bottigliette di siero
Ultimo aggiornamento: 16/06/2020

Il nostro metodo

232Prodotti analizzati

15Ore impiegate

14Studi valutati

996Commenti raccolti

La tua pelle è più spenta del normale? Hai iniziato a vedere rughe d’espressione e macchie sul viso? L’idea di sottoporti a trattamenti “aggressivi” come laser o botox ti mette i brividi? In tal caso, ti proponiamo di trovare una soluzione nell’alimentazione di base. Sapevi che la vitamina C può frenare l’invecchiamento precoce?

È così! La vitamina C è un noto antiossidante che va assunto quotidianamente per proteggere la pelle del viso dai temuti radicali liberi. Se desideri saperne di più sui benefici che questo nutriente può apportare al tuo viso e ti interessa sapere se gli integratori e le creme con vitamina C sono davvero efficaci, non perderti questo articolo!

Le cose più importanti in breve

  • La vitamina C è una molecola antiossidante necessaria per la sintesi del collagene. È in grado di proteggere la pelle del viso dall’azione dei radicali liberi, ritardando la comparsa di macchie e rughe.
  • La vitamina C è un composto relativamente sicuro. I disturbi digestivi sono l’effetto collaterale più comune degli integratori, mentre l’irritazione della pelle del viso è il principale problema legato alla vitamina C per uso topico.
  • Se non sai se è preferibile scegliere un integratore di vitamina C, un siero o entrambi i prodotti, prima di effettuare l’acquisto, rifletti sulle tue abitudini quotidiane, sui farmaci che eventualmente assumi e sul tuo budget.

I migliori prodotti di vitamina C per il viso sul mercato: la nostra selezione

Se vuoi utilizzare vitamina C per migliorare l’aspetto del tuo viso, sappi che hai a disposizione prodotti per uso orale (integratori) e per applicazione esterna (sieri). Che tu sia appassionato di integratori o amante della cosmetica, nella seguente selezione potrai trovare un prodotto adatto a te. Buon acquisto!

Florence Bio Cosmesi, il siero con vitamina C più venduto

Questo siero è stato realizzato con ingredienti biologici ed è adatto ai vegani. Il produttore garantisce che il suo prodotto darà luminosità alla pelle e che lo proteggerà dai radicali liberi. In caso contrario, è pronto a rimborsare l’importo dell’acquisto. Sono 60 ml contenenti anche acido ialuronico.

I commenti favorevoli su questo articolo sembrano infiniti! Gli acquirenti affermano di godere di una pelle più liscia e con meno macchie grazie a questo siero.

ZENement Collagene Marino con Vitamina C, l’integratore con il miglior rapporto qualità-prezzo

Queste capsule combinano una moltitudine di ingredienti necessari per l’integrità della pelle del viso. Tra questi, troviamo la vitamina C, la vitamina E e lo zinco, tre molecole che lavoreranno insieme e avranno un effetto antiossidante sulla pelle.

Le persone che hanno acquistato questo prodotto sono soddisfatte della sua efficacia. Sottolineano il suo buon rapporto qualità-prezzo (180 capsule attualmente a meno di 19 euro).

Paula’s Choice C15 Booster, un siero di vitamina C di alta gamma

L’esclusivo marchio cosmetico Paula’s Choice ha creato questo siero di vitamina C con vitamina E e acido ferulico (antiossidanti). Può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle. Possiamo applicarlo direttamente o aggiungere alcune gocce a una crema più economica per “arricchirla”.

Secondo gli utenti online, questo prodotto alleggerisce le imperfezioni della pelle del viso dopo un mese di uso continuato. Deve essere integrato con un uso generoso di protezione solare.

All Natural Advice Vitamin C, il siero per il viso più completo

Questo siero combina il potere antiossidante della vitamina C con il potere anti-invecchiamento della vitamina E e l’effetto idratante dell’acido ialuronico. Il risultato? Un “cocktail” che, secondo il produttore, migliorerà la consistenza della pelle. Contiene uno spruzzatore e un contagocce intercambiabili.

È un prodotto apprezzato da tutti i tipi di acquirenti, in particolare le persone con acne e uomini che vogliono prendersi cura del proprio aspetto.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla vitamina C per il viso

La vitamina C è una molecola antiossidante in grado di proteggere dall’ossidazione cellulare provocata dai raggi solari e da agenti tossici come il tabacco. Ha anche dimostrato di possedere alcune proprietà anti-macchie ed effetti fotoprotettivi. Queste scoperte hanno reso la vitamina C un prodotto estremamente popolare per la cura della pelle del viso.

