Donna incinta con le mani sulla pancia
Ultimo aggiornamento: 30/06/2020

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

28Ore impiegate

23Studi valutati

121Commenti raccolti

Benvenuti sul nostro articolo dedicato alle vitamine in gravidanza. Non c’è dubbio che rimanere incinta sia un momento molto importante nella vita di una donna. Portare al mondo un nuovo membro della famiglia farà si che le future mamme, e i futuri padri, si sentano emozionati e orgogliosi. Tuttavia, possiamo anche essere sopraffatti dai dubbi. Cosa dobbiamo fare affinché nostro figlio nasca sano?

Rispettare rigorosamente le raccomandazioni mediche e non saltare una delle visite programmate per la gravidanza, sarà il modo migliore per proteggere il nostro bambino. In queste visite è possibile che il medico o l’ostetrica ti consiglino di utilizzare “vitamine per la gravidanza”. Vuoi saperne di più su questi curiosi integratori? Bene, continua a leggere, abbiamo molto da raccontarti al riguardo!

Le cose più importanti in breve

  • Le vitamine per la gravidanza, o vitamine prenatali, sono integratori alimentari che forniscono alla donna che vuole concepire (o che è già incinta) vitamine, minerali e acidi grassi essenziali per lo sviluppo del feto.
  • Il medico o l’ostetrica saranno gli icaricati di decidere quali micronutrienti dovrebbe assumere la madre, a seconda delle sue esigenze individuali. L’acido folico sarà prescritto praticamente in tutte le gravidanze.
  • Quando si scelgono le vitamine per la gravidanza, dobbiamo considerare i nutrienti che includono, l’origine delle vitamine, la chiarezza nell’elenco degli ingredienti e il loro prezzo. Ci sono opzioni cruelty-free per le mamme vegane.

Migliori vitamine in gravidanza: la nostra selezione

Le vitamine per la gravidanza (chiamate anche vitamine prenatali) sono integratori che devono essere utilizzati sotto la supervisione del medico o dell’ostetrica. Gli operatori sanitari possono darti un po ‘di “libertà” nella scelta del tuo integratore prenatale preferito. In questo caso, dai un’occhiata agli integratori prenatali che abbiamo scelto per te.

Le migliori vitamine per la gravidanza secondo gli utenti online

Queste vitamine per la gravidanza forniscono acido folico, ferro, iodio, vitamina D, zinco, acidi grassi omega-3 (DHA) e vitamina A nella sua forma meno tossica (beta-carotene). Si consiglia di assumere una capsula al giorno.

Si tratta di un prodotto particolarmente indicato per le donne che vogliono rimanere incinta. È il preferito dagli utenti, che lo consiglia vivamente e lo valutano con 4,5 su 5 stelle.

Le vitamine per la gravidanza con il miglior rapporto qualità-prezzo

Queste capsule contengono 23 micronutrienti importanti per la salute della donna incinta e del bambino. Fornisce la quantità raccomandata di acido folico per la gravidanza normale (400 microgrammi). L’acido grasso DHA proviene da microalghe.

La maggior parte delle donne che hanno acquistato questo integratore alimentare sono più che soddisfatte dei suoi ingredienti e del suo prezzo accessibile. Alcuni utenti lo portano a cena per prevenire la nausea.

Il miglior integratore da usare nelle prime 12 settimane di gravidanza

Integratore completo appositamente formulato per le prime 12 settimane di gravidanza, anche se viene usato anche come aiuto al concepimento. Contiene acido folico (800µg, essendo sopra la RDA, chiedere al proprio ginecologo), vitamine (D, C, E, B1, B2, B12 e B6) e minerali (ferro, calcio, magnesio, rame, manganese, cromo, zinco, selenio e iodio). Sono capsule vegane e non contengono glutine.

La maggior parte delle opinioni su questo prodotto sono molto positive (4,4 di 5 stelle). Le utilizzatrici dichiarano di trovarsi bene, con più energia e senza effetti collaterali come con altri simili integratori.

Le vitamine più convenienti per la gravidanza

Queste vitamine economiche vengono utilizzate per preparare il corpo della futura madre per la gravidanza, secondo il loro produttore. Contengono acido folico, vitamina B12, vitamina D, iodio e zinco.

Alcune donne acquistano questo prodotto seguendo le raccomandazioni del loro ginecologo di fiducia. La spedizione è veloce e il prodotto potrebbe arrivare a casa con campioni gratuiti di altri articoli. Il suo punteggio è di 4 su 5 stelle.

Le vitamine più complete per la gravidanza

Questa confezione da 30 capsule di vitamine prenatali garantisce la corretta alimentazione di madre e bambino durante la gravidanza, secondo il produttore. Spicca il suo contenuto in acido folico (400 microgrammi), iodio (200 microgrammi) e DHA (200 milligrammi).

