flora orale rispetto allo zucchero tradizionale.

Il dolcificante è spesso un componente dei prodotti per la cura dei denti perché è difficilmente metabolizzabile dai batteri della flora orale. Inoltre, il sorbitolo può inibire la produzione di acido negli strati di placca e quindi prevenire la carie e l’infiammazione. (1)

Le proprietà del sorbitolo a colpo d’occhio

Il sorbitolo non viene utilizzato solo per dolcificare il cibo. Le sue proprietà gli permettono anche di essere usato come umettante.

Il sorbitolo è in grado di trarre dall’aria l’umidità che contiene. Questo aiuta ad evitare che i prodotti da forno prodotti industrialmente e altri alimenti si asciughino rapidamente.

Vantaggi
  • Ha meno calorie dello zucchero
  • È adatto ai diabetici
  • Previene la carie
Svantaggi
  • Ha meno potere dolcificante dello zucchero
  • Può avere un effetto lassativo se consumato in eccesso

Come vengono usate le proprietà leganti del sorbitolo?

Nella produzione alimentare, il sorbitolo non è usato solo come dolcificante. Per esempio, i toast, le miscele di praline o la senape contengono la sostanza per proteggerli dall’essiccazione.

L’effetto attrattivo dell’acqua è utilizzato anche nell’industria cosmetica e nella produzione di medicinali. Inoltre, il sorbitolo si trova spesso come vettore di vitamine e aromi negli integratori alimentari.

Quali alimenti contengono sorbitolo?

Distinguiamo tra il sorbitolo presente in natura e gli alimenti a cui è stato aggiunto l’alcol di zucchero.

Alimenti con un contenuto naturale di sorbitolo alimenti con sorbitolo aggiunto
Pesche Gomma da masticare
Mele Dolci
Ciliegie Integratori alimentari
Prugne Marmellata
Pere Dessert
Albicocche Biscotti
Frutta secca Prodotti dietetici

La frutta secca ha un contenuto particolarmente elevato di sorbitolo. Se la marmellata è fatta con frutta secca, il contenuto di sorbitolo aumenta ancora di più.

Quando la frutta viene essiccata, perde acqua e diventa più leggera, ma il contenuto di sorbitolo non cambia. Una vera bomba di sorbitolo è la frutta secca sotto forma di prugne, albicocche o uva.

Il contenuto di sorbitolo non differisce significativamente. Pesche, pere o prugne fresche hanno quindi un contenuto di sorbitolo altrettanto alto della frutta in scatola.

Il contenuto di sorbitolo in alimenti selezionati

Il sorbitolo è comunemente definito un sostituto dello zucchero e si trova in quasi tutti gli alimenti che sono etichettati come “senza zucchero”. La quantità può variare ed è limitata legalmente solo nelle bevande.

Prodotti alimentari Contenuto di sorbitolo in g/100g
Frutta secca 5 a 7
Pere 2
Prugne 1.5
Albicocche 0.8
Mele 0.5

Il sorbitolo è ben tollerato?

Se il sorbitolo viene ingerito in quantità normali, passa attraverso la parete intestinale nel flusso sanguigno e viene scomposto nel fegato. In grandi quantità, il sorbitolo può avere un effetto lassativo.

Tuttavia, in circa l’80% della popolazione nei paesi del mondo occidentale, l’assorbimento descritto del sorbitolo è compromesso.

In questo caso, il sorbitolo non viene completamente metabolizzato nel fegato, ma quantità maggiori rimangono nell’intestino.

I gas prodotti dalla metabolizzazione del sorbitolo rimanente portano a dolori addominali, flatulenza e diarrea.

Se avverti questi sintomi frequentemente dopo aver mangiato frutta con nocciolo o pomo, probabilmente soffri di malassorbimento di sorbitolo.

Cosa succede al sorbitolo nel corpo?

Le persone sane non notano nulla dopo aver mangiato cibi contenenti sorbitolo. Come già descritto, il sostituto dello zucchero viene rilasciato nel sangue attraverso la parete intestinale e metabolizzato nel fegato.