Ragazza con arance agli occhi

La vitamina C è necessaria per la sintesi del collagene. (Fonte: Khosrork: 63692111/ 123rf.com)

La vitamina C: Un antiossidante per la pelle del viso?

A nessuno sfugge l’importanza della vitamina C per il nostro benessere. Questa molecola solubile in acqua interviene in numerose reazioni chimiche del nostro organismo, contribuendo alla formazione di energia e all’integrità dei nostri organi. Sarà anche necessaria affinché il nostro sistema immunitario sviluppi la sua attività difensiva.

Tuttavia, la grande popolarità di questo nutriente è dovuta al suo ruolo di antiossidante. Di fatto, la vitamina C è in grado di opporsi agli effetti dei radicali liberi, sostanze legate alla comparsa di malattie e all’invecchiamento precoce. Quest’ultimo problema può provocare danni alla pelle! (1, 2, 3, 4):

  • Rughe: Un’esposizione esagerata ai radicali liberi può causare un danno eccessivo alla nostra pelle. Il nostro corpo cercherà di riparare queste lesioni il prima possibile, ma si vedrà “superato” dall’attacco dei radicali liberi. La riparazione risulterà difettosa, portando alla comparsa delle temute rughe.
  • Macchie: Quando la nostra pelle si espone alla luce solare, i raggi ultravioletti possono provocare una lesione che altera la formazione della melanina, il pigmento che conferisce tonalità alla pelle. Questa melanina si accumula così in maniera scorretta in alcune zone, creando quei segni scuri antiestetici su braccia, viso o décolleté.
  • Flaccidezza: Non possiamo sfuggire all’effetto della gravità! La pelle delle zone più alte del nostro corpo tenderà a cadere. E un eccesso di radicali liberi accelererà questo processo, conferendo alla pelle un aspetto flaccido e spento.
  • Altri problemi: La maggior parte delle persone attribuisce alla pelle un’importanza principalmente estetica. Nulla di più lontano dalla realtà! La nostra pelle è un organo protettore, incline ad ammalarsi, se non lo trattiamo con il dovuto rispetto. I radicali liberi (per un’esposizione eccessiva ai raggi solari) potrebbero provocare malattie gravi come il cancro della pelle (5).

Questi problemi influenzeranno notevolmente la pelle del nostro viso, una parte del nostro corpo molto esposta e, talvolta, non protetta. Le diete povere dal punto di vista nutrizionale, l’inquinamento, alcuni cosmetici e, soprattutto, il tabacco e la luce del sole esauriscono le nostre riserve di antiossidanti come la vitamina C, lasciando il nostro viso “solo di fronte al pericolo”.

Che cosa accadrebbe, quindi, se includessimo questo nutriente nella nostra dieta e nella nostra routine di bellezza? Potremmo “fermare” i radicali liberi, mantenendo una riserva adeguata di vitamina C? Queste domande, una costante nel mondo dell’alimentazione e della cosmesi, hanno dato luogo a svariati studi, con risultati molto promettenti.

Donna che si guarda il viso

La vitamina C è una molecola antiossidante in grado di proteggere dall’ossidazione cellulare provocata dai raggi solari e da agenti tossici come il tabacco. (Fonte: Shironosov: 57363540/ 123rf.com)

Tipi di vitamina C per il viso: la bellezza è dentro di noi?

Vuoi includere la vitamina C nella tua routine per migliorare l’aspetto del tuo viso? Hai a disposizione tre modi diversi per “caricare” le tue cellule con questo favoloso antiossidante. Puoi cioè ricorrere all’alimentazione, agli integratori o alla cosmetica. Nelle righe seguenti, vedremo in che cosa si differenziano questi tre metodi per ottenere vitamina C:

Gli alimenti ricchi di vitamina C dovrebbero essere una costante, nella tua dieta. Un adulto necessita di 75-90 milligrammi (mg) di vitamina C al giorno (6). Il consumo di prodotti ricchi di vitamina C potrebbe offrire alle nostre cellule gli strumenti necessari per combattere gli attacchi dei radicali liberi. La seguente tabella contiene gli alimenti più ricchi di questa vitamina (7):