Questo integratore alimentare è ben noto e apprezzato dalle donne in gravidanza in tutta Italia. Nel mercato online è possibile trovarlo a un prezzo più competitivo.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle vitamine in gravidanza

L’alimentazione della madre influenzerà in modo significativo la salute del suo futuro figlio. Se la donna incinta ha livelli di alcuni nutrienti insufficienti, la crescita del feto potrebbe non essere come previsto o potrebbero comparire malformazioni. Per evitare queste carenze, molti specialisti raccomandano alle future madri di assumere vitamine in gravidanza.

Coppia con lei incinta

L’acido folico è il composto più importante delle vitamine prenatali. (Fonte: Dolgachov: 93690277/ 123rf.com)

Che importanza hanno le vitamine in gravidanza?

Non c’è dubbio che dar vita a un essere umano sia uno dei processi più belli che esistano. Tuttavia, questo atto “magico” della creazione è molto impegnativo per la futura madre. Affinché il feto cresca correttamente, il corpo della donna deve avere grandi quantità di energia e sostanze nutritive, cioè “la mamma mangia per due!”.

Se la donna incinta non ha sufficienti vitamine, minerali e calorie per questo momento cruciale, è possibile che la sua salute o quella del suo futuro bambino ne risentano. Ad esempio, una carenza di acido folico (vitamina B9) può aumentare le possibilità che il neonato soffra di “spina bifida” (una malformazione della colonna vertebrale).

Inoltre, un deficit nutrizionale durante la gravidanza può anche rendere il neonato più suscettibile a malattie come il diabete o l’ipertensione in futuro. Per evitare queste carenze, molti operatori sanitari raccomandano alle donne in gravidanza di assumere integratori vitaminici e minerali appositamente formulati per questo delicato momento (1).

Dr. Raúl Fanego RodríguezMedico specialista in ginecologia e ostetricia (Paraguay)

“Si consiglia di utilizzare vitamine per ovviare le perdite durante la gravidanza e aumentare le difese. I complessi multivitaminici che contengono vitamina C, ferro, calcio e acido folico, tra gli altri, sono migliori. L’automedicazione deve essere sempre evitata”.

Quali sono le vitamine più importanti per la gravidanza?

Mantenere un’alimentazione equilibrata e ricca di nutrienti dovrebbe essere una delle priorità della futura mamma. Tuttavia, alcuni nutrienti sono più importanti di altri durante la gravidanza. Nella tabella seguente puoi vedere un confronto tra le esigenze di due donne “medie” (giovani e sane). Una non è incinta, mentre l’altra aspetta un bambino (2):

Nutriente Necessità giornaliera non incinta Necessità giornaliera incinta
Vitamina A 650 microgrammi 800 microgrammi
Vitamina B1 (tiamina) 1,1 milligrammi 1,4  milligrammi
Vitamina B2 (riboflavina) 1,2 milligrammi 1,5 milligrammi
Vitamina B3 (niacina) 14 milligrammi 17 milligrammi
Vitamina B5 (acido pantotenico) 5 microgrammi 6 microgrammi
Vitamina B6 (piridossina) 1,3 milligrammi 1,9 milligrammi
Vitamina B7 (biotina) 30 microgrammi 35 microgrammi
Vitamina B9 (acido folico) 330 microgrammi 500 microgrammi
Vitamina B12 (cobalamina) 2,4 microgrammi 2,6 microgrammi
Vitamina C 75 milligrammi 85 milligrammi
Vitamina D 5 microgrammi

(200 Unità internazionali)

15 microgrammi

(600 Unità internazionali)

Vitamina K 70 microgrammi 70 microgrammi

Non preoccuparti se non conosci nessuna delle suddette molecole! Su Healthspring.it  abbiamo una sezione dedicata alle vitamine che ti aiuterà a conoscere meglio queste sostanze essenziali. Abbiamo anche incluso un breve riassunto dell’importanza di questi nutrienti per la salute della madre e del bambino nel seguente elenco:

  • Vitamina A: questa molecola è necessaria affinché il feto sviluppi occhi sani e una forte difesa. (3).
  • Vitamine B1, B2, B3, B5 e B6: queste vitamine idrosolubili aiutano la crescita del corpo del bambino. I bambini che hanno ricevuto un normale apporto di queste vitamine hanno dimostrato di avere un peso più salutare alla nascita (4).
  • Acido folico (vitamina B9): l’acido folico aiuta la formazione di nuove cellule. In particolare, la vitamina B9 è coinvolta nella formazione della colonna vertebrale e del midollo spinale del futuro bambino. La sua mancanza può causare i temuti difetti del tubo neurale, portando a disabilità e deformità. (5).
  • Vitamina B12: questa molecola contribuisce alla replicazione cellulare e alla formazione del sistema nervoso del bambino. Qualsiasi carenza vitaminica a questo proposito potrebbe causare gravi difetti nella crescita del bambino e compromettere il corretto sviluppo del suo cervello. (6).
  • Vitamina C: questo importante nutriente potrebbe favorire la normale crescita del feto. Alcuni studi suggeriscono anche che un’adeguata assunzione di vitamina C possa ridurre il rischio di gravi complicazioni durante la gravidanza come la preeclampsia (ipertensione con perdita di proteine) (7).
  • Vitamina D: la “vitamina del sole” aiuta lo sviluppo del feto, contribuendo alla formazione delle ossa e, possibilmente, del cervello e delle difese del futuro bambino. Livelli adeguati potrebbero prevenire problemi durante la gravidanza (preeclampsia, infezioni, diabete in gravidanza e parto prematuro, tra gli altri) (8).
  • Vitamina K: la vitamina K (dal danese, koagulation) è di fondamentale importanza sia per la madre che per il bambino. Questo nutriente consente al nostro corpo di “smettere” di sanguinare, quindi una donna incinta e il suo bambino devono averne livelli normali per evitare di correre rischi durante il parto. (9).