Se si verificano dei disturbi, si distinguono due quadri clinici:

Malassorbimento del sorbitolo intolleranza al sorbitolo
Il sorbitolo non può essere assorbito o può essere assorbito solo parzialmente nell’intestino. I sintomi descritti si verificano.
I disturbi non devono necessariamente verificarsi. I batteri intestinali producono gas e altre sostanze che scatenano i disturbi.

Se il sorbitolo viene consumato in grandi quantità, possono verificarsi problemi digestivi e diarrea anche in persone sane.

Per questo motivo, troverai il seguente avviso sugli alimenti che contengono più del dieci per cento di sorbitolo: “Può avere un effetto lassativo se consumato in eccesso”.

Il metabolismo è approssimativamente inteso come l’insieme di tutti i processi biochimici che avvengono all’interno delle cellule umane per convertire sostanze in prodotti intermedi e finali.

Quali sono i sintomi dell’intolleranza al sorbitolo?

Quando si manifestano i sintomi, non sarai in grado di concludere immediatamente che sei intollerante al sorbitolo, perché anche l’intolleranza al lattosio, al fruttosio o al glutine si manifesta in modo simile.

I sintomi di un’intolleranza al sorbitolo includono

  • Crampi addominali
  • Flatulenza
  • Diarrea
  • Nausea
  • Belching
  • Alito cattivo

Quando mangi cipolle o cavoli, non dovresti concludere immediatamente che hai un’intolleranza al sorbitolo. Queste verdure sono note per causare flatulenza. Tuttavia, questo non è dovuto al possibile contenuto di sorbitolo.

Anche i fagioli, i peperoni e i broccoli possono causare problemi digestivi, poiché la loro composizione li rende particolarmente difficili da digerire.

Prima di considerare un’intolleranza al sorbitolo, dovresti osservare attentamente se i sintomi aumentano dopo aver mangiato frutta con nocciolo o pomo.

Qual è la dieta giusta per l’intolleranza al sorbitolo?

Prima di tutto, mettiamo in guardia dal panico, un’intolleranza al sorbitolo non è da paragonare ad un’allergia. Quindi, non sarà necessario evitare completamente il sorbitolo.

Se hai un’intolleranza, piccole quantità di sorbitolo sono solitamente ben tollerate. Devi solo scoprire dov’è il tuo livello di tolleranza e quando viene superato.

È importante ricordare che il fruttosio inibisce l’assorbimento del sorbitolo. Pertanto, dovresti fare attenzione a non consumare fruttosio e sorbitolo allo stesso tempo in grandi quantità.

Questi alimenti non contengono sorbitolo e possono essere consumati tranquillamente:

Frutta verdura
Bacche piselli
Agrumi finocchio
Kiwi melanzane
Meloni peperoni
Ananas spinaci
Banane cavolo rapa, asparagi, cipolle

Altri alimenti

  • Carne
  • Pesce
  • Uova
  • Patate
  • Riso
  • Olio
  • Aceto
  • Sale
  • Pepe
  • erbe fresche

Per la carne e il pesce, la dichiarazione si riferisce agli alimenti non lavorati che prepari e condisci tu stesso.
I seguenti alimenti non appartengono al menu

  • mele
  • Prugne
  • Pere
  • Frutta secca
  • Sultanas
  • Caramelle e gomme da masticare senza zucchero
  • Senape
  • Salse
  • Torte
  • Biscotti
  • Prodotti per diabetici

Il sorbitolo è nascosto dietro vari numeri E. Se non tolleri il sorbitolo, dovresti studiare attentamente gli ingredienti sulla confezione ed evitare anche i seguenti additivi:

E-numeri nome
E 420 Sorbitolo
E 432 Poliossietilene sorbitano monolaurato, polisorbati, emulsionanti
E 433 Polisorbato 80
E 434 Polisorbato 40
E 435 Polisorbato 60
E 436 Polisorbato 65
E 491 Sorbitan momnostearate
E 492 Sorbitan tristearate
E 493 Sorbitan monolaurato
E 494 Sorbitan monooleato
E 495 Sorbitan monopalmitato

Quali alternative ci sono ai sostituti dello zucchero?