Alimento Quantità di vitamina C in 100 grammi
Guava 228 milligrammi
Peperone 128 milligrammi
Kiwi 93 milligrammi
Broccolo 89 milligrammi
Papaya 61 milligrammi
Fagiolo 60 milligrammi
Fragola 59 milligrammi
Arancia 53 milligrammi
Pomodoro 23 milligrammi

Gli integratori di vitamina C vengono solitamente venduti come possibili rimedi per alleviare l’affaticamento o i sintomi del comune raffreddore. Tuttavia, si è scoperto che il consumo di questi integratori alimentari potrebbe aumentare la concentrazione di vitamina C all’interno delle cellule della pelle, aiutandole a difendersi dall’ossidazione.

I cosmetici con vitamina C sono una scelta molto diffusa per introdurre questa molecola nella nostra routine di bellezza. È possibile trovare la vitamina C nei sieri, nelle creme o nei prodotti esfolianti. La sua utilità? Molti la commercializzano in prodotti per combattere l’invecchiamento precoce, l’eccesso di pigmentazione e l’acne.

Integratori di vitamina C per il viso: sono davvero efficaci?

Le capsule, la polvere o le bevande con vitamina C sono molto utili per evitare una carenza di questo nutriente. Gli studi hanno inoltre dimostrato che assumere integratori di vitamina C può aumentare la concentrazione di questa molecola all’interno delle cellule della nostra pelle. Di quali altri dati disponiamo riguardo a questi integratori antiossidanti? Vediamo che cosa dice la scienza:

Il lato positivo: Uno scudo contro i radicali liberi (8, 9)

  • Produzione di collagene: La vitamina C si è dimostrata un “alimento” indispensabile delle cellule che creano collagene, una proteina che rende tesa la pelle del viso. Se i livelli di vitamina C sono bassi, l’assunzione di un integratore di questo nutriente potrebbe migliorare la produzione di collagene.
  • Funzione di barriera: La vitamina C è anche in grado di “attivare” la produzione di lipidi (sostanze grasse) che agiscono come barriera nella nostra pelle. Inoltre, questa molecola rientra tra le riserve delle nostre cellule cutanee, cosa che conferisce una certa protezione di fronte all’effetto nocivo dei raggi solari.
  • Riparazione: Alcuni studi in fasi molto iniziali (direttamente su cellule o negli animali) hanno rilevato che la vitamina C potrebbe contribuire a riparare il danno provocato da un’esposizione eccessiva alla luce solare o a sostanze ossidanti (come quelle presenti in alcune tinte per capelli).

Il lato negativo: Grandi dosi, più incognite (8, 9)

  • Dosi degli integratori: Gli studi che ricorrono ad integratori di vitamina C per innalzare il contenuto di questa molecola nella pelle utilizzano dosi molto elevate. Anche se la vitamina C, solitamente, non è tossica (anche a dosi superiori alla quantità giornaliera raccomandata), un consumo eccessivo può provocare disturbi digestivi come diarrea o bruciore di stomaco.
  • Riserve cellulari: Sembra che le cellule del nostro organismo abbiano “un limite”. Se si segue una dieta sana, è probabile che la pelle sia più che carica di vitamina C. In questo caso, l’assunzione di un integratore non aiuterà.
Sieri di vitamina c

I sieri di vitamina C in forma di acido ascorbico sono più efficaci, ma possono provocare irritazioni. (Fonte: Marctran: 115372089/ 123rf.com)

Vitamina C per uso topico per il viso: è davvero efficace?

L’applicazione di vitamina C direttamente sulla pelle del viso può risultare utile. Questo composto rafforza l’azione antiossidante della protezione solare e ha in comune con gli integratori l’azione stimolante del collagene. Tuttavia, perde efficacia velocemente. Gli esperti di cosmetica sono ancora al lavoro per trovare una soluzione a questo dilemma:

Il lato positivo: Un complemento alla crema solare (1, 8, 9, 10)

  • Fotoprotezione: Se viene applicata prima della crema solare, la vitamina C può aiutare a “captare” i raggi ultravioletti che “sfuggono” alla crema stessa. Se si utilizza vitamina E in aggiunta alla C, l’effetto antiossidante sarà ancora più potente. L’applicazione topica sembra anche più efficace dell’uso di integratori.
  • Texture migliorata: Utilizzare esternamente la vitamina C può inoltre “dare una spinta” alla sintesi del collagene da parte delle cellule della pelle, cosa che potrebbe migliorare l’aspetto del viso.
  • Anti-macchie: La vitamina C si è dimostrata in grado di frenare la produzione di pigmenti da parte della pelle. Per tale motivo, può esercitare una leggera azione anti-macchie, che aumenta se la si combina con altri prodotti (come derivati della soia).