Le vitamine sono gli unici micronutrienti importanti in gravidanza?

Non possiamo parlare solo di vitamine per la gravidanza senza nominare anche gli altri composti essenziali per lo sviluppo del bambino. Minerali (calcio, ferro, iodio e magnesio) e acidi grassi omega-3 sono anch’essi essenziali per lo sviluppo del bambino, quindi abbiamo deciso di aggiungerli alla nostra tabella (2):

Nutriente Necessità giornaliera non incinta Necessità giornaliera incinta
Calcio 950 milligrammi 1000 milligrammi
Ferro 18 milligrammi 27 milligrammi
Magnesio 300 milligrammi 300 milligrammi
Iodio 150 microgrammi 200 microgrammi
Zinco 8 milligrammi 10 milligrammi
Omega-3 250 milligrammi 250 milligrammi + 100-200 milligrammi di acido docosaesaenoico (DHA)
  • Calcio: le ossa del futuro bambino hanno bisogno di calcio per crescere correttamente. Un apporto sufficiente potrebbe anche proteggere la madre dal dolore muscolare, dai crampi o dai cambiamenti della pressione sanguigna (10).
  • Ferro: il feto utilizzerà grandi quantità di ferro per creare nuovi tessuti, crescere e maturare. Inoltre, la futura mamma lo userà per formare le sue cellule del sangue, tenendo a bada la temuta anemia che può apparire prima o dopo il parto (11).
  • Magnesio: rispettare l’apporto raccomandato per questo nutriente potrebbe evitare molteplici complicazioni durante la gravidanza (come la preeclampsia) e favorire la corretta crescita del bambino nell’utero (12).
  • Iodio: lo iodio è un minerale essenziale per lo sviluppo della tiroide, quella ghiandola situata nel collo che regola il metabolismo di tutto il nostro corpo. Una fornitura inadeguata di iodio può causare ipotiroidismo nella madre o nel bambino (13).
  • Zinco: livelli di zinco sani possono favorire lo sviluppo del feto e impedire che nasca prima del previsto (prematuro)(14).
  • Acidi grassi omega-3: questi grassi essenziali sono importanti per lo sviluppo del sistema nervoso del feto. L’acido docosaesaenoico (DHA), in particolare, è un omega-3 di importanza cruciale per la formazione del cervello e della retina (la parte dell’occhio responsabile della ricezione delle informazioni visive) (15).
Donna incinta con vitamine in mano

Molte vitamine della gravidanza includono anche DHA, un composto che contribuisce allo sviluppo del cervello del bambino.
(Fonte: Bizoń: 102565635/ 123rf.com)

Quale alimentazione devo seguire per non perdere vitamine durante la gravidanza?

Non possiamo dimenticare l’enorme importanza dell’alimentazione per le donne che vogliono rimanere incinta o per quelle che sono già in uno stato di “dolce attesa”. Una dieta equilibrata dovrebbe essere in grado di soddisfare le esigenze di energia, proteine, grassi e micronutrienti del bambino e della madre.

Se stai cercando di rimanere incinta, è importante includere nella tua dieta alimenti ricchi di acido folico (verdure), ferro (legumi, carne rossa), vitamina D (latticini e pesce) e vitamina B12 (prodotti animali o cibi arricchiti). Discuterai questa dieta con uno specialista, soprattutto se soffri di malattie croniche come il diabete o l’ipertensione.

Per le donne in gravidanza, gli esperti raccomandano di seguire una dieta variata ed equilibrata. Verrà consumata frutta, verdura, cibi integrali e carni magre, aumentando la quantità di cibo man mano che la gravidanza avanza. Sarà essenziale continuare a consumare alimenti che forniscono vitamine e minerali, oltre a consultare un professionista della salute per qualsiasi dubbio. (1, 16).