Ci sono diverse alternative ai sostituti dello zucchero. Tutti gli altri alcoli dello zucchero sono meno ben tollerati. Le migliori esperienze con l’intolleranza al sorbitolo sono state con lo xilitolo e l’eritritolo.

L’eritritolo non contiene quasi nessuna caloria e non ha alcun effetto sui livelli di zucchero nel sangue e di insulina.

Queste sostanze hanno i numeri E 967 e 968. Se ne consumi piccole quantità, molto probabilmente saranno tollerate dal tuo corpo e non proverai alcun fastidio.

Meno ben tollerato

  • Lattitolo / (E 966)
  • Maltitolo / (E 965)
  • Isomalt / (E 954)
  • Mannitolo / (E 421)

Ora la buona notizia è che l’aspartame, la saccarina e altri sostituti artificiali dello zucchero sono solitamente ben tollerati. L’aspartame è un dolcificante prodotto sinteticamente.

Dovrei usare un dentifricio senza sorbitolo?

Come detto sopra, la tolleranza al sorbitolo non è un’allergia. I sintomi si manifestano solo quando lo zucchero alcolico passa attraverso l’intestino.

Dato che i dentifrici di solito non vengono ingoiati ma sputati dopo la pulizia dei denti, un dentifricio contenente sorbitolo non è un problema.

Se vuoi andare sul sicuro, il commercio offre anche dentifrici senza sorbitolo. Vale la pena guardare gli ingredienti sulla confezione.

Come viene diagnosticata un’intolleranza al sorbitolo?

Un’intolleranza al sorbitolo può essere rilevata con l’aiuto di un test del respiro. Il paziente dovrebbe presentarsi al test a digiuno. Per prima cosa viene determinato il contenuto di idrogeno nel respiro. Per farlo, soffi in un dispositivo per il test del respiro.

Viene poi somministrata una soluzione di sorbitolo. Ora vengono effettuate delle misurazioni ritardate nel tempo, che a loro volta controllano la concentrazione di idrogeno nel respiro.

Se il sorbitolo non è tollerato, il contenuto di idrogeno aumenta significativamente. Quando i resti di sorbitolo non digeriti vengono metabolizzati nell’intestino crasso, l’idrogeno viene rilasciato e poi espirato.

Qual è il trattamento per l’intolleranza al sorbitolo?

Sfortunatamente, non ci sono compresse che fermano i sintomi e l’intolleranza al sorbitolo non può essere curata. Il trattamento si concentra sulla determinazione della quantità di sorbitolo che è tollerata.

Di solito i pazienti non devono rinunciare completamente all’alcool di zucchero e il corpo ha un certo limite di tolleranza.

Puoi testare questo limite evitando completamente il sorbitolo per due o tre settimane.

I sintomi dovrebbero essere completamente spariti prima di ricominciare ad assumere sorbitolo in quantità minori. Noterai rapidamente come il tuo corpo reagisce ad esso e quando viene raggiunto il limite di tolleranza.

Con una certa dose di tatto e uno studio attento delle informazioni sulla confezione, di solito sarà possibile consumare piccole quantità di sorbitolo senza accusare i tipici sintomi.

Il sorbitolo è sano?

Il sorbitolo ha meno calorie dello zucchero. Tuttavia, questo da solo non lo rende un alimento sano. Piuttosto, si dice che sia innocuo per la salute.

La quantità consumata dovrebbe sempre essere tenuta in considerazione, perché sopra una dose giornaliera di 30-50 grammi, l’alcol di zucchero è anche intollerabile per ogni persona sana.

L’intestino tenue può assorbire lo zucchero alcolico solo in quantità limitate. Questo porta ai tipici disturbi che si verificano anche con l’intolleranza al sorbitolo.

Devi davvero testare da solo se e quanto bene tolleri il sorbitolo. Non si possono fare generalizzazioni.

Anche nelle persone sane, 20 grammi al giorno possono portare a reazioni di intolleranza, mentre altri corpi possono tollerare 50 grammi di zucchero alcolico senza problemi.

Gli studi hanno dimostrato che il limite massimo di 20 g/giorno di sorbitolo dovrebbe comunque essere osservato e che gli alimenti arricchiti con sostituti dello zucchero dovrebbero essere consumati con moderazione. (2, 3)

Il sorbitolo è adatto ai diabetici?