Il lato negativo: Una molecola capricciosa e instabile (8)

  • Instabilità: Affinché la vitamina C possa penetrare nella pelle, deve presentarsi nella sua forma più “pura” (acido ascorbico) e disporre di un ambiente molto acido che ne permetta l’assorbimento. Purtroppo, l’acido ascorbico è un elemento molto instabile che tende a degradarsi se si mescola con altre sostanze o anche con acqua.
  • Svariate formulazioni: Per conferire maggiore stabilità alla vitamina C di sieri, creme e altri cosmetici, sono state create formule più resistenti, come il Sodio Ascorbil Fosfato. Ma questi derivati della vitamina C presentano un minor assorbimento e risultano meno efficaci dell’acido ascorbico puro.
  • Assorbimento discutibile: Così come gli integratori di vitamina C, anche i cosmetici con vitamina C potrebbero non essere particolarmente efficaci nelle persone sane con un apporto quotidiano adeguato di questo nutriente. Le loro cellule sarebbero infatti “più che sature” di acido ascorbico!

Le ricerche sulla vitamina C continuano a progredire! Attualmente, si sta studiando l’utilità di questo antiossidante per il trattamento dell’acne (per ora, i risultati sono poco conclusivi). Non bisogna dimenticare che questi prodotti non serviranno a nulla, se non verranno abbandonate tutte quelle abitudini che “rubano” vitamina C, come il tabacco o l’esposizione eccessiva al sole.

Dr. Joshua ZeichnerDermatologo e Direttore del dipartimento di Cosmetica e Ricerca dermatologica del Mount Sinai Hospital (Stati Uniti)

“Consiglio di utilizzare un siero con vitamina C subito dopo la pulizia della pelle mattutina. Poi, applicare la protezione solare. I due prodotti lavoreranno insieme per proteggere la pelle dai raggi ultravioletti”.

Sicurezza: quali effetti collaterali può provocare la vitamina C al viso?

Uno dei punti di forza della vitamina C è la sua sicurezza! Rispetto alle vitamine liposolubili (A, D, E e K), che si accumulano nei tessuti e possono provocare intossicazioni, la vitamina C è relativamente innocua anche a grandi dosi. Naturalmente, ciò non significa che possiamo abbandonarci ad un uso irresponsabile di questa molecola:

Effetti collaterali degli integratori di vitamina C (11, 12)

  • Disturbi gastrointestinali: È possibile che gli integratori di vitamina C provochino dolore addominale, nausea, vomito e diarrea. Questo effetto collaterale è più frequente se si assumono dosi di vitamina C superiori a quelle consigliate (75-90 mg) e in persone con lo stomaco sensibile.
  • Calcoli ai reni: Dosi molto elevate di vitamina C (2.000 mg o oltre) potrebbero aumentare le possibilità di soffrire di calcoli ai reni, un disturbo particolarmente doloroso che richiederà una visita al pronto soccorso.
  • Interazioni con farmaci: La vitamina C può influenzare l’effetto dei farmaci più comuni, come ad esempio gli antiacidi, i contraccettivi orali, i farmaci per abbassare il colesterolo e gli anticoagulanti. Per favore, se assumi una terapia cronica, consulta il tuo medico, prima di assumere integratori di vitamina C.