  • Vitamina A: possiamo trovarla nel pesce, nella frutta (come le albicocche) e nelle verdure (carote, peperoni e patate dolci, tra gli altri).
  • Vitamina C: abbonda in frutta e verdura fresca.
  • Vitamina D: si ottiene da prodotti lattiero-caseari, pesce azzurro o cibi fortificati. Inoltre, si raccomanda alle donne in gravidanza di camminare ogni giorno e di esporsi alla luce solare in modo prudente (la pelle è in grado di produrre vitamina D interagendo con la luce solare).
  • Acido folico (vitamina B9): verdure a foglia verde (come spinaci o broccoli) e legumi sono buone fonti di acido folico. Questi alimenti dovrebbero essere consumati cotti per evitare possibili intossicazioni.
  • Vitamina B12: questa vitamina si trova esclusivamente nei prodotti di origine animale. Le donne vegane dovrebbero consultare il proprio medico per un integratore in base alle loro esigenze.
  • Ferro: questo minerale si trova nella carne rossa (manzo o maiale) e in alcuni legumi, anche se il ferro di origine vegetale è più difficile da assorbire (per ottenere il massimo da esso, prendilo accompagnato da cibi ricchi di vitamina C).
  • Calcio: prevalentemente nei prodotti lattiero-caseari, ma anche nei piccoli pesci con lisca (come le sardine in scatola).
  • Iodio: questo micronutriente necessario per la tiroide si trova principalmente nel sale marino da tavola e nei pesci.
  • Zinco: il tuorlo d’uovo e i latticini saranno buone fonti di zinco durante la gravidanza.

Durante la gravidanza, consuma solo verdure, carne e pesce ben cotti. Lava accuratamente la frutta ed evita i pezzi con imperfezioni. I latticini devono essere pastorizzati e sarà necessario evitare i formaggi grassi (tipo brie) o quelli che includono microrganismi. In caso di dubbi, consulta il medico!

Esiste una dieta che ci consenta di rispettare facilmente queste raccomandazioni? Ebbene si! La dieta mediterranea è, secondo gli esperti, un modello alimentare che può fornire tutti questi nutrienti alle future madri e ai loro bambini. Inoltre, se stai cercando di rimanere incinta, dovresti sapere che la dieta mediterranea potrebbe aumentare le tue possibilità di concepire (17).

Donna incinta con una mela in mano

Gli integratori vitaminici per la gravidanza possono causare un lieve disagio digestivo. (Fonte: Dolgachov: 65345883/ 123rf.com)

Perché gli integratori vitaminici sono raccomandati per la gravidanza?

Gli integratori vitaminici per la gravidanza sono un’opzione molto popolare per garantire che il corpo della futura madre abbia tutti i micronutrienti necessari per la crescita del bambino. Nonostante il loro nome, questi integratori contengono spesso, oltre alle vitamine, minerali. Possono anche includere acido grasso DHA.

La stragrande maggioranza degli esperti concorda sull’importanza di utilizzare un integratore che fornisce acido folico. L’assunzione giornaliera di questa vitamina ha dimostrato più volte di ridurre la frequenza dei difetti del tubo neurale (colonna e midollo spinale) (18). È molto probabile che il ginecologo o l’ostetrica prescrivano questa vitamina alla futura madre.

Per il resto dei nutrienti, il consenso non è unanime. Alcuni specialisti di ginecologia ritengono che oltre all’acido folico, possa essere necessario fornire anche ferro e iodio, ottenendo il resto dei nutrienti dal cibo.

Che dilemma! Cosa può fare la donna in gravidanza (19)?

  • La comunicazione con il medico è essenziale. Sono finiti gli anni delle gravidanze scarsamente controllate. Per proteggere la salute della madre e del bambino, sarà necessario stabilire un rapporto di fiducia con il proprio medico e la propria ostetrica. Saranno loro i più qualificati a scegliere l’integratore più adatto alle esigenze individuali della donna incinta.
  • L’integrazione inizia prima del concepimento: si consiglia di pianificare la gravidanza, comunicando questa decisione con il proprio medico di fiducia. In generale, si raccomanda alle donne in buona salute di assumere un integratore da 400 microgrammi (0,4 milligrammi) giornalieri di acido folico nel mese precedente la gravidanza (minimo).
  • Cambiamenti individuali nell’integrazione: le donne che hanno già avuto una gravidanza con difetto del tubo neurale potrebbero aver bisogno di assumere più acido folico (che sarà prescritto dal proprio medico). Se compaiono carenze di vitamina D, anemia o carenza di iodio, uno specialista può anche raccomandare di scegliere un integratore che risolva tali carenze.
  • L’integrazione durante la gravidanza: gli integratori prescritti prima della gravidanza dovrebbero continuare ad essere assunti fino a quando lo specialista che controlla la gravidanza non indichi diversamente. L’acido folico dovrebbe continuare ad essere assunto durante i primi tre mesi di gravidanza, poiché è in questo periodo che per il feto aumentano i rischi di malformazioni.
  • Anche una gravidanza inaspettata deve essere curata: se la gravidanza non è stata pianificata, è di vitale importanza richiedere una consultazione urgente con uno specialista. In questo caso, verranno eseguiti tutti i test pertinenti per la madre e il bambino e verrà prescritta un’integrazione specifica in modo che il resto della gravidanza passi nel modo più sicuro possibile.

