Ultimo aggiornamento: 08/12/2020

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

24Ore impiegate

11Studi valutati

124Commenti raccolti

Lo zenzero viene utilizzato come rimedio naturale per raffreddori e nausea tipica dei primi mesi di gravidanza. Cosa dice la scienza sulle proprietà salutari dello zenzero? Qual è il suo principio attivo? È meglio lo zenzero in polvere o in capsule? In questa guida risponderemo a tutte queste domande.

Il rizoma della pianta Zingiber officinale è quello che viene chiamato zenzero. Questa spezia, come la curcuma, fa parte della medicina orientale da secoli. La capacità del gingerolo di migliorare la salute dell’apparato digerente, ridurre l’infiammazione e prevenire la formazione di coaguli di sangue ha portato a numerose ricerche sullo zenzero.

Le cose più importanti in breve

  • Lo zenzero è la porzione sotterranea (rizoma) della pianta Zingiber officinale. Fin dall’antichità è stato utilizzato come spezia e come rimedio naturale.
  • I principi attivi più importanti dello zenzero sono i gingeroli, che gli conferiscono proprietà antinfiammatorie, digestive, antitrombotiche e antiemetiche (mitigano nausea e vomito). Lo zenzero è disponibile sotto forma di polvere, capsule, compresse ed estratti liquidi.
  • Ogni consumatore dovrebbe acquistare lo zenzero più adatto alle proprie esigenze e deve considerare i seguenti criteri: presentazione, origine biologica, ingredienti aggiunti, certificazioni di qualità e allergeni.

I migliori prodotti di zenzero sul mercato: la nostra selezione

Sebbene lo zenzero possa essere consumato fresco o candito, in questo articolo ci concentreremo sui prodotti più concentrati che vengono utilizzati per alleviare i sintomi o migliorare la salute. Tra le tante opzioni che il mercato ci offre, questi sono i nostri integratori di zenzero preferiti:

Le migliori capsule di zenzero

Capsule di zenzero biologico, presentate in un flacone da 180 unità. Ogni capsula fornisce 450 mg di polvere di rizoma di zenzero e si consiglia di assumere 1 unità al giorno. Prodotto adatto ai vegani.

Consideriamo questo integratore la scelta migliore perché offre una dose di zenzero sicura ed efficace, il suo prezzo è imbattibile e, come se non bastasse, possiede le più importanti certificazioni di qualità (ISO 9001, HACCP e BMP). Queste capsule di zenzero sono consigliate per alleviare nausea, dolori articolari e digestione pesante.

La migliore polvere di zenzero

Zenzero puro in polvere, senza additivi, da agricoltura biologica. La busta contiene 250 g di prodotto. Data la sua versatilità e il suo gusto gradevole, questo rizoma in polvere può essere utilizzato per preparare tè, biscotti, pane e frullati.

A nostro avviso, questo zenzero in polvere è da consigliare perché il suo rapporto qualità-prezzo è ottimo, e il suo gusto molto simile a quello dello zenzero fresco è dovuto all’essiccazione da coltivazione biologica, senza distaccanti, riempitivi o solventi di diluizione.

Le compresse con la più alta concentrazione di zenzero

Compresse di zenzero ad alta concentrazione, arricchite con calcio e manganese. Vegan friendly e gluten free. Sono ideali per chi soffre di dolori articolari, nausea, vertigini o reflusso gastroesofageo (reflusso acido).

Riteniamo che queste compresse siano altamente consigliate per chi cerca un effetto antinfiammatorio, digestivo e/o anti-nausea perché sono realizzate con estratto di zenzero concentrato e una compressa fornisce l’equivalente di 600 mg di zenzero al suo stato naturale.

Il miglior prodotto con zenzero per la digestione

Capsule di zenzero, bromelina e curcuma, presentate in un flacone da 180 unità. Si consiglia di assumere da 1 a 3 unità al giorno, che forniscono 500 mg di zenzero, 500 mg di curcuma e 100 mg di bromelina. Adatto ai vegani. Privo di allergeni (glutine, soia, latticini, noci, uova).