Effetti collaterali della vitamina C per uso topico (13)

  • Irritazione: La vitamina C potrebbe provocare una sensazione di formicolio alla pelle. Tuttavia, su alcune pelli sensibili, questo prodotto potrebbe dare luogo ad irritazioni e arrossamenti. Se si verificasse questa situazione, riduci la quantità di vitamina C che applichi o utilizzala meno frequentemente, concedendo alla pelle del viso il tempo di “abituarsi”.
  • Esfoliazione: La vitamina C presenta un delicato effetto peeling che ha suscitato l’interesse di alcuni esperti. Tuttavia, può capitare che anche il tuo siero o il tuo fondotinta provochino tale effetto, causando un’antiestetica desquamazione della pelle nel corso della giornata. Un segnale inequivocabile che “hai esagerato” con la quantità di prodotto!
  • Interazioni con altre sostanze: Se desideri combinare gli effetti antiossidanti dell’acido ascorbico con l’attività antirughe del retinolo, pensaci bene. Queste due molecole tendono a ridurre la loro attività, se utilizzate insieme. La combinazione di niacinamide e vitamina C potrebbe provocare arrossamento (flushing).

La vitamina C è un composto considerato relativamente sicuro, se assunto nelle quantità raccomandate (12). Tuttavia, ricorda che i minori di 18 anni, le donne incinte, le donne che allattano e le persone affette da malattie croniche dovrebbero consultare un professionista della salute, prima di utilizzare qualsiasi integratore.

Donna con un contagocce in mano

La vitamina C può combinarsi con la vitamina E per potenziare il suo effetto fotoprotettivo. (Fonte: Wang: 115848039/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Ora che sai che la vitamina C, sia sotto forma di integratori che di cosmetici, può essere benefica per la pelle del tuo viso, ti starai chiedendo quale sia il formato più adatto a te. Se è effettivamente così, non perderti questa sezione. Analizzeremo i criteri da tenere in considerazione per scegliere tra le due alternative:

Cosmetica contro alimentazione

Gli integratori di vitamina C sono un complemento nutrizionale. Per questo motivo, dovrebbero essere utilizzati sotto supervisione medica. Questo consiglio è particolarmente importante per le persone più fragili (giovani nella fase della crescita, donne incinte, anziani e persone con malattie croniche o che seguono una terapia).

Tuttavia, la maggior parte dei prodotti cosmetici con vitamina C può essere utilizzata sul viso senza timore di inaspettate complicazioni. A differenza del retinolo, le creme e i sieri con vitamina C possono (previa autorizzazione del ginecologo) essere utilizzati anche durante la gravidanza (14).

Agrumi

Chi consuma frutta e verdura ricche di vitamina C potrebbe esibire un viso più giovane più a lungo. (Fonte: Belchonock: 97807053/ 123rf.com)

Un farmaco in più, un siero in più

Assumi molti farmaci in maniera cronica? In questo caso, valuta se hai davvero necessità di includere un ulteriore prodotto nella tua dieta. Anche se molti integratori di vitamina C hanno origine naturale, possono comunque influenzare la potenza dei tuoi farmaci abituali, rendendoli meno efficaci o, al contrario, troppo. Prima di prendere una decisione arrischiata, consulta il tuo medico.

Amante della cosmesi? Se segui già una “solida” routine di bellezza, potresti non voler rischiare che l’irritazione (momentanea) dei prodotti con vitamina C rovini il tuo look. Se già utilizzi prodotti con retinolo, ti consigliamo di applicare la vitamina C in un orario diverso (per esempio, il retinolo di notte e la vitamina C di mattina).

La tua routine preferita

Pensa alla tua quotidianità. Ti piace prenderti cura della pelle del viso, esfoliandola e applicando sieri in diversi momenti della giornata? Se è così, applicare un siero con vitamina C prima della crema solare potrebbe rafforzare il tuo stile e mantenere il tuo viso privo di macchie e rughe per più tempo.

Se, invece, sei una di quelle persone che amano avere un look “viso pulito” e detesti applicare strati e strati di cosmetici, potresti voler evitare ulteriori sieri. Prenderti cura della tua alimentazione o includere un integratore di vitamina C nella dieta sarà una scelta molto più comoda, per te. Ma non dimenticare la crema solare!

dott.ssa Lorena LeónDermatologa (Clínica Indisa, Cile)

“La vitamina C combatte lo stress ossidativo della cellula, principale responsabile dell’invecchiamento cutaneo”.

Differenza di prezzi

La vitamina C è un composto accessibile. Gli integratori di questo nutriente sono tra i più economici del mercato (5-10 € a confezione), soprattutto se si rispettano le dosi raccomandate. I prodotti etichettati come “cosmetici” avranno un costo più elevato (15-20 € ad articolo), ma comunque decisamente inferiore a quello di altri prodotti più “selezionati”, come il retinolo.