Come usare le vitamine in gravidanza?

Se non diversamente indicato dal medico, la maggior parte degli integratori vitaminici per la gravidanza o le vitamine prenatali saranno assunti una volta al giorno. Le donne con uno stomaco più delicato possono provare nausea con questi integratori. L’assunzione di vitamine prenatali dopo aver mangiato o prima di coricarsi potrebbero prevenire questi disagi.

Donna incinta davanti a un vassoio con cibo

Se soffri di nausea, è meglio assumere le vitamine in gravidanza prima di andare a letto. (Fonte: Stiahailo: 121644041/ 123rf.com)

Perché non posso usare il mio vecchio multivitaminico durante la gravidanza?

Se sei una donna che ha l’abitudine di iniziare la giornata con un multivitaminico (o il compagno di questa futura mamma), potresti chiederti se il tuo solito integratore potrebbe “sostituire” le vitamine prenatali. Non è consigliabile che tu faccia questa scelta senza prima consultare il tuo medico. Nota che:

  • I multivitaminici da banco non sono formulati per le donne in gravidanza: questi prodotti sono generalmente rivolti a un pubblico giovane e sano che non aspetta un bambino. La quantità di nutrienti inclusi in questi prodotti può essere troppo bassa o troppo alta per la donna incinta (20).
  • Possono includere composti nocivi: la vitamina A, ad esempio, è un nutriente necessario per lo sviluppo del feto. Tuttavia, il consumo di retinolo (un derivato della vitamina A) può causare malformazioni nel feto. Gli integratori prenatali non includono questa vitamina o lo fanno sotto forma di beta-carotene, un precursore più sicuro della vitamina A per il feto (21).
  • Rischio di sovradosaggio: sicuramente il medico ricetterà acido folico (e altri nutrienti) durante la gravidanza. Se una donna inizia a prendere questo integratore, ma continua a prendere il multivitaminico, potrebbe rischiare di assumere più nutrienti del necessario. Si ritiene inoltre che questi eccessi siano dannosi per il feto.

Gli uomini possono assumere vitamine per la gravidanza?

Buona domanda! Sebbene all’inizio questa possa sembrare assurda, la verità è che sempre più futuri papà si chiedono se abbiano anche loro un ruolo nella salute del bambino. E fanno bene a chiederselo! Vi sono prove crescenti che dimostrano che lo stato nutrizionale del padre può influenzare il benessere del bambino per gli anni a venire (22).

Tuttavia, assumere le stesse vitamine prenatali della loro partner non sarebbe l’opzione più raccomandabile per questi uomini. Condurre una vita sana e attiva, seguire un alimentazione equilibrata e risolvere ogni carenza nutrizionale individualmente (e sotto controllo medico) potrebbe essere il modo più efficace per garantire la salute di genitori e figli.

Nel caso in cui la fertilità è una preoccupazione per la coppia, mantenere livelli adeguati di zinco e antiossidanti (come la vitamina C o la vitamina E) potrebbe essere utile per migliorare la qualità del seme. Inoltre, le abitudini tossiche (alcool, tabacco e altre droghe) dovrebbero essere evitate e i livelli di stress dovrebbero essere ridotti il ​​più possibile (23).

Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO)

“Gli integratori alimentari con acidi grassi essenziali possono essere utilizzati nelle donne con abitudini alimentari che non includono il pesce nella loro dieta”.

Quali precauzioni dovrei prendere con le vitamine in gravidanza?

Effetti collaterali. Le vitamine per la gravidanza possono causare un lieve disagio digestivo, come nausea, perdita di appetito o mal di stomaco. Se l’integratore prenatale ha ferro, può verificarsi stitichezza (che può essere alleviata aumentando l’assunzione di fibre). Se questi effetti collaterali non scompaiono, potrebbe essere necessario modificare l’integrazione (20). Per esempio:

  1. Allergie. Le donne allergiche a glutine, lattosio, pesce, uova o qualsiasi altro allergene comune, dovrebbero fare molta attenzione alla composizione delle loro vitamine prenatali. Si consiglia di consultare il proprio medico o la propria ostetrica di fiducia se sorgono dubbi sui possibili allergeni di un integratore prima di iniziare a prenderlo.
  2. Interazioni farmacologiche. Se segui un trattamento farmacologico, ricorda che questi integratori potrebbero interagire con i tuoi farmaci regolari. È possibile che se assumiamo determinati farmaci, il nostro medico aggiusti la dose del nostro integratore in gravidanza. Ad esempio, le donne che assumono farmaci per l’epilessia richiedono spesso una dose più elevata di acido folico.
  3. Uso inappropriato. Alcune persone usano vitamine prenatali per stimolare la crescita dei capelli. Non è una buona idea! Le vitamine per la gravidanza sono molto ricche di nutrienti e il loro consumo da parte di persone che non sono alla ricerca di una gravidanza potrebbe causare un pericoloso eccesso di vitamine. Ricorda che esistono prodotti specifici per nutrire i capelli.