Abbiamo già stabilito che il sorbitolo ha molte meno calorie dello zucchero da tavola. In uno studio è stato scoperto che i sostituti dello zucchero come il sorbitolo non hanno alcuna influenza sullo sviluppo dell’obesità.

Solo i diabetici devono sapere che gli alcoli di zucchero hanno anche un valore calorico, che deve essere incluso nel calcolo dell’insulina. (4)

Qual è la connessione tra sorbitolo e fruttosio?

Se soffri di intolleranza al fruttosio, dovresti evitare il più possibile gli alimenti contenenti sorbitolo. Il sorbitolo inibisce l’assorbimento del fruttosio nell’intestino tenue. Questo è già disturbato nel caso dell’intolleranza al fruttosio.

In questo caso, il livello di tolleranza dovrebbe essere piuttosto basso ed è consigliabile evitare il più possibile l’alcol di zucchero.

Cosa bisogna considerare nella vita quotidiana con un’intolleranza al sorbitolo?

In generale, l’intolleranza al sorbitolo è abbastanza facile da vivere. Se l’intolleranza al sorbitolo è stata diagnosticata, la prima cosa da fare è evitare completamente il sorbitolo per un certo periodo di tempo.

Se guardi le nostre panoramiche, troverai numerosi alimenti senza sorbitolo che sono adatti a questa fase di test.

Puoi semplificarti la vita con un’intolleranza al sorbitolo con i seguenti consigli

  • Compra il pane e i dolci freschi dal panificio piuttosto che quelli preconfezionati del supermercato.
  • Limita il consumo di birra e vino, il sorbitolo è contenuto in piccole quantità.
  • Molti cioccolatini e dolci contengono sorbitolo. Il cioccolato e i dolci per i bambini, invece, di solito non contengono sorbitolo.
  • Invece di aggiungere l’aceto all’insalata, si può usare il succo di limone.
  • I prodotti dietetici non dovrebbero essere sul tavolo.

Non è difficile cucinare da soli cibo sano e fresco. La carne fresca e il pesce naturale non contengono sorbitolo e possono essere utilizzati in molte ricette deliziose.

Fonte immagine: 123rf.com / Katarzyna Dedek

Riferimenti (4)

1. de Cock P, Mäkinen K, Honkala E, Saag M, Kennepohl E, Eapen A. Erythritol Is More Effective Than Xylitol and Sorbitol in Managing Oral Health Endpoints. Int J Dent. 2016.
Fonte

2. Vreden N, Schenker D, Sturm W et al. Lebensmittelführer. 3. Aufl., WILEY-VHC Verlag, Weinheim (2007).

3. Lückerath E, Müller SD. Diätetik und Ernährungsberatung. 5. Aufl., Haug Verlag, Stuttgart (2014).

4. Mitsutomi K, Masaki T, Shimasaki T, Gotoh K, Chiba S, Kakuma T, Shibata H. Effects of a nonnutritive sweetener on body adiposity and energy metabolism in mice with diet-induced obesity. Metabolism. 2014 Jan;63(1):69-78.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftliche Studie
de Cock P, Mäkinen K, Honkala E, Saag M, Kennepohl E, Eapen A. Erythritol Is More Effective Than Xylitol and Sorbitol in Managing Oral Health Endpoints. Int J Dent. 2016.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Vreden N, Schenker D, Sturm W et al. Lebensmittelführer. 3. Aufl., WILEY-VHC Verlag, Weinheim (2007).
Wissenschaftlicher Artikel
Lückerath E, Müller SD. Diätetik und Ernährungsberatung. 5. Aufl., Haug Verlag, Stuttgart (2014).
Wissenschaftlicher Studie
Mitsutomi K, Masaki T, Shimasaki T, Gotoh K, Chiba S, Kakuma T, Shibata H. Effects of a nonnutritive sweetener on body adiposity and energy metabolism in mice with diet-induced obesity. Metabolism. 2014 Jan;63(1):69-78.
Vai alla fonte
Recensioni