Conclusione: Siero per il viso, integratori per la vita

Se la tua dieta è povera di vitamina C, un integratore di questo nutriente può aiutarti a tenere a bada la sua carenza e a proteggere il viso dai radicali liberi per più tempo. Ma, se ciò che desideri è potenziare l’effetto protettivo della crema solare, l’acido ascorbico sotto forma di crema o siero agirà più velocemente.

Parlando di bellezza, sembra che la vitamina C in forma topica risulti “vincitrice”. Alcuni cosmetologi consigliano anche l’assunzione di integratori di questo nutriente per proteggere completamente la pelle. Tuttavia, ricorda che, se la tua dieta è già ricca di vitamina C, aggiungere ulteriore acido ascorbico potrebbe non tornarti particolarmente utile (8, 13).

Integratori di vitamina C Cosmetici con vitamina C
Riduzione della carenza di vitamina C. Assorbimento diretto (strati superficiali della pelle del viso).
Possibile azione antiossidante che favorisce la sintesi del collagene. Possibile azione antiossidante, anti-macchie e stimolante della sintesi del collagene.
Certo grado di protezione dai raggi solari (in combinazione con vitamina E e zinco). Rafforza l’effetto della crema solare.
Buon assorbimento. Assorbimento in condizioni speciali (ambiente acido e forma di acido ascorbico).

Più attivo in forma di siero.

Prezzo economico. Costo variabile (dipende dalla marca produttrice).
Facile da conservare (nella sua confezione originale, in luogo fresco e asciutto) Si degrada facilmente. Richiede un contenitore opaco, deve essere tenuto lontano dalla luce del sole e dalle temperature estreme.
Si può assumere in qualsiasi momento della giornata, accompagnato o meno da alimenti. Utilizzare la mattina, dopo la pulizia del viso e prima del trucco e/o della crema solare.
Effetti collaterali poco frequenti (interazioni con farmaci, disturbi gastrointestinali e calcoli ai reni). Alle prime applicazioni, può provocare irritazioni, che si risolvono con il tempo.

Conclusioni

La vitamina C è una molecola indispensabile per la pelle del nostro viso. Curando le ferite, intervenendo nella sintesi del collagene e proteggendo dai radicali liberi, questo nutriente contribuirà a mantenere un viso più giovane per più tempo. Applicata direttamente sulla pelle, la vitamina C rafforza gli effetti della crema solare.

Tuttavia, occorre ricordare che l’effetto antiossidante di questa vitamina finirà sempre per “perdere la battaglia” di fronte ad un maltrattamento continuo della pelle. Se vuoi evitare una carenza di vitamina C, segui una dieta ricca di frutta e verdura fresche, usa tutti i giorni una crema solare e rinuncia al tabacco. La tua pelle lo apprezzerà!

Se grazie a questa guida hai scoperto i benefici della vitamina C per la pelle del viso, per favore, lasciaci un commento e condividi questo articolo.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Dvulikaia: 135224119/ 123rf.com)

Riferimenti (14)

1. Manríquez JJ, Majerson Gringberg D, Nicklas Diaz C. Wrinkles. BMJ Clin Evid [Internet]. 2008 Dec 16.
Fonte

2. Hillebrand GG, Liang Z, Yan X, Yoshii T. New wrinkles on wrinkling: An 8-year longitudinal study on the progression of expression lines into persistent wrinkles. Br J Dermatol [Internet]. 2010;162(6):1233–41.
Fonte

3. B. P, R. D. Free radicals and extrinsic skin aging. Dermatol Res Pract [Internet]. 2012.
Fonte

4. Choi W, Yin L, Smuda C, Batzer J, Hearing VJ, Kolbe L. Molecular and histological characterization of age spots. Exp Dermatol [Internet]. 2017 Mar 1 ;26(3):242–8.
Fonte

5. Bisevac JP, Djukic M, Stanojevic I, Stevanovic I, Mijuskovic Z, Djuric A, et al. Association Between Oxidative Stress and Melanoma Progression. J Med Biochem [Internet]. 2018 Jan 1 ;37(1):12–20.
Fonte

6. Gómez C, Sastre A. Tabla de recomendaciones (normativas y recomendaciones nutricionales SEOM). Soporte Nutricional en el paciente oncológico [Internet]. 2002;317–22.
Fonte