Cibo sano

Non devi usare il solito multivitaminico durante la gravidanza. (Fonte: Ivanova: 133720720/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Come puoi vedere, il mondo delle vitamine per la gravidanza è complesso. Un medico o un’ostetrica dovrebbero saper guidarti nel processo di scelta di questi prodotti in modo che la tua nutrizione (o quella del tuo partner) sia completa e sicura. Si consiglia di tenere conto anche di questi criteri di acquisto quando si scelgono vitamine prenatali:

Alimentazione vegana o vegetariana

Le donne vegane o vegetariane dovrebbero avere pochi problemi a trovare un integratore che soddisfi le loro esigenze alimentari. Oggi esistono diversi preparati per garantire la nutrizione delle donne in gravidanza a base vegetale. Assicurati che abbiano un sigillo vegano di qualità e che ti forniscano, oltre all’acido folico, la “sfuggente” vitamina B12.

Donna incinta che mangia

Il medico o l’ostetrica saranno gli incaricati di decidere quali micronutrienti dovrebbe assumere la madre, a seconda delle sue esigenze individuali. L’acido folico sarà prescritto praticamente in tutte le gravidanze. (Fonte: Kruk: 72249008/ 123rf.com)

Etichetta e foglietto illustrativo

Non è il momento di sperimentare! Un integratore importante quanto le vitamine in gravidanza, dovrebbe contenere informazioni chiare, concise e precise sugli ingredienti del prodotto, sul suo utilizzo e sulla sua data di scadenza. Ricorda di conservare il foglietto illustrativo per risolvere eventuali dubbi che possono sorgere durante l’integrazione.

Nutrienti essenziali

Le vitamine per la gravidanza possono essere molto semplici (basate esclusivamente sull’acido folico) o includere più minerali e vitamine. Nel caso in cui il medico o l’ostetrica ti consiglino di assumere un integratore con più micronutrienti, chiedi loro se è necessario includere uno dei seguenti (19, 20):

  • Acido folico: la “regina” delle vitamine per la gravidanza, senza dubbio. Una vitamina prenatale per donne sane senza altre complicazioni dovrebbe includere 400 microgrammi (0,4 milligrammi) di acido folico giornalieri. Non dovremmo smettere di mangiare cibi ricchi di acido folico anche se utilizziamo un integratore.
  • Vitamina B12: la maggior parte delle donne onnivore non avrà problemi ad acquisire questa vitamina attraverso l’alimentazione. Tuttavia, le donne in gravidanza che non consumano prodotti di origine animale dovrebbero assumere un integratore prenatale che fornisca abbastanza B12 per evitare qualsiasi carenza. Valutare la dose con un medico.
  • Vitamina D: questa vitamina fa parte molto spesso degli integratori prenatali, generalmente a dosi moderate (200 unità internazionali o 5 microgrammi di vitamina D3). Se hai una carenza di vitamina D, consulta uno specialista per una dose più alta.
  • Ferro: questo minerale aiuterà le donne in gravidanza a prevenire la comparsa di anemia, una condizione molto frequente tra le donne in età fertile. Gli integratori prenatali avranno basse dosi di ferro, quindi sarà necessario continuare a nutrirsi bene per evitare eventuali carenze nutrizionali.
  • Iodio: gli esperti della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) ritengono che il sale e il pesce iodati potrebbero non fornire una quantità di iodio sufficientemente elevata da favorire la madre e il bambino. Per questo motivo, ritengono che gli integratori prenatali dovrebbero fornire 200 microgrammi di questo minerale al giorno.
  • DHA: molti integratori contengono acido DHA omega-3 per supportare lo sviluppo del cervello e della vista del bambino. La dose più comune è di 200 milligrammi.

Origine dei nutrienti

È molto importante che gli integratori prenatali non contengano prodotti tossici o ingredienti di qualità discutibile. Se hai scelto un integratore con acidi grassi omega-3, ricorda che queste molecole sono generalmente ottenute da alghe o pesci. In tal caso, sarà essenziale assicurarsi che queste materie prime siano prive di mercurio, una sostanza tossica.

Rapporto qualità-prezzo

Le vitamine in gravidanza hanno un prezzo medio. Il costo approssimativo di trenta capsule vitaminiche prenatali varia da 10 a 20 euro, a seconda della quantità di micronutrienti inclusi in questi prodotti e del prestigio del produttore. Meglio optare per articoli noti che soddisfano le raccomandazioni SIGO.