Apprezziamo questo integratore come la migliore alternativa per digestioni pesanti, nausea e reflusso acido perché, oltre ad avere due digestivi naturali come lo zenzero e la curcuma, contiene bromelina. Questo enzima facilita la digestione delle proteine, mentre lo zenzero e la curcuma stimolano la secrezione della bile e migliorano l’assimilazione dei grassi.

Il miglior estratto di zenzero liquido

Estratto liquido di zenzero, presentato in un flacone da 100 ml con dosatore. Adatto ai vegani. Le donne in gravidanza e i bambini di età superiore a 3 anni possono consumarlo, ma dovrebbero prima consultare il proprio medico per evitare reazioni avverse.

Consideriamo questo prodotto altamente raccomandato per la nausea causata da gravidanza, alcuni farmaci o da vertigini (cinetosi). Offre una concentrazione efficace e sicura di rizoma di zenzero ed è facile da assumere. La porzione di 40 gocce (2 ml) fornisce 200 mg di zenzero e può essere consumato fino a 3 volte al giorno, mescolando le gocce con acqua.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sullo zenzero

Con il crescente uso dello zenzero in cucina, anche i suoi benefici per la salute sono diventati più popolari. Se è vero che questo rizoma può alleviare vari sintomi, è anche vero che c’è una disinformazione sulle proprietà dello zenzero e che le sue controindicazioni sono sconosciute. In questa sezione, chiariremo questi temi.

Donna con mal di gola

In Ayurveda lo zenzero è indicato per curare influenza, raffreddore, bronchite, vertigini, nausea e problemi circolatori. (Fonte: Suria: 113272332/ 123rf.com)

Cos’è lo zenzero?

Quello che conosciamo come “zenzero” è il rizoma della pianta Zingiber officinale. Sebbene il rizoma sia sotterraneo, non è una radice. Lo zenzero ha un sapore piccante e un po’ amaro, ma con la cottura assume una leggera dolcezza. Il suo aroma è di limone. La pelle del rizoma è marrone chiaro, mentre il suo interno carnoso ha una tonalità giallastra(1).

Lo zenzero può essere consumato fresco (grattugiato, tritato finemente, affettato, spremuto), candito o disidratato. Date le sue proprietà medicinali, questo rizoma viene utilizzato anche per realizzare integratori, come capsule, compresse ed estratti liquidi. I gingeroli sono gli ingredienti attivi più importanti dello zenzero(1, 2).

Quali sono i benefici dello zenzero per la salute?

In Ayurveda lo zenzero è indicato per curare influenza, raffreddore, bronchite, vertigini, nausea e problemi circolatori. Secondo prove scientifiche, i gingeroli nello zenzero hanno numerose proprietà, tra cui le sue qualità antinfiammatorie, antiemetiche, antiossidanti e antitrombotiche, che forniscono i seguenti benefici(3):

Lo zenzero allevia i dolori articolari e l’infiammazione

Lo zenzero è un antinfiammatorio naturale che può essere di grande aiuto per le persone che soffrono di artrosi, artrite reumatoide o lesioni articolari legate allo sport o meno. Il gingerolo allevia la rigidità e il dolore associati a queste condizioni(4).

L’azione antinfiammatoria dello zenzero serve a lenire i dolori muscolari dovuti all’esercizio fisico

Lo zenzero riduce i dolori muscolari, le infiammazioni e la limitazione dei movimenti che spesso si verificano dopo un intenso esercizio fisico. Inoltre, lo zenzero è un antiossidante naturale che aiuta a mitigare i radicali liberi generati durante l’allenamento a seguito della massiccia combustione di nutrienti per produrre energia(4, 5).

Lo zenzero allevia nausea, vomito e vertigini

Le proprietà antiemetiche dello zenzero lo rendono un rimedio naturale per nausea, vomito e vertigini. Uno degli usi più tradizionali dello zenzero è alleviare la nausea e il vomito in gravidanza. Tuttavia, le donne in gravidanza non dovrebbero consumare più di 1 g di zenzero disidratato perché un eccesso potrebbe causare sanguinamento e aborto(6).

In alcuni casi, gli integratori di zenzero sono utili anche per alleviare la nausea e il vomito associati ai farmaci, anche quelli causati dalla chemioterapia.