7. Departamento de Agricultura de Estados Unidos (USDA). FoodData Central [Internet]. FoodData Central. 2019.
Fonte

8. Pullar JM, Carr AC, Vissers MCM. The Roles of Vitamin C in Skin Health. Nutrients [Internet]. 2017 Aug 12;9(8):866.
Fonte

9. Michels A. Vitamin C and Skin Health | Linus Pauling Institute | Oregon State University [Internet]. Lius Pauling Institute. 2011.
Fonte

10. Darr D, Dunston S, Faust H, Pinnell S. Effectiveness of Antioxidants (Vitamin C and E) With and Without Sunscreens as Topical Photoprotectants. Acta Derm Venereol [Internet]. 1996;76(4):264–8.
Fonte

11. Vitamin C Uses, Side Effects & Warnings – Drugs.com [Internet].
Fonte

12. Vitamin C (Ascorbic Acid): Uses, Side Effects, Interactions, Dosage, and Warning [Internet].
Fonte

13. Telang P. Vitamin C in dermatology. Indian Dermatol Online J [Internet]. 2013 ;4(2):143.
Fonte

14. Bozzo P, Chua-Gocheco A, Einarson A. Safety of skin care products during pregnancy. Can Fam Physician [Internet]. 2011;57(6):665–7.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Anabel Laureata in medicina
Laureata in Medicina. La mia missione: utilizzare il metodo scientifico per trovare nuovi modi per migliorare le prestazioni sportive e intellettuali delle persone sane. Il mio pubblico: le persone che desiderano informazioni sull'integrazione basata sulle evidenze. I miei integratori preferiti: L-teanina e vitamine del gruppo B.
Articolo scientifico
Manríquez JJ, Majerson Gringberg D, Nicklas Diaz C. Wrinkles. BMJ Clin Evid [Internet]. 2008 Dec 16.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Hillebrand GG, Liang Z, Yan X, Yoshii T. New wrinkles on wrinkling: An 8-year longitudinal study on the progression of expression lines into persistent wrinkles. Br J Dermatol [Internet]. 2010;162(6):1233–41.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
B. P, R. D. Free radicals and extrinsic skin aging. Dermatol Res Pract [Internet]. 2012.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Choi W, Yin L, Smuda C, Batzer J, Hearing VJ, Kolbe L. Molecular and histological characterization of age spots. Exp Dermatol [Internet]. 2017 Mar 1 ;26(3):242–8.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Bisevac JP, Djukic M, Stanojevic I, Stevanovic I, Mijuskovic Z, Djuric A, et al. Association Between Oxidative Stress and Melanoma Progression. J Med Biochem [Internet]. 2018 Jan 1 ;37(1):12–20.
Vai alla fonte
Tabella raccomandazioni SEOM
Gómez C, Sastre A. Tabla de recomendaciones (normativas y recomendaciones nutricionales SEOM). Soporte Nutricional en el paciente oncológico [Internet]. 2002;317–22.
Vai alla fonte
Sito ufficiale USDA
Departamento de Agricultura de Estados Unidos (USDA). FoodData Central [Internet]. FoodData Central. 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Pullar JM, Carr AC, Vissers MCM. The Roles of Vitamin C in Skin Health. Nutrients [Internet]. 2017 Aug 12;9(8):866.
Vai alla fonte
Linus Pauling Institute
Michels A. Vitamin C and Skin Health | Linus Pauling Institute | Oregon State University [Internet]. Lius Pauling Institute. 2011.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Darr D, Dunston S, Faust H, Pinnell S. Effectiveness of Antioxidants (Vitamin C and E) With and Without Sunscreens as Topical Photoprotectants. Acta Derm Venereol [Internet]. 1996;76(4):264–8.
Vai alla fonte
Sito ufficiale
Vitamin C Uses, Side Effects & Warnings – Drugs.com [Internet].
Vai alla fonte
Sito ufficiale
Vitamin C (Ascorbic Acid): Uses, Side Effects, Interactions, Dosage, and Warning [Internet].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Telang P. Vitamin C in dermatology. Indian Dermatol Online J [Internet]. 2013 ;4(2):143.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Bozzo P, Chua-Gocheco A, Einarson A. Safety of skin care products during pregnancy. Can Fam Physician [Internet]. 2011;57(6):665–7.
Vai alla fonte