Conclusioni

Mettere al mondo una nuova vita è un’esperienza meravigliosa. Dubbi e paure sono solo un’altra parte dell’eccitante processo del concepimento e gravidanza. Il medico e l’ostetrica ti aiuteranno a risolvere tutte quelle difficili domande, come la scelta di un integratore vitaminico perfetto per tutte le fasi della gravidanza.

Se tu e il tuo partner siete in cerca di una gravidanza, ricordate che le vitamine prenatali (in particolare l’acido folico) devono essere assunte almeno un mese prima del concepimento. Tutto il team di Healthspring.it vi augura buona fortuna nella vostra ricerca. Speriamo che presto possiate abbracciare il vostro piccolo!

Se questa guida ti ha aiutato nella scelta delle vitamine per la gravidanza, ti preghiamo di lasciare un commento e condividere questo articolo. Ci aiuteresti molto!

(Fonte dell’imagine in evidenza: Dolgachov: 38665052/ 123rf.com)

Riferimenti (23)

1. Sánchez A. Guía de alimentación para embarazadas. Medica Diet . 2015;44.
Fonte

2. Diet I. Ingestas Dietéticas de Referencia (IDR) para la Población Española, 2010. Act Dietética . 2010 Oct;14(4):196–7.
Fonte

3. Bastos Maia S, Rolland Souza A, Costa Caminha M, Lins da Silva S, Callou Cruz R, Carvalho dos Santos C, et al. Vitamin A and Pregnancy: A Narrative Review. Nutrients . 2019 Mar 22 ;11(3):681.
Fonte

4. Pannia E, Cho CE, Kubant R, Sánchez-Hernández D, Huot PSP, Harvey Anderson G. Role of maternal vitamins in programming health and chronic disease. Nutr Rev . 2016 Mar ;74(3):166–80.
Fonte

5. Folato — Datos en español . 2020 .
Fonte

6. Dror DK, Allen LH. Interventions with Vitamins B6, B12 and C in pregnancy. Paediatr Perinat Epidemiol . 2012 ;26(SUPPL. 1):55–74.
Fonte

7. Rumbold A, Ota E, Nagata C, Shahrook S, Crowther CA. Vitamin C supplementation in pregnancy . Vol. 2016, Cochrane Database of Systematic Reviews. 2015 .
Fonte

8. Dovnik A, Mujezinović F. The Association of Vitamin D Levels with Common Pregnancy Complications. Nutrients . 2018 Jul 5 ;10(7):867.
Fonte

9. Shahrook S, Ota E, Hanada N, Sawada K, Mori R. Vitamin K supplementation during pregnancy for improving outcomes: a systematic review and meta-analysis. Sci Rep . 2018 Dec 30 ;8(1):11459.
Fonte

10. Hacker AN, Fung EB, King JC. Role of calcium during pregnancy: Maternal and fetal needs. Nutr Rev . 2012 Jul ;70(7):397–409.
Fonte

11. Institute of Medicine. Iron nutrition during pregnancy. In: Nutrition During Pregnancy . 1990 . p. 1–481.
Fonte

12. Zarean E, Tarjan A. Effect of Magnesium Supplement on Pregnancy Outcomes: A Randomized Control Trial. Adv Biomed Res . 2017 ;6(1):109.
Fonte

13. Yarrington C, Pearce EN. Iodine and pregnancy . Vol. 2011, Journal of Thyroid Research. Hindawi Limited; 2011 . p. 1–8.
Fonte

14. SIMMER K, THOMPSON RPH. Zinc in the Fetus and Newborn. Acta Paediatr . 1985 May ;74(s319):158–63.
Fonte

15. Greenberg JA, Bell SJ, Ausdal W Van. Omega-3 Fatty Acid supplementation during pregnancy. Rev Obstet Gynecol . 2008 ;1(4):162–9.
Fonte

16. Poggi LM. Seguridad alimentaria para futuras mamás – FDA. 2017;1–17.
Fonte

17. Vujkovic M, De Vries JH, Lindemans J, MacKlon NS, Van Der Spek PJ, Steegers EAP, et al. The preconception Mediterranean dietary pattern in couples undergoing in vitro fertilization/intracytoplasmic sperm injection treatment increases the chance of pregnancy. Fertil Steril . 2010 ;94(6):2096–101.
Fonte

18. Review C. Folic acid supplements before conception and in early pregnancy (up to 12 weeks) for the prevention of birth defects | Cochrane . 2010.
Fonte

19. Control Prenatal del Embarazo Normal. Prog Obs Ginecol . 2018;61(05):510–27.
Fonte

20. Suplementos en embarazadas: controversias, evidencias y recomendaciones. Inf Ter Sist Nac Salud . 2010 ;34(4):117–28.
Fonte

21. Hon SL. Vitamin A. In: Encyclopedia of Toxicology . Elsevier; 2014 . p. 960–1.
Fonte

22. Braun JM, Messerlian C, Hauser R. Fathers Matter: Why It’s Time to Consider the Impact of Paternal Environmental Exposures on Children’s Health. Curr Epidemiol Reports . 2017 Mar 11 ;4(1):46–55.
Fonte