Tuttavia, nessuna persona sottoposta a tale trattamento contro il cancro dovrebbe assumere lo zenzero senza consultare il proprio medico. Anche il malessere da vertigini (cinetosi) migliora con lo zenzero(4).

Gli integratori di zenzero possono trattare le complicazioni associate all’obesità

L’aumento del grasso corporeo nell’obesità influenza molti parametri metabolici, come il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue, la gestione glicemica, l’infiammazione e i valori della pressione sanguigna. Un composto dello zenzero, il 6-gingerolo, può avere un impatto positivo su questi indicatori, come evidenziato nella tabella seguente(7):

Disturbi metabolici associati all’obesità Effetto dell’integrazione di zenzero
Diabete di tipo II Aumenta il numero di trasportatori GLUT 4, che consentono al glucosio di entrare nelle cellule per essere metabolizzato.

Migliora la sensibilità all’insulina.

Abbassa i valori di glucosio nel sangue, anche a digiuno.

Iperlipidemia (colesterolo e/o trigliceridi alti) Abbassa il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Riduce l’ossidazione del colesterolo LDL (“cattivo”) e ne impedisce il deposito nelle arterie. In questo modo lo zenzero previene la formazione di placche di ateroma (aterosclerosi) che possono ostruire le arterie.

Ipertensione arteriosa Diminuisce l’attività dell’enzima di conversione dell’angiotensina che, in eccesso, aumenta la vasocostrizione e aumenta la pressione sanguigna.

Aumenta il livello di ossido nitrico, un vasodilatatore che aiuta a mantenere la pressione sanguigna entro valori normali.

Rischio protrombotico (formazione di coaguli) da alti livelli di danno ossidativo e infiammazione Riduce l’infiammazione e combatte il danno ossidativo, riducendo il rischio di formazione di coaguli di sangue che potrebbero influenzare il cuore, il cervello o altri organi.

Grazie alle proprietà antinfiammatorie, antitrombotiche e antiossidanti dei gingeroli, l’integrazione di zenzero nelle persone obese può migliorare la loro salute metabolica e prevenire complicazioni molto comuni, come diabete di tipo II, aterosclerosi, malattie cardiache e steatosi epatica non alcolica(7).

Lo zenzero potrebbe prevenire il cancro

La maggior parte dei supercibi è collegata a proprietà antitumorali e lo zenzero non fa eccezione. Mitigando l’infiammazione e l’ossidazione, i gingeroli potrebbero proteggere da alcuni tipi di cancro (prostata, colon, fegato). Tuttavia, non abbiamo ancora solide prove scientifiche in merito a questo problema(2, 8).

Dolori mestruali e le emicranie possono migliorare prendendo lo zenzero

Lo zenzero agisce come un antidolorifico naturale e, per questo motivo, può alleviare il dolore premestruale e il disagio associato all’emicrania. Tuttavia, questo non significa che lo zenzero produca miglioramenti in tutte le persone, poiché gli studi condotti per valutare gli effetti antidolorifici dello zenzero hanno prodotto risultati contrastanti(4).

Lo zenzero favorisce la digestione

Lo zenzero è un colagogo e coleretico, il che significa che promuove rispettivamente l’espulsione e la sintesi della bile. Poiché la bile è essenziale per digerire i grassi, lo zenzero è un rimedio naturale per le digestioni pesanti. Inoltre facilita lo svuotamento gastrico e allevia la sensazione di indigestione e pesantezza gastrica (sazietà)(4).

Tisana con zenzero e limone

Lo zenzero è la porzione sotterranea (rizoma) della pianta Zingiber officinale. Fin dall’antichità è stato utilizzato come spezia e come rimedio naturale. (Fonte: Suwantheerakul: 44925180/ 123rf.com)

Lo zenzero combatte raffreddori e influenze?

Il consumo di tè allo zenzero per alleviare l’influenza, la tosse o il raffreddore deriva dai suoi usi nella medicina orientale. Sebbene sia molto confortante, la scienza non ha dimostrato le proprietà espettoranti e antitosse dello zenzero. Si ritiene che possa aprire le vie aeree e migliorare la tosse, ma non ci sono prove al riguardo(9).

Che tipi di integratori di zenzero esistono?

I principi attivi fondamentali dello zenzero, ovvero i gingeroli, possono essere utilizzati consumando il rizoma crudo. Tuttavia, quando si assume lo zenzero allo scopo di migliorare la salute è importante consumarlo quotidianamente e in dosi stabili. In questi casi, gli integratori sono un modo efficace e semplice per ottenere abbastanza gingerolo:

  • Zenzero in polvere: il rizoma di zenzero viene essiccato per eliminare l’acqua contenuta nella radice e, una volta disidratato, viene macinato in polvere fine. Per consumarlo, può essere mescolato con tè, frullati, golden milk (il tipico latte dorato dell’Ayurveda), carne e verdure saltate, preparati per biscotti, tra le altre opzioni.
  • Capsule e compresse di zenzero: La maggior parte di esse contiene zenzero in polvere, che viene convogliato in capsule di gelatina (animale o vegetale) o viene miscelato con agenti di carica e rivestimento per modellare le compresse. A volte possono contenere estratto di zenzero, la cui concentrazione di gingerolo è superiore a quella dello zenzero in polvere.
  • Estratto liquido di zenzero o tintura madre: è una forma di presentazione meno comune, ma altrettanto efficace come le precedenti. Utilizzando un metodo di percolazione a freddo (macerazione), i composti attivi vengono estratti dallo zenzero. L’estratto o la tintura devono essere miscelati con acqua o succo prima del consumo.

Quanto zenzero si consiglia di assumere al giorno?

Come con la maggior parte dei prodotti naturali, è difficile sapere quanto zenzero assumere al giorno. Tuttavia, possiamo ottenere una dose efficace e sicura se seguiamo le raccomandazioni di consumo del produttore e se siamo guidati dalle dosi utilizzate negli studi clinici. Queste informazioni sono presentate nella tabella seguente(4).

Situazioni in cui è indicato lo zenzero Dose giornaliera raccomandata di zenzero
Dolore articolare (artrite) Da 1,5 a 2 g al giorno di zenzero in polvere o 2000 mg di zenzero in capsule, suddivisi in due dosi giornaliere.
Dolore muscolare dovuto a un intenso esercizio fisico 2 g di zenzero in polvere o 2000 mg di zenzero in capsule, suddivisi in tre dosi giornaliere.
Nausea, vomito e vertigini Da 1000 a 1200 mg di zenzero in capsule, suddivisi in due o tre dosi giornaliere o 1 g di zenzero disidratato in polvere.
Obesità Senza complicazioni metaboliche: 1 g di zenzero in polvere al giorno. Con complicazioni metaboliche: 2 g di zenzero in polvere al giorno o 2000 mg (capsule/compresse), suddivise in due dosi giornaliere.
Diabete di tipo II 2000 mg al giorno di zenzero in capsule, suddivisi in due dosi giornaliere.

Lo zenzero aiuta a perdere peso?

Negli ultimi anni sono state condotte ricerche sul potenziale dello zenzero per la perdita di peso. Si pensa che gli integratori di zenzero favoriscano la perdita di peso aumentando l’ossidazione (“combustione”) dei grassi e inibendo la lipogenesi (sintesi dei grassi). Tuttavia, non sono stati ancora ottenuti risultati conclusivi(7, 10).

Quali effetti negativi può produrre lo zenzero?

Si possono consumare fino a due grammi di zenzero al giorno senza subire effetti negativi. Dosi più elevate sono state collegate a bruciore di stomaco, diarrea, flatulenza e dolore addominale. Quantità molto elevate di zenzero durante la gravidanza potrebbero causare sanguinamento o aborto spontaneo(4).

Uomo con mal di testa

Lo zenzero agisce come un analgesico naturale e, per questo motivo, può alleviare il dolore premestruale e il disagio associato all’emicrania. (Fonte: Davydov: 111160799/ 123rf.com)

Quali sono le controindicazioni dello zenzero?

Nonostante i tanti benefici per la salute dello zenzero, ci sono situazioni in cui questa spezia è controindicata oppure è opportuno consultare un medico specialista per sapere se è compatibile con il trattamento farmacologico che si sta effettuando(11):

  1. Persone allergiche a qualsiasi composto dello zenzero.
  2. Gli integratori di zenzero altamente concentrati sono controindicati durante la gravidanza, l’allattamento e l’infanzia. Inoltre, cogliamo l’occasione per demistificare la credenza popolare che lo zenzero stimoli la produzione di latte materno.
  3. Vicinanza a un intervento chirurgico o all’assunzione di farmaci anticoagulanti, poiché lo zenzero potrebbe influire sulla coagulazione del sangue.
  4. Uso di insulina o uso di antidiabetici orali perché lo zenzero potrebbe potenziare l’effetto dei farmaci e causare ipoglicemia.

Criteri di acquisto

Lo zenzero in polvere può essere trovato nei supermercati e nei negozi di alimenti naturali, mentre capsule, compresse e tinture sono vendute in farmacie, erboristerie e persino negozi online. Per acquistare zenzero di buona qualità è fondamentale valutare i seguenti criteri:

Forma di presentazione

Tutti i formati di presentazione dello zenzero hanno una concentrazione sufficiente di gingeroli e sono efficaci per alleviare il disagio (nausea, vertigini, mal di testa, indigestione) o migliorare la salute metabolica. Tuttavia, lo zenzero in polvere, le capsule e l’estratto liquido differiscono per prezzo, gusto e modalità di consumo.

Lo zenzero in polvere e l’estratto liquido hanno il sapore caratteristico dello zenzero e devono essere miscelati con un po’ di liquido (tè, acqua, succo) o solido prima del consumo. Le capsule e le compresse hanno un gusto neutro e basta bere un po’ d’acqua per il loro consumo. Per quanto riguarda il prezzo, la tintura madre è la più costosa a causa del processo di fabbricazione.

Zenzero in polvere e in radice

Lo zenzero è commercializzato sotto forma di polvere, capsule, compresse ed estratti liquidi. (Fonte: Margouillat: 63573057/ 123rf.com)

Origine ecologica

La maggior parte dei consumatori di integratori naturali è interessata all’origine dei prodotti che utilizza. Per questo motivo, capsule, compresse ed estratti liquidi sono generalmente naturali o biologici e questa informazione appare sull’etichetta. Se scegli di acquistare lo zenzero in polvere sfuso, dovresti chiedere se è certificato naturale o biologico.

Ingredienti aggiunti

Sebbene ci siano molti integratori di zenzero puro, spesso vengono aggiunti altri ingredienti per migliorare le proprietà della spezia. È comune trovare prodotti che contengono zenzero e curcuma perché condividono molti dei loro attributi, ma possono anche essere aggiunti minerali o enzimi.

  • Zenzero con Curcuma: La Curcuma potenzia l’attività antinfiammatoria, antiossidante, analgesica e digestiva dello zenzero.
  • Zenzero con Bromelina: questo enzima viene aggiunto per migliorare le proprietà digestive dello zenzero.
  • Zenzero con calcio e manganese: questi due minerali supportano la salute delle articolazioni, ma sono anche essenziali per il funzionamento ottimale di alcuni enzimi digestivi.

Allergeni

Lo zenzero può essere contaminato da vari allergeni, come glutine, soia, noci, latticini, sesamo o uovo. Per questo motivo chiunque abbia un’allergia o un’intolleranza alimentare dovrebbe leggere attentamente l’etichetta nutrizionale e l’elenco degli ingredienti per escludere la presenza dell’allergene.

Zenzero tagliato

La capacità del gingerolo di migliorare la salute dell’apparato digerente, ridurre l’infiammazione e prevenire la formazione di coaguli di sangue ha portato a numerose ricerche sullo zenzero. (Fonte: Wklzzz: 14952710/ 123rf.com)

Certificazioni di qualità

Le certificazioni di qualità GMP (Good Manufacturing Practices), HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) e ISO 9001 (International Organization for Standardization) sono auspicabili in qualsiasi integratore. Nel caso dello zenzero, queste certificazioni garantiscono due aspetti fondamentali:

  • Che la concentrazione di zenzero o estratto di zenzero rimane stabile, cioè non varia da un lotto di produzione all’altro.
  • Che lo zenzero è stato coltivato biologicamente ed è privo di pesticidi, metalli pesanti e micotossine.

Conclusioni

Lo zenzero è riconosciuto principalmente come rimedio naturale per la nausea e le vertigini, siano essi legati alla gravidanza, ai movimenti (cinetosi) o all’uso di determinati farmaci. Sebbene molte persone usino il tè allo zenzero per raffreddori e malattie influenzali, non abbiamo prove scientifiche per confermare questo beneficio.

Le proprietà dello zenzero sono dovute al suo contenuto di gingerolo. Questo rizoma viene utilizzato per ridurre l’infiammazione articolare, migliorare la digestione e alleviare l’emicrania e il dolore mestruale. Gli integratori di zenzero sono utili anche in caso di obesità, per prevenire il diabete di tipo II, la steatosi epatica e l’aterosclerosi.

Se ti è piaciuta la nostra guida sullo zenzero, condividila sui tuoi social e lasciaci un commento, saremo felici di risponderti!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Wklzzz: 14952678/ 123rf.com)

Riferimenti (11)

1. Siedentopp U. El jengibre, una planta medicinal eficaz como medicamento, especia o infusión. 2008.
Fonte

2. Mao Q et al. Bioactive Compounds and Bioactivities of Ginger (Zingiber officinale Roscoe). 2019.
Fonte

3. Salgado F. El jengibre (Zingiber officinale). 2011.
Fonte

4. Anh N et al. Ginger on Human Health: A Comprehensive Systematic Review of 109 Randomized Controlled Trials. 2020.
Fonte

5. Mashhadi N et al. Anti-Oxidative and Anti-Inflammatory Effects of Ginger in Health and Physical Activity: Review of Current Evidence. 2013.
Fonte

6. Ozgoli G, Goli M, Simbar M. Effects of Ginger Capsules on Pregnancy, Nausea, and Vomiting. 2009.
Fonte

7. Wang J et al. Beneficial effects of ginger Zingiber officinale Roscoe on obesity and metabolic syndrome: a review. 2017.
Fonte

8. Kaur I, Kaur Deol P, Kondepudi K, Bishnoi M. Anticancer Potential of Ginger: Mechanistic and Pharmaceutical Aspects. 2016.
Fonte

9. Shahrajabian M, Sun W, Cheng Q. Clinical aspects and health benefits of ginger (Zingiber officinale) in both traditional Chinese medicine and modern industry. 2019.
Fonte

10. Maharlouei N et al. The effects of ginger intake on weight loss and metabolic profiles among overweight and obese subjects: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. 2019.
Fonte

11. Ginger (Zingiber officinale). Kemper K. 1999.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo scientifico
Siedentopp U. El jengibre, una planta medicinal eficaz como medicamento, especia o infusión. 2008.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Mao Q et al. Bioactive Compounds and Bioactivities of Ginger (Zingiber officinale Roscoe). 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Salgado F. El jengibre (Zingiber officinale). 2011.
Vai alla fonte
Revisione sistematica
Anh N et al. Ginger on Human Health: A Comprehensive Systematic Review of 109 Randomized Controlled Trials. 2020.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Mashhadi N et al. Anti-Oxidative and Anti-Inflammatory Effects of Ginger in Health and Physical Activity: Review of Current Evidence. 2013.
Vai alla fonte
Test clinico
Ozgoli G, Goli M, Simbar M. Effects of Ginger Capsules on Pregnancy, Nausea, and Vomiting. 2009.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Wang J et al. Beneficial effects of ginger Zingiber officinale Roscoe on obesity and metabolic syndrome: a review. 2017.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Kaur I, Kaur Deol P, Kondepudi K, Bishnoi M. Anticancer Potential of Ginger: Mechanistic and Pharmaceutical Aspects. 2016.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Shahrajabian M, Sun W, Cheng Q. Clinical aspects and health benefits of ginger (Zingiber officinale) in both traditional Chinese medicine and modern industry. 2019.
Vai alla fonte
Revisione sistematica e meta analisi
Maharlouei N et al. The effects of ginger intake on weight loss and metabolic profiles among overweight and obese subjects: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Ginger (Zingiber officinale). Kemper K. 1999.
Vai alla fonte
Recensioni