23. Kolasa KM. Nutrition Across Life Stages. J Nutr Educ Behav . 2018 ;50(9):950.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Anabel Laureata in medicina
Laureata in Medicina. La mia missione: utilizzare il metodo scientifico per trovare nuovi modi per migliorare le prestazioni sportive e intellettuali delle persone sane. Il mio pubblico: le persone che desiderano informazioni sull'integrazione basata sulle evidenze. I miei integratori preferiti: L-teanina e vitamine del gruppo B.
Guida ufficiale
Sánchez A. Guía de alimentación para embarazadas. Medica Diet . 2015;44.
Vai alla fonte
Documento ufficiale
Diet I. Ingestas Dietéticas de Referencia (IDR) para la Población Española, 2010. Act Dietética . 2010 Oct;14(4):196–7.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Bastos Maia S, Rolland Souza A, Costa Caminha M, Lins da Silva S, Callou Cruz R, Carvalho dos Santos C, et al. Vitamin A and Pregnancy: A Narrative Review. Nutrients . 2019 Mar 22 ;11(3):681.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Pannia E, Cho CE, Kubant R, Sánchez-Hernández D, Huot PSP, Harvey Anderson G. Role of maternal vitamins in programming health and chronic disease. Nutr Rev . 2016 Mar ;74(3):166–80.
Vai alla fonte
Web ufficiale
Folato — Datos en español . 2020 .
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Dror DK, Allen LH. Interventions with Vitamins B6, B12 and C in pregnancy. Paediatr Perinat Epidemiol . 2012 ;26(SUPPL. 1):55–74.
Vai alla fonte
Revisione sistematica di Cochrane
Rumbold A, Ota E, Nagata C, Shahrook S, Crowther CA. Vitamin C supplementation in pregnancy . Vol. 2016, Cochrane Database of Systematic Reviews. 2015 .
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Dovnik A, Mujezinović F. The Association of Vitamin D Levels with Common Pregnancy Complications. Nutrients . 2018 Jul 5 ;10(7):867.
Vai alla fonte
Revisione sistematica
Shahrook S, Ota E, Hanada N, Sawada K, Mori R. Vitamin K supplementation during pregnancy for improving outcomes: a systematic review and meta-analysis. Sci Rep . 2018 Dec 30 ;8(1):11459.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Hacker AN, Fung EB, King JC. Role of calcium during pregnancy: Maternal and fetal needs. Nutr Rev . 2012 Jul ;70(7):397–409.
Vai alla fonte
Libro online
Institute of Medicine. Iron nutrition during pregnancy. In: Nutrition During Pregnancy . 1990 . p. 1–481.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Zarean E, Tarjan A. Effect of Magnesium Supplement on Pregnancy Outcomes: A Randomized Control Trial. Adv Biomed Res . 2017 ;6(1):109.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Yarrington C, Pearce EN. Iodine and pregnancy . Vol. 2011, Journal of Thyroid Research. Hindawi Limited; 2011 . p. 1–8.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
SIMMER K, THOMPSON RPH. Zinc in the Fetus and Newborn. Acta Paediatr . 1985 May ;74(s319):158–63.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Greenberg JA, Bell SJ, Ausdal W Van. Omega-3 Fatty Acid supplementation during pregnancy. Rev Obstet Gynecol . 2008 ;1(4):162–9.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Poggi LM. Seguridad alimentaria para futuras mamás – FDA. 2017;1–17.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vujkovic M, De Vries JH, Lindemans J, MacKlon NS, Van Der Spek PJ, Steegers EAP, et al. The preconception Mediterranean dietary pattern in couples undergoing in vitro fertilization/intracytoplasmic sperm injection treatment increases the chance of pregnancy. Fertil Steril . 2010 ;94(6):2096–101.
Vai alla fonte
Revisione Cochrane
Review C. Folic acid supplements before conception and in early pregnancy (up to 12 weeks) for the prevention of birth defects | Cochrane . 2010.
Vai alla fonte
Guida clinica
Control Prenatal del Embarazo Normal. Prog Obs Ginecol . 2018;61(05):510–27.
Vai alla fonte
Documento ufficiale
Suplementos en embarazadas: controversias, evidencias y recomendaciones. Inf Ter Sist Nac Salud . 2010 ;34(4):117–28.
Vai alla fonte
Libro online
Hon SL. Vitamin A. In: Encyclopedia of Toxicology . Elsevier; 2014 . p. 960–1.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Braun JM, Messerlian C, Hauser R. Fathers Matter: Why It’s Time to Consider the Impact of Paternal Environmental Exposures on Children’s Health. Curr Epidemiol Reports . 2017 Mar 11 ;4(1):46–55.
Vai alla fonte
Libro di testo
Kolasa KM. Nutrition Across Life Stages. J Nutr Educ Behav . 2018 ;50(9):950.
Vai alla